Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Home Alessia Bertolazzi Didattica 2014/2015 Sociologia del welfare e politica sociale (corso progredito) biennale

Sociologia del welfare e politica sociale (corso progredito) biennale - Sociologia del welfare e politica sociale (corso progredito) biennale 1 - modulo 1: sociologia del welfare

  • A.A. 2014/2015
  • CFU 8
  • Ore 40
  • Classe di laurea LM-87
Alessia Bertolazzi / Ricercatore / Sociologia generale (SPS/07)
Dipartimento di Scienze Politiche, della Comunicazione e delle Relazioni Internazionali
Prerequisiti

Conoscenze di base di sociologia generale

Obiettivi del corso

L'obiettivo principale del corso è di fornire strumenti analitici adeguati alla
comprensione del ruolo e del funzionamento delle politiche sociali nelle società
moderne, a partire dallo studio degli attori coinvolti, dei campi di intervento e
dell'evoluzione storico-comparativa dei modelli e delle politiche di welfare, con un
approfondimento sul caso italiano.


Programma del corso

Il corso sarà articolato in quattro fasi:
1. acquisizione di conoscenze di base sull'organizzazione delle politiche sociali;
2. studio storico-comparativo dei modelli di welfare europei ed extra-europei;
3. analisi delle trasformazioni socio-demografiche, politiche ed economiche
intervenute e dei processi di riforma implementati nei diversi settori di intervento
del welfare, a livello nazionale ed internazionale;
4. approfondimento sui cambiamenti del lavoro sociale in seguito alla crisi e alla
riforma delle politiche sociali.

Più specificatamente, per ciascuna fase saranno sviluppati i seguenti
argomenti:
1. acquisizione di conoscenze di base sull'organizzazione delle politiche sociali:
- gli attori del welfare: specificità e processi di interazione tra famiglia,
mercato, Stato e terzo settore;
- i campi di intervento: destinatari, prestazioni, organizzazione e copertura
delle politiche previdenziali, del lavoro, sanitarie e socio-assistenziali.

2. Studio storico-comparativo dei modelli di politica sociale:
- classificazione dei modelli di welfare: le tipologie di sistemi di politica sociale
di Titmuss, di Esping-Andersen e gli sviluppi della ricerca comparata a partire
dagli anni novanta;
- analisi comparativa dei principali modelli di welfare secondo una prospettiva
storico-culturale (modelli mediterranei, modelli degli antipodi, modelli dell'est
asiatico, modelli latino americani, modelli dei paesi ex-comunisti);
- il caso italiano: specificità del welfare italiano; le riforme attuate nel sistema
pensionistico, nella sanità, nel lavoro e nell'assistenza; le prospettive future.

3. Analisi delle trasformazioni sociali intervenute e dei processi di riforma
applicati ai diversi settori di intervento, a livello nazionale ed internazionale:
- i cambiamenti sociali dagli anni settanta ad oggi e le "nuove sfide" ai sistemi
di welfare: trasformazioni della struttura socio-demografica delle società;
problemi di sostenibilità economica delle politiche sociali; globalizzazione e
rallentamento dell'economia; disoccupazione strutturale; nuove povertà e
diseguaglianze sociali;
- aspetti disfunzionali delle politiche sociali: le "trappole del welfare"
(scivolamento distributivo; forza inerziale degli impegni assunti; aumento dei
livelli di dipendenza dai programmi di welfare; effetti negativi derivati
dall'istituzionalizzazione delle povertà; eccessivo sviluppo delle sfera pubblica);
- i processi di riforma dei sistemi di welfare: le linee di fondo delle riforme;
l'implementazione nei diversi settori di intervento e nelle diverse esperienze
internazionali;
- il futuro delle politiche sociali: processi di modernizzazione delle politiche
sociali nei vari ambiti di intervento e ruolo degli attori coinvolti.

4. Approfondimento sui cambiamenti del lavoro sociale in seguito alla crisi e alla
riforma delle politiche sociali:
- come cambiano il sistema dei servizi socio-assistenziali e il lavoro sociale nel
passaggio dal welfare state, al welfare mix, al welfare society;
- come si realizza un lavoro sociale di rete e come sviluppare competenze nella
facilitazione delle reti;
- come la professione dell'assistente sociale può affrontare le sfide del nuovo
sistema di welfare.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Borzaga C., Fazzi L. Manuale di politica sociale FrancoAngeli, Milano, 2005
  • 2.  (A) Folgheraiter F. Saggi di welfare. Qualità delle relazioni e servizi sociali Erickson, Trento, 2009 » Pagine/Capitoli: 1, 2, 4, 5, 9, 10, 12, 13, 14
Metodi didattici
  • Lezione frontale.
    Lavoro di ricerca individuale sulla ricostruzione del sistema di welfare
    (relativamente al sistema sanitario e socio-assistenziale) di un caso regionale
Modalità di valutazione
  • Esame orale sui contenuti del programma.
    Per gli studenti frequentanti l'esame orale è sostituito dalla valutazione del lavoro
    individuale di ricostruzione di un caso regionale, unitamente, ad una prova scritta
    che si svolgerà al termine del corso
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Inglese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Inglese