Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Home Alessia Bertolazzi Didattica 2015/2016 Sociologia del welfare e politica sociale (corso progredito) biennale

Sociologia del welfare e politica sociale (corso progredito) biennale - Sociologia del welfare e politica sociale (corso progredito) biennale 2 - modulo 2: politica sociale (corso progredito)

  • A.A. 2015/2016
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea LM-87
Alessia Bertolazzi / Ricercatore / Sociologia generale (SPS/07)
Dipartimento di Scienze Politiche, della Comunicazione e delle Relazioni Internazionali
Prerequisiti

Conoscenze di base di sociologia generale.
Conoscenze generali sull'organizzazione e il funzionamento degli ambiti consolidati delle
politiche di welfare (sistemi pensionistici, politiche del lavoro, sistemi sanitari, assistenza
sociale)

Obiettivi del corso

L'obiettivo generale del corso è di far acquisire allo studente conoscenze avanzate e
strumenti analitici adeguati alla comprensione delle trasformazioni delle politiche di welfare
nelle società contemporanee. L'obiettivo generale si declina nei seguenti obiettivi specifici:
studio dei fattori esplicativi e dell'evoluzione dei sistemi di welfare; studio dei processi di
mutamento dei rischi sociali consolidati (vecchiaia, premorienza, disoccupazione, salute,
istruzione) ed emergenti (povertà, abitazione, transizione istruzione-lavoro, conciliazione
cura-lavoro, long-term care, immigrazione); analisi e valutazione degli esiti degli strumenti
di policy adottati in Europa e in Italia per rispondere ai rischi emergenti; analisi di studi di
caso. Al termine del corso, lo studente sarà in possesso di conoscenze avanzate sugli
attuali sistemi di welfare, acquisirà strumenti analitici per esaminare e valutare in senso
comparativo gli strumenti di policy

Programma del corso

I principali argomenti affrontati nel corso riguarderanno i seguenti aspetti:
1. Teorie sul welfare state, origini ed evoluzione
Si esamineranno, in particolare: i principali approcci teorici esplicativi delle politiche di
welfare (approccio dei rischi sociali, strutturale, delle coalizioni di classe, istituzionale); le
condizioni sociali, politiche ed economiche che hanno portato all'instaurarsi di un modello
consolidato di welfare state; l'esame comparativo dei regimi di welfare europei ed extra-
europei;
2. Organizzazione delle politiche di welfare consolidate
Gli schemi di protezione sociale presi in esame riguarderanno il sistema pensionistico, il
sistema sanitario e socio-assistenziale, le politiche del lavoro e il sistema di istruzione, di
cui si approfondiranno le origini, i differenti modelli e gli strumenti di policy a livello
europeo.
3. Trasformazioni socio-demografiche, politiche ed economiche e mutamento delle
politiche di welfare
Le trasformazioni in corso nelle società contemporanee portano all'emergere di nuovi rischi
sociali e pongono sfide rilevanti ai sistemi consolidati di welfare. Si analizzeranno,
pertanto, le diverse interpretazioni sviluppate sulle traiettorie di mutamento dei sistemi di
welfare; nello specifico, l'interpretazione basata sul "taglio" del welfare (retrenchment),
l'interpretazione fondata sul concetto di "capacità di resistenza" del sistema,
l'interpretazione orientata alla "ricalibratura" del welfare.
4. Le politiche di welfare rivolte ai rischi sociali emergenti
I cambiamenti sociali, politici ed economici che hanno interessato i sistemi di welfare dagli
anni settanta ad oggi hanno fatto emergere nuovi rischi sociali. In particolare, saranno
considerati i seguenti fenomeni: povertà, politiche abitative, transizione istruzione-lavoro,
conciliazione cura-lavoro, long-term care, immigrazione. Per ogni ambito citato, sarà
condotta un'analisi delle caratteristiche e dell'evoluzione del rischio; un esame degli
strumenti di policy adottati e delle innovazioni introdotte nei vari contesti nazionali; una
valutazione degli effetti delle politiche implementate.
5. Studi di caso e buone pratiche
Facendo riferimento alla realtà italiana, saranno esaminati casi di politiche di welfare
efficaci nell'affrontare i rischi sociali emergenti, considerando altresì interventi di "welfare
di comunità"

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Ranci C., Pavolini E. Le politiche di welfare il Mulino, Bologna, 2015 » Pagine/Capitoli: 291
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Per gli studenti non frequentati, il programma prevede lo studio di tutti i capitoli del testo adottato.
Per gli studenti frequentanti, il programma prevede lo studio dei capitoli da III a IX (compreso) del testo adottato. Durante le lezioni, si utilizzerà materiale didattico (slides), che sarà reso disponibile agli studenti frequentanti attraverso la pagina web istituzionale della docente

Metodi didattici
  • Gli argomenti del corso saranno illustrati principalmente attraverso didattica frontale e
    dialogata. Durante le lezioni, si utilizzerà materiale didattico (slides), che sarà fornito agli
    studenti frequentanti. Saranno presentati e discussi studi di caso di strumenti di policy e
    interventi/servizi innovativi.
    Gli studenti frequentanti saranno invitati a svolgere un lavoro individuale rivolto all'analisi di
    una buona pratica (servizio o prestazione) implementata a livello locale, rivolta ai rischi sociali
    emergenti
Modalità di valutazione
  • Per gli studenti non frequentanti, l'esame è orale ed è finalizzato a valutare il livello di
    conoscenza dei contenuti del programma, nonché l'autonomia di giudizio e la capacità di
    analisi delle trasformazioni che coinvolgono le società contemporanee e i sistemi di welfare.
    Per gli studenti frequentanti, l'esame è composto da:
    - una verifica scritta (formulata attraverso domande aperte) svolta al termine del corso, su un
    programma più breve rispetto ai non frequentanti;
    - la valutazione del lavoro individuale svolto da ogni studente
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Inglese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Inglese