Narrazioni mediali

  • A.A. 2019/2020
  • CFU 8
  • Ore 40
  • Classe di laurea LM-19
Andrea Raffaele Rondini / Professore di ruolo - II fascia / Letteratura italiana contemporanea (L-FIL-LET/11)
Dipartimento di Scienze Politiche, della Comunicazione e delle Relazioni Internazionali
Prerequisiti

Non sono richiesti prerequisiti e non vi sono propedeuticità necessarie

Obiettivi del corso

Gli obiettivi formativi sono tesi a configurare l'idea di narrazione in ambito letterario e mediale, approfondendone le loro relazioni. Verranno studiate le forme, le reciprocità e le differenze tra le due forme di narratività, attraverso lo studio dei nodi teorici e l'analisi di casi esemplari. Verrà analizzata nello specifico una linea letterario-cinematografica riguardante il concetto teorico di adattamento dal romanzo al film e la sua applicazione al caso di studio Stanley Kubrick. Gli studenti potranno acquisire competenze e metodi per approcciare e valutare specifici prodotti culturali, saper riconoscere le loro strutture testuali e capire quali differenze, formali e di pensiero, sono riconoscibili nelle traduzioni mediatiche della tradizione letteraria. Verrà poi dato spazio all'analisi delle letture che di questi testi sono state date dalla critica, sul web e alla loro promozione pubblicitaria

Programma del corso

Dal testo letterario al film. L'adattamento cinematografico

Letteratura e media
Le forme mediali del racconto
Il riuso mediale della letteratura
Letteratura e cinema: rapporti storici
L'adattamento cinematografico: teorie
L'adattamento cinematografico: modelli e tecniche
Kubrick e la letteratura
Kubrick: casi di studio
Letteratura e cinema nel mondo mediale


Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) G. Pescatore Ecosistemi narrativi Carocci, Roma, 2018
  • 2.  (A) E. Carocci (a cura) Stanley Kubrick Marsilio, Venezia, 2019
  • 3.  (A) R. Fassone Cinema e videogiochi Carocci, Roma, 2017
  • 4.  (A) A. Schnitzler Doppio sogno Feltrinelli, Milano, 2106
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Il corso ha una corrispondenza con le lezioni del Prof. Anton Giulio Mancino e, per taluni aspetti, tocca ambiti di approfondimento rmultidisciplinari dell'area sociologica.
I testi indicati nella bibliografia sono da studiare integralmente.
Supporti di didattica on line per gli studenti iscritti a tale servizio.

Metodi didattici
  • Le metodologie didattiche prevedono la lezione frontale, tesa a sollecitare la partecipazione degli studenti ad acquisire le competenze di analisi e le metodologie scientifiche d'approccio ai testi; potranno inoltre essere costituiti eventauli gruppi di lavoro su temi ritenuti di pertinenza del corso. Le lezioni prevedono momenti di rielaborazione personale di percorsi di approfondimento degli argomenti trattati a lezione, con l'intento di affinare le capacità espressive e comunicative. La partecipazione attiva dello studente alle attività in aula accrescerà la dimensione esperienziale del suo studio arricchendone il percorso formativo. Per questo la pratica didattica presenta un significativo grado di interattività e di analisi, che consenta di applicare il più possibile le conoscenze teoriche e metodologiche ai casi di studio considerati. L'uso delle risorse multimediali sarà un punto caratterizzante delle lezioni.
Modalità di valutazione
  • La verifica delle competenze acquisite prevede il superamento della prova d'esame orale dell'insegnamento; nella prova d'esame dovranno emergere la conoscenza precisa degli argomenti trattati durante le lezioni e la sicura padronanza della bibliografia, una valida capacità di esposizione e l'uso consapevole e maturo dei concetti di base della disciplina. Sarà inoltre valutata l'acquisizione da parte degli studenti della competenza necessaria, caratterizzante il corso di studio, di approcciare e analizzare in chiave comunicativa testi e narrazioni dell'industria culturale.