Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Home Andrea Tassi Didattica 2018/2019 Diritto processuale penale e diritto dell'esecuzione penale

Diritto processuale penale e diritto dell'esecuzione penale - Diritto dell'esecuzione penale

  • A.A. 2018/2019
  • CFU 5
  • Ore 25
  • Classe di laurea L-14
Andrea Tassi / Ricercatore / Diritto processuale penale (IUS/16)
Dipartimento di Giurisprudenza
Prerequisiti

Non vi sono prerequisiti o propedeuticità ma si raccomanda la previa acquisizione delle conoscenze di base di diritto penale sostanziale.

Obiettivi del corso

Il corso si propone di trasmettere la conoscenza pratica e critica della disciplina delle impugnazioni
penali e del procedimento d'esecuzione (libri IX e X del codice di procedura penale) alla luce dei
principi costituzionali e della normativa internazionale.
Particolare rilievo verrà dato all'impiego ed al perfezionamento delle nozioni illustrate nell'analisi di
concreti atti e provvedimenti dei soggetti coinvolti nei procedimenti di impugnazione ed esecuzione;
ciò al fine di fornire allo studente gli strumenti per operare nelle attività pratiche che sarà chiamato
a svolgere.

Programma del corso

Programma del corso
Il corso si propone di fornire le nozioni di base indispensabili per affrontare le tematiche attinenti
alle attività professionali cui si riferisce la laurea in Scienze dei servizi giuridici.
Argomenti del corso
I mezzi ordinari di impugmazione - Il giudicato penale - I mezzi straordinari di
impugnazione - L'attività esecutiva: natura e funzioni - I soggetti dell'esecuzione: PM,
Giudice dell'esecuzione, Magistratura di sorveglianza, Soggetto privato - Il procedimento di
esecuzione - L'intervento degli organi giurisdizionali sul titolo esecutivo -

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) G. LOZZI Lineamenti di procedura penale Giappichelli, Torino, 2017 » Pagine/Capitoli: parte IV capitoli I, II, III, IV
  • 2.  (A) F. CAPRIOLI - D. VICOLI Procedura penale dell'esecuzione Giappichelli, Torino, 2011 » Pagine/Capitoli: pp. 1-48 (intr., Parte I Capp. I-II par.1), 64-116 (Parte I Capp. II par.3 -III), 141-209 (Parte II Capp. I-II-III par. 1), 237-247 (Parte III CAP. I Par. 1, 1.1), 259-279 (Parte III Capp. I Par. 2, 3, II par. 1, 2, 3), 217-257 (Parte III Cap. III sez. I)
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Per gli studente NON FREQUENTANTI:

1) G. LOZZI, Lineamenti di procedura penale - Torino, 2017, Giappichelli, (PARTE QUARTA, CAPITOLI I, II, III, IV)

2) F. CAPRIOLI - D. VICOLI, Procedura penale dell'esecuzione, 2. ed., Torino, 2011, Giappichelli, pp. 1-48 (INTRODUZIONE, PARTE PRIMA CAP. I, II paragrafo 1), 64-116 (PARTE PRIMA CAP. II paragrafo 3, CAP. III), 141-209 (PARTE SECONDA CAPP. I, II E III PARAGRAFO 1), 237-247 (PARTE TERZA CAP. I PARAGRAFI 1 E 1.1), 259-279 (PARTE TERZA CAP. I PARAGRAFI 2 E 3, CAP. II PARAGRAFI 1, 2 E 3), 317-357 (PARTE TERZA CAP. III, SEZ. I)

3) A causa delle modifiche legislative operate su alcune disposizioni riguardanti l'esecuzione, lo studio del testo CAPRIOLI-VICOLI deve essere integrato con la lettura di scritti indicati dal docente a lezione o dietro specifica richiesta (anche via email) degli studenti non frequentanti che devono sostenere l'esame.

Metodi didattici
  • - Lezioni frontali dialogate
    - Lezioni interdisciplinari con altri docenti del corso
    - Esame di casi concreti attraverso l'analisi di provvedimenti giudiziari attinenti agli argomenti trattati durante le lezioni
    - Utilizzo di schemi-strutture concettuali utili all'orientamento dello studente nell'ambito delle tematiche trattate.
Modalità di valutazione
  • La prova di accertamento è orale e tende a verificare il livello di comprensione da parte dello
    studente degli argomenti affrontati durante le lezioni e la sua capacità di illustrare gli stessi con
    proprietà di linguaggio e completezza espositiva.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

inglese