Diritto del mercato finanziario

  • A.A. 2014/2015
  • CFU 6
  • Ore 40
  • Classe di laurea LM-77
Andrea Luigi Niutta / Professore di ruolo - I fascia / Diritto dell'economia (IUS/05)
Dipartimento di Economia e Diritto
Prerequisiti

Conoscenza del sistema delle fonti del diritto. Conoscenza degl'istituti e delle categorie fondamentali del diritto privato. Conoscenza degl'istituti e delle categorie fondamentali del diritto pubblico

Obiettivi del corso

Il corso mira ad analizzare la più recente disciplina dei mercati finanziari partendo dal Testo Unico della Finanza. L'obiettivo formativo principale attiene alla conoscenza dell'organizzazione dei mercati finanziari italiani, nonché dei principali prodotti finanziari che in quei contesti vengono negoziati. Dallo studio della materia ci si attende che il discente acquisisca una metodi e competenze utili a distinguere tra i prodotti finanziari destinati principalmente agli investitori professionali e alle controparti qualificate e quelli che, invece, sono accessibili anche agli investitori al dettaglio.

Programma del corso

Nell'ambito delle lezioni si analizza la più recente disciplina del mercato finanziario con una serie di riferimenti a vari modelli di prodotti finanziari.
Vengono approfonditi i concetti di strumento finanziario, valore mobiliare, prodotto finanziario, strumenti del mercato monetario, OICR, analizzando in particolare i mercati dei prodotti finanziari derivati, cui corrispondono alcuni peculiari tipi negoziali, come futures, swaps, options, forwards, F.R.A., worrants e covered worrants, nonché prodotti finanziari come le Asset Backed Securities, hedge funds, ETF, fondi immobiliari e fondi mobiliari chiusi.
Il corso intende altresì esaminare la disciplina dei mercati regolamentati e dei sistemi alternativi (sistemi di negoziazione multilaterale, internalizzatori sistematici e market makers), nella prospettiva della vigilanza dei mercati e della regolazione delle crisi.
Infine, si analizzerà la disciplina dell'appello al risparmio diffuso e, in particolare, le varie ipotesi di iter per il lancio di un'OPA.


Per i FREQUENTANTI è possibile sostenere l'esame anche solo avendo acquisito le conoscenze veicolate nelle lezioni e corrispondenti alle dispense e al III capitolo del testo di riferimento.

Per i NON FREQUENTANTI è necessario affiancare allo studio delle dispense quello di alcuni capitoli del testo di riferimento

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) RENZO COSTI Il mercato mobiliare Giappichelli editore , Torino, 2010 » Pagine/Capitoli: Pagine/Capitoli: capp. I-III, capp. VI e VIII
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Le dispense (dal n. 1 al n. 18) sono reperibili nella segreteria della Biblioteca del Dipartimento di Diritto Privato e del Lavoro.

Per i FREQUENTANTI è possibile sostenere l'esame anche solo avendo acquisito le conoscenze veicolate nelle lezioni e corrispondenti alle dispense e al III capitolo del testo di riferimento.

Per i NON FREQUENTANTI è necessario affiancare allo studio delle dispense quello di tutti i capitoli segnalati nel testo di riferimento.

Metodi didattici
  • La didattica è basata sulle lezioni frontali. oltre ad esaminare gli argomenti sviluppati, esse permettono allo studente di confrontarsi direttamente con il docente per chiarimenti e indicazioni specifiche relativi agli aspetti che risultano più problematici.
Modalità di valutazione
  • In sede di esame il docente proporrà una serie di domande basate sulle dispense e sul iii capitolo del testo di riferimento (per i frequentanti), cui sono da aggiungere le altre sezioni indicate del testo di riferimento (per i non frequentanti).