Diritto degli intermediari finanziari

  • A.A. 2017/2018
  • CFU 9
  • Ore 60
  • Classe di laurea LM-77
Andrea Luigi Niutta / Professore di ruolo - I fascia / Diritto dell'economia (IUS/05)
Dipartimento di Economia e Diritto
Prerequisiti

Conoscenza del sistema delle fonti del diritto. Conoscenza degl'istituti e delle categorie fondamentali del diritto privato. Conoscenza degl'istituti e delle categorie fondamentali del diritto pubblico.

Obiettivi del corso

Il corso mira ad acquisire le conoscenze relative alla disciplina degli intermediari finanziari con particolare riferimento: 1. alla tipologia dei soggetti da ricomprendere nella categoria degli intermediari; 2. alle competenze delle autorità indipendenti chiamate a vigilare: A. su ciascuna tipologia di intermediari; B. in funzione all'oggetto della vigilanza (vigilanza sulla stabilità patrimoniale e l'osservanza delle regole di comportamento); 3. alla disciplina delle crisi.

Programma del corso

Durante le lezioni viene analizzata la più recente disciplina degli intermediari finanziari, partendo dal Testo Unico della Finanza (TUF), come aggiornato a seguito della legge sul risparmio, alla legge sulla concorrenza (l. 4 agosto 2017, n. 124, G.U. n. 189 del 14 agosto 2017) e al decreto attuativo della Direttiva Mifid II (d. lgs. 3 agosto 2017, n. 129, G.U. n. 198 del 25 agosto 2017).
Vengono approfonditi il nuovo elenco dei servizi d'investimento ed accessori, esaminando in particolare la disciplina delle SGR e SICAV.
Ci si sofferma, inoltre, sulla tipologia dei fondi comuni d'investimento mobiliare aperti presenti in Italia e sui caratteri del contratto relativo ai fondi-conti di liquidità.
Una parte del corso è dedicata ai doveri degl'intermediari nei confronti della clientela e ai profili di possibile responsabilità.

PROGRAMMA 9 CFU: S. Amorosino, Manuale del Diritto del Mercato Finanziario, Giuffré Editore, Milano 2014

PROGRAMMA 6 CFU: dal testo di S. Amorosino sono da studiare i seguenti capitoli:
Parte I (capp. I-II)
Parte II (tutti i capitoli, tranne X,XI,XII)
Parte III (tutti i capitoli, tranne VI)
Parte IV (tutti i capitoli, tranne VI)
Parte VI

Si consiglia di accompagnare il testo di riferimento con le dispense indicate a lezione, poichè queste contengono l'aggiornamento a seguito della normativa comunitaria del 2017. Le dispense devono essere richieste direttamente al professore via email

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) S. AMOROSINO (a cura di) Manuale di Diritto del Mercato Finanziario Giuffrè, Milano, 2014
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

I frequentanti possono rivolgersi direttamente al professore a fine corso per ricevere le dispense.

Metodi didattici
  • La didattica è basata sulle lezioni frontali che, oltre ad esaminare gli argomenti sviluppati e supportati dal testo di riferimento, permette allo studente di approcciare la normativa secondaria che applica il tuf, mettendola in relazione con la realtà degli intermediari finanziari nel loro rapporto con la clientela professionale e quella al dettaglio.
    inoltre, le lezioni frontali permettono allo studente di confrontarsi direttamente con il docente per chiarimenti e indicazioni specifiche relative agli aspetti che paiono più problematici nella lettura del testo di riferimento.
Modalità di valutazione
  • In sede di esame il docente proporrà una serie di domande basate sul testo di riferimento integrate dalle dispense.