Informazioni
» Vai all'elenco delle AULE TEAMS dei docenti

Ermeneutica testuale nel pensiero antico

  • A.A. 2018/2019
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea LM-78
Arianna Fermani / Professoressa di ruolo - II fascia / Storia della filosofia antica (M-FIL/07)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Avere una buona conoscenza del pensiero filosofico antico

Obiettivi del corso

Il corso intende riflettere sulle due nozioni di Philia (amicizia) e Xenia (ospitalità) all'interno del pensiero filosofico antico, con particolare riferimento a Platone e Aristotele, favorendo capacità di collegamento, di argomentazione e di analisi.

Programma del corso

Il corso intende riflettere sul fondamentale nesso fra philia (amicizia) e xenia (ospitalità) nel pensiero antico, con particolare riferimento alle opere di Platone e Aristotele
Articolazione del corso:
1) presentazione delle nozioni di philia (amicizia) e xenia (ospitalità) nel pensiero antico:
a) inquadramento storico-culturale della questione;
b) confronto con i testi filosofici più significativi sulla questione (con particolare riferimento a quelli platonici e aristotelici);
c) esame delle articolazioni e delle ricadute delle due nozioni dal punto di vista etico, politico e giuridico.

2) interventi programmati degli studenti sotto la supervisione della docente.

3) invito di esperti della tematica proposta, al fine di approfondire nello specifico alcune articolazioni storico-concettuali del tema.

Il corso mira, oltre alla conoscenza specifica dei contenuti relativi alla tematica monografica affrontata, all'acquisizione e al consolidamento di capacità logiche, argomentative e comunicative.

Ai sensi del Regolamento didattico di ateneo, concernente la "possibilità di autorizzare (soprattutto per i corsi di laurea magistrale e di formazione avanzata) progetti di sperimentazione, ispirati a principi di innovazione didattica, che prevedano anche attività svolte in forme interdisciplinari e cooperative, sulla base di un coinvolgimento collegiale di più docenti" (art. 6, come 6, lett. C), il corso partecipa, in collaborazione con gli insegnamenti di Ermeneutica Testuale nel Pensiero Antico (prof.ssa Arianna Fermani) e di Etica Fondamentale, modulo di Etica pubblica (Prof. Luigi Alici), allo sviluppo di un modulo interdisciplinare sul tema: "Ospitalità e inclusione: tra antico e moderno".
Il modulo, di cui verranno concordate con gli studenti forme e modalità, intende sviluppare attitudini cooperative, flessibilità cognitiva, capacità di articolare e coordinare temi e problemi in prospettiva interdisciplinare, favorendo il confronto di categorie e metodologie a partire da diversi ambiti del sapere e lo sviluppo di paradigmi argomentativi plurali. NON si richiede che gli studenti frequentino obbligatoriamente i due corsi.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) L Grecchi Gli stranieri nella Grecia Classica Petite Plaisance, Pistoia, 2011
  • 2.  (A) C. Bearzot Lo straniero nel mondo greco: xenoi, apolidi, barbari , in Stranieri, profughi e migranti nell’antichità, Nuova Secondaria 18, 3, Roma, 2000 » Pagine/Capitoli: pp. 30-38
  • 3.  (A) M. MOGGI Greci e barbari: uomini e no, in Civiltà classica e mondo dei barbari. Due modelli a confronto AICC, Trento, 1991 » Pagine/Capitoli: pp. 31-46
  • 4.  (A) J. Jinek-V. Konardova (eds) For friends all is shared Oikomene, Praha, 2016 » Pagine/Capitoli: parti scelte
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

I non frequentanti, oltre ai testi sopra indicati, devono portare all'esame:
NIPPEL, La costruzione dell’“altro”, in I Greci. Storia cultura arte società, I: Noi e i Greci, Torino 1996, 165-196;
FERMANI A., Pros to anthropeuesthai (Aristotle, Nicomachean Ethics X, 8, 1178b7). The Absolute Need of Friendship and of Sharing Goods and Experiences in Order to be Happy “as a Human Being”, in in J. Jinek-V. Konrádová (eds.), For Friends, All Is Shared, OIKOYMENH, Praha 2016, pp. 211-223;
FERMANI A., Variazioni sul tema dell'amicizia. All'ascolto del discorso polifonico sulla filia nelle Etiche aristoteliche, in R. Mancini-M. Migliori (a cura di), La filosofia come servizio. Studi in onore di Giovanni Ferretti, Vita e Pensiero, Milano 2010 (fa parte di M. Migliori, A. Fermani, L. Papacelli, M. Bernardini, Il pensiero platonico-aristotelico tra polifonia e puzzle, pp. 91-164;
FERMANI A., Between Friendship and Self-sufficiency. The Possibility of “Human Flourishing” in the Relationship Between Aristotle’s Ethics and Politics: A Multifocal Approach, in Emma Cohen De Lara- René Brouwer (eds.), Aristotle’s Practical Philosophy: On the Relationship between His Ethics and Politics, Springer 2017, pp. 119-127


Ulteriori indicazioni bibliografiche saranno fornite durante il corso

Metodi didattici
  • Lezioni frontali della docente; interventi programmati degli studenti sotto la supervisione della docente; invito di esperti esterni.
Modalità di valutazione
  • La prova di accertamento è orale.

    Il voto sarà assegnato sulla base dei seguenti criteri: 1) conoscenza della tematica monografica proposta; 2) capacità di analisi critica; 3) proprietà di linguaggio.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Non si esclude qualche necessario riferimento al testo greco