Istituzioni di diritto pubblico

  • A.A. 2018/2019
  • CFU 9
  • Ore 60
  • Classe di laurea L-18
Barbara Malaisi / Ricercatrice / Istituzioni di diritto pubblico (IUS/09)
Dipartimento di Economia e Diritto
Prerequisiti

nessuno

Obiettivi del corso

conoscenza delle nozioni di base del diritto pubblico italiano

Programma del corso

- Norme e ordinamenti giuridici.

- Lo Stato.

- Forme di Stato e di governo.

- Le fonti normative. Principi generali.

- Le singole fonti normative.

- Struttura e basi della Costituzione. Il principio di eguaglianza e diritti fondamentali.

- I rapporti civili. I diritti di libertà

- I rapporti civili. Presupposti e istituti di garanzia dei diritti.

- I rapporti etico-sociali.

- I rapporti economici

- I rapporti politici

- Il corpo elettorale. Elezioni e referendum.

- Il Parlamento.

- Il Presidente della Repubblica.

- Il Governo.

- Le pubbliche amministrazioni. Gli organi ausiliari

- Le giurisdizioni.

- Le Regioni e le autonomie locali.

- La Corte costituzionale

- Diritto internazionale e condizione giuridica degli stranieri. Organizzazione internazionale e
comunitaria

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) MAZZIOTTI DI CELSO - SALERNO ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO CEDAM, PADOVA, 2015 » Pagine/Capitoli: INTERO VOLUME
  • 2.  (C) Califano-Salerno Lineamenti di diritto costituzionale della Regione Marche Giappichelli, Torino, 2012 » Pagine/Capitoli: Capitolo IV: L'organizzazione regionale a carattere fondamentale
Metodi didattici
  • In prevalenza, lezioni frontali, integrate da attività seminariali volte all'approfondimento di testi
    normativi e pronunce giurisprudenziali di particolare rilevanza per lo studio della materia.
Modalità di valutazione
  • La prova di valutazione è orale. E' prevista anche una prova parziale scritta facoltativa nel
    primo appello della sessione estiva sui primi dodici capitoli del testo d'esame. La prova parziale, di
    trenta minuti, consiste in un test a risposte multiple per verificare la comprensione degli aspetti
    essenziali degli argomenti; il giudizio sulla prova parziale scritta - collegato alle sole risposte
    correttamente indicate, e dunque senza assegnare peso alle risposte sbagliate - è comunicato
    entro 7 giorni ed è espresso secondo le seguenti valutazioni "ottimo, distinto, buono, sufficiente,
    non sufficiente". Chi supera la prova parziale, può sostenere la prova orale in qualunque altro
    appello dell'anno accademico sulla parte restante del programma d'esame ed il voto finale è
    determinato tenendo conto del giudizio ottenuto nel parziale. Chi non supera la prova parziale
    sosterrà l'esame mediante la prova orale sull'intero programma.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

nessuna

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

nessuna