Seminario di filosofia teoretica - - fenomenologia

  • A.A. 2014/2015
  • CFU 3
  • Ore 21
  • Classe di laurea L-5
Carla Canullo / Professoressa di ruolo - II fascia / Filosofia teoretica (M-FIL/01)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Gli studenti che frequentano il seminario dovranno aver sostenuto l'esame di Filosofia
teoretica Istituzionale

Obiettivi del corso

L'offerta didattica del Corso di laurea in Filosofia prevede crediti per "Ulteriori attività
formative". Tali crediti possono essere conseguiti dallo studente anche attraverso
seminari, proposti al fine di favorire l'acquisizione di elevate capacità di comunicazione
di contenuti specifici.
Scopo del Seminario di Fenomenologia è avviare alla conoscenza del linguaggio e del
metodo fenomenologico al fine di : 1 -formare a competenze comunicative elevate in
forma orale; 2- formare al possesso di abilità relazionali e interpersonali che
consentano di muoversi facilmente in contesti diversificati.

Programma del corso

"La fenomenolologia e la questione del tempo: a partire da Martin Heidegger".
Il seminario verterà sulla presentazione e discussione del metodo e delle questioni
proposte da Martin Heidegger, con particolare attenzione ai seguenti testi:
"Essere e tempo", ed. it. di P. Chiodi, Longanesi, Milano 2002.
"Il concetto del tempo", ed. it. a cura di F. Volpi, Adelphi, Milano 1998

Non vi sono distinzioni per fasce di CFU; quanto concerne gli studenti non frequentanti
è indicato nelle informazioni aggiuntive.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) M. Heidegger Essere e tempo Longanesi, Milano, 2002 » Pagine/Capitoli: selezioni di capitoli
  • 2.  (A) M. Heidegger Il concetto del tempo Adelphi, Milano, 1998 » Pagine/Capitoli: lettura integrale
  • 3.  (C) F. Volpi (ed.) Guida a Heidegger Laterza, Roma, 2014
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Il docente preparerà dispense che integreranno il materiale indicato.
Il programma segnalato vale il conseguimento di 3 crediti per 21 ore di lezione. Data la natura dialogica e seminariale delle lezioni sarebbe opportuno che gli studenti frequentassero il seminario. Chi per vari motivi non potesse frequentare, dovrà presentare un elaborato scritto che verterà su un testo di Heidegger concordato con il docente e su un capitolo del testo "Guida ad Heidegger" (indicato tra i testi del programma)

Metodi didattici
  • Le lezioni saranno frontali, dialogate e seminariali; dopo due lezioni frontali
    introduttive, il cui scopo è esporre l'argomento dei testi, si procederà nel
    seguente modo:
    - il docente fornirà agli studenti parti del testo adottato da presentare ai
    colleghi e da discutere in aula.
    - Le attività seminariali saranno svolte dagli studenti e concordate insieme fin
    dalle prime lezioni, al fine di favorire la preparazione del lavoro.

    Scopo dell'attività didattica frontale e seminariale è:

    1- Favorire l'acquisizione di un linguaggio tecnico specialistico (didattica
    frontale).
    2- Formare lo studente all'esposizione dei contenuti appresi ad altri interlocutori
    (scopo della didattica seminariale).
    3- Offrire gli strumenti per saper trasmettere e insegnare tale linguaggio
    (didattica seminariale).
    4- Favorire lo scambio tra docente e studenti e tra gli studenti tra di loro (scopo
    della didattica dialogata).
Modalità di valutazione
  • Allo scopo di conseguire l'assegnazione dei CFU previsti, il seminario prevede una
    valutazione di idoneità.
    Tale idoneità sarà conseguita partecipando attivamente al seminario, presentando
    un'esposizione in aula o un testo scritto (l'elaborato dovrà essere dedicato a parti del
    testo concordate previamente con il docente) e mostrando:
    a- di conoscere il linguaggio tecnico e specifico dell'autore;
    b- di aver conseguito padronanza delle tematiche affrontate;
    c- di saper esporre i contenuti appresi con linguaggio tecnico appropriato;
    c- di esporre i contenuti con capacità sintetica;
    e- di esporre i contenuti con capacità critica.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

===

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

===