Teorie della giustizia

  • A.A. 2017/2018
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea LM-78
Carla Danani / Professoressa di ruolo - II fascia / Filosofia morale (M-FIL/03)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

--------------

Obiettivi del corso

Il corso intende offrire l'occasione per l'acquisizione di conoscenze teoriche (categorie e argomentazioni) e di competenze di analisi e riflessione critica sui temi della (in)giustizia: imparando, nello specifico, a riconoscere e comprendere la rilevanza, per la costruzione di situazioni di (in)giustizia, dei fattori spaziali nella loro interrelazione con le configurazioni sociali.

Programma del corso

TITOLO - Teorie della giustizia: i principali paradigmi teorici contemporanei e la prospettiva della "giustizia spaziale".
Il corso offre una riflessione su alcuni dei principali paradigmi teorici contemporanei della giustizia e propone un approfondimento sulla particolare prospettiva della "giustizia spaziale", che considera lo spazio non solo come un fattore di contesto ma piuttosto di contenuto. La riflessione approfondisce inoltre una considerazione della valenza simbolica dei luoghi e della loro rilevanza per i processi di legittimazione.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) D. Massey, P. Jess Luoghi, culture e globalizzazione (tr. it.) UTET, Torino, 2001
  • 2.  (A) C. Danani La "giustizia spaziale" in "Itinerari. Annuario di ricerche filosofiche",, rivista, 2016 » Pagine/Capitoli: 127-156
  • 3.  (A) J. Rawls Giustizia come equità. Una riformulazione (tr. it.) Feltrinelli, Milano, 2006 » Pagine/Capitoli: pagine: 45-89; 151-200
  • 4.  (A) A. Sen L'idea di giustizia (tr. it.) Mondadori, Milano, 2010 » Pagine/Capitoli: pagine 235-324
  • 5.  (A) H. Lefebvre Il diritto alla città (tr. it.) Ombre corte, Verona, 2014
  • 6.  (A) M. Foucault Spazi altri (tr. it.) Mimesis, Milano, 2008
  • 7.  (A) C. Danani Legittimazione simbolica e politica, in L'interrogazione del simbolo, a cura di M.C.Bartolomei Mimesis, Milano, 2014 » Pagine/Capitoli: pagine: 257-281
  • 8.  (A) M. Nussbaum Le nuove frontiere della giustizia: disabilità, nazionalità, appartenenza (tr.it) Il Mulino, Bologna, 2007 » Pagine/Capitoli: pp. 9-111
Metodi didattici
  • Le lezioni si svolgono in forma dialogica, prevedendo sia esposizioni frontali sia occasioni più seminariali che consentano a* student* di esercitarsi a propria volta nella esposizione, nella argomentazione e nella analisi di casi-studio.
Modalità di valutazione
  • La prova è orale. La prova intende accertare se l* student* conosce le argomentazioni teoriche proposte, sa analizzarle e sa applicarle per la comprensione e la trattazione anche critica di tematiche e casi specifici, e se sa - inoltre - comunicare in modo chiaro e pertinente le proprie riflessioni. La prova si intende superata se l* student* conosce i nuclei teorici principali delle prospettive filosofiche proposte ed è in grado di illustrare le loro argomentazioni in modo coerente. Viene valutata molto positivamente la capacità di riflessione critica sulle prospettive teoriche proposte e l'aver acquisito adeguata competenza di analisi critica su casi-studio.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

-------

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

------------------