Geografia

  • Geografia Classe: L-11
  • A.A. 2016/2017
  • CFU 12, 6(m)
  • Ore 60, 30(m)
  • Classe di laurea L-10, L-11(m)
Carlo Pongetti / Professore di ruolo - I fascia / Geografia (M-GGR/01)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Conoscenze di base di Geografia regionale.

Obiettivi del corso

Comprendere il valore culturale del paesaggio cogliendo i nessi tra le dinamiche naturali, l'azione antropica e il sistema di valori dei gruppi umani. Acquisire consapevolezza dello stato delle risorse planetarie e degli squilibri in atto nel pianeta padroneggiando gli strumenti cartografici e quelli propri della geografia umanistica al fine di proporsi come agente dell'innovazione capace di elaborare progetti sostenibili e opportunità occupazionali nell'ambito delle attività primarie, secondarie e terziarie ai fini di una concreta valorizzazione dei beni culturali territoriali. Sviluppare abilità relazionali e interpersonali che consentano di approcciare e raccordare i contesti diversificati degli insider e degli outsider secondo una prospettiva interculturale, presupposto imprescindibile per la condivisione delle scelte territoriali.

Programma del corso

Il paradigma umanistico: geografia e letteratura
La geografia si avvale del paradigma umanistico e in particolare degli apporti offerti dalla letteratura per meglio operare sulla concezione patrimoniale del paesaggio. Il corso intende prendere in considerazione esempi paradigmatici di testi letterari, iconografie, rappresentazioni cartografiche per proporre un approccio integrato alla complessa tematica del paesaggio ponendo al centro le relazioni tra geositi, dinamica geomorfologica, forme di insediamento, evoluzione demografica e organizzazione antropica delle attività produttive.

6 cfu: per gli studenti di tutte le classi (in particolare per gli studenti delle classi CDL: L03-0/08, L03-0/10; CDL: L04-0/08 Classe: L-11; CDL: M04-LCO/08 Classe: LM-37). 12 cfu previsti dall'ordinamento della classe L-10 (CDL: L03-0/08, L03-0/10):

Testi: per gli studenti di tutte le classi per il conseguimento dei primi 6 cfu (in particolare per gli studenti delle classi CDL: L03-0/08, L03-0/10;
CDL: L04-0/08 Classe: L-11; CDL: M04-LCO/08 Classe: LM-37).

1 - Appunti dalle lezioni;
2 - G. Scaramellini, Paesaggi di carta, paesaggi di parole. Luoghi e ambienti geografici nei resoconti di viaggio (secoli XVIII-XIX), G. Giappichelli, Torino, 2008, pp. 328;
3- G. Dematteis, C. Lanza, F. Nano, A. Vanolo, Geografia dell'economia mondiale, UTET Università, Torino, 2010 (4° edizione), pp. 267;

Per il conseguimento degli altri 6 cfu utili al raggiungimento d i 12 cfu previsti dall'ordinamento della classe L-10 (CDL: L03-0/08, L03-0/10):

4 - Appunti dalle lezioni;
5 - M. Panizza, S. Piacente, Geomorfologia culturale, Pitagora, Bologna, 2003 (limitatamente ai capitoli 1; 2; 3; 4; 6 (escluso il paragrafo 6.4); 8. Quindi, nel complesso, le pp: 5-178; 213-224; 233-239; 275-300) integrato con la lettura e interpretazione della cartografia IGMI illustrata nel corso delle lezioni. Gli studenti non frequentanti potranno fare riferimento alle 8 carte indicate tra i testi adottati.
6 - A. Lodovisi, S. Torresani, Cartografia e informazione geografica. Storia e tecniche, Pàtron, Bologna, 2005, limitatamente alle pp. 7-100.


Gli studenti non frequentanti integreranno la loro preparazione col volume: M. C. Giuliani- Balestrino, Dolce-amara terra. Il mio giro del mondo, Pàtron, Bologna, 2012 (Limitatamente ai capp. 1-18 incluso, ossia da p. 11 a p. 109 se lo studente non frequentante deve sostenere un esame per 6 cfu. Per il conseguimento di 12 cfu lo studente non frequentante è tenuto allo studio integrale di tutto il testo).

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) G. Scaramellini Paesaggi di carta, paesaggi di parole. Luoghi e ambienti geografici nei resoconti di viaggio G. Giappichelli, Torino, 2008 » Pagine/Capitoli: pp. 1-328
  • 2.  (A) G. Dematteis, C. Lanza, F. Nano, A. Vanolo Geografia dell'economia mondiale UTET Università, Torino, 2010 » Pagine/Capitoli: 267
  • 3.  (A) M. Panizza, S. Piacente Geomorfologia culturale Pitagora, Bologna, 2003 » Pagine/Capitoli: pp. 5-21; 51-178; 213-224; 233-239; 275-300.
  • 4.  (A) IGMI F. 4B - IV - S.E.- Anterselva; F. 38 - III - N.O. - Montebelluna; F. 40 - III - N.O. - Latisana; F. 61 - II - N.E. - Piàdena; IGMI, Firenze, 2014
  • 5.  (A) IGMI F. 88 - II - S.E. - Cotignola; F. 123 - III - S.E. - Assisi; F. 351 - Sez. IV - Montesilvano; F. 448 - Sez. III - Ercolano. IGMI, Firenze, 2014
  • 6.  (A) A. Lodovisi, S. Torresani Cartografia e informazione geografica. Storia e tecniche Pàtron, Bologna, 2005 » Pagine/Capitoli: pp. 7-100.
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Gli studenti non frequentanti integreranno la loro preparazione col volume M. C. Giuliani Balestrino, Dolce-amara terra. Il mio giro del mondo, Pàtron, Bologna, 2012 (Limitatamente ai capp. 1-18 incluso, ossia da p. 15 a p. 109 se lo studente non frequentante deve sostenere un esame per 6 cfu. Per il conseguimento di 12 cfu lo studente non frequentante è tenuto allo studio integrale di tutto il testo).
Gli studenti che si avvalgono della teledidattica avranno a disposizione il saggio: C. Pongetti, Realtà e mimesi nello "specchio dell'Italia". Geografia e paesaggi letterari delle Marche, in Pongetti C., Bertini M. A., Ugolini M. (a cura di), Dalle Marche al mondo. I percorsi di un geografo. Scritti in onore di Peris Persi, Urbino, Università degli Studi di Urbino "Carlo Bo", 2013 pp. 425-452.

Metodi didattici
  • La metodologia didattica poggia su lezioni frontali dialogate, svolte con l'ausilio della strumentazione informatica disponibile: i contenuti di ogni lezione verranno esposti anche attraverso slides di sintesi in power point. Per l'approfondimento della parte cartografica verranno calendarizzate esercitazioni a gruppi, al fine di consentire ai frequentanti una più diretta operatività, sia autonoma, sia guidata dal docente, con gli strumenti cartografici.
Modalità di valutazione
  • La valutazione dell'apprendimento avverrà tramite prova scritta che prevede un questionario strutturato in 20 domande a risposta multipla e quattro domande a risposta aperta relative ai testi adottati e a uno dei prodotti cartografici IGMI sopra elencati. Ciascuna parte della prova scritta concorre per un 20% al voto finale che verrà assegnato sulla base delle conoscenze dei contenuti (50%) della capacità di analisi critica degli stessi (30%) e della padronanza del lessico disciplinare (20%). Gli studenti frequentanti potranno sostenere una prova scritta parziale in itinere sugli argomenti trattati durante le lezioni. Sia le diverse parti del programma, sia le diverse prove d'esame (in itinere e finale) concorrono in pari misura alla determinazione del voto conclusivo.