Traduzione multimediale - lingua spagnola

  • A.A. 2014/2015
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea LM-38
Claudia Breviglieri / Professoressa a contratto
Prerequisiti

Ottima padronanza della lingua italiana scritta e parlata. Ottima conoscenza della
lingua spagnola scritta e parlata, con particolare riferimento allo spagnolo idiomatico e
colloquiale.

Obiettivi del corso

Il presente modulo mira a fornire agli studenti tutte le competenze necessarie per
comprendere e operare nel settore della traduzione audiovisiva (per il cinema e la
televisione).

Programma del corso

Questo corso si compone di due parti strettamente correlate tra loro, l'una di
natura teorica, l'altra di natura pratica. La parte teorica prevede un'introduzione
alla traduzione audiovisiva con la quale si vuole anche stimolare la riflessione sulla
pluralità di approcci teorici e sull'intensificarsi di studi che attestano l'interesse
sempre più vivo da parte degli studiosi.
Alle riflessioni teoriche faranno seguito le esercitazioni pratiche. Le lezioni si
svolgeranno quindi come "laboratorio" in cui, a partire da un testo/audio dato (i
generi spaziano dal documentario all'animazione, dalla serie TV ai grandi film per il
cinema e a quelli meno noti come la traduzione per i videogiochi), verranno
condotte svariate attività.
Nel dettaglio, il corso si prefigge i seguenti obiettivi:

. acquisizione di elevate competenze teoriche e pratiche nell'ambito della
traduzione audiovisiva;
. ampliamento costante del bagaglio cognitivo linguistico ed extralinguistico
dello studente;
. avanzata comprensione e analisi del testo audiovisivo di partenza;
. consolidamento delle competenze e delle strategie traduttive specifiche;
. acquisizione del concetto di "qualità della traduzione", non disgiunto dalla
necessità di collaborare con gli esperti del settore e di apprendimento delle
tecniche di documentazione, redazione, cura e revisione/autorevisione più adeguate
ai testi da tradurre;
. capacità di operare in piena autonomia e responsabilità, di lavorare in équipe
e di assumere comportamenti deontologicamente corretti e in linea con le prassi
professionali correnti.

Per la concreta realizzazione degli obiettivi formativi prefissati il corso prevede le
seguenti attività:
. analisi sintattica, semantica, stilistica, relativa al registro e alla destinazione
del testo audiovisivo di partenza;
. trascrizioni;
. presentazione e discussione delle principali tecniche di trasposizione
linguistica destinata a rendere fruibili testi per il cinema e la televisione
(doppiaggio, sottotitolaggio e voice over), nonché quelle emergenti destinate alle
persone con disabilità sensoriali (sottotitoli per non udenti e audio descrizione);
. confronto con testi paralleli autentici e rappresentativi;
. traduzione e adattamento per il doppiaggio e il voice over (individualmente
e/o in gruppo);
. correzione dei testi di arrivo e commenti da parte del resto della classe (peer
assessment per stimolare il giudizio critico sulle traduzioni proprie e altrui) e da
parte della docente.
L'analisi delle diverse scelte traduttive degli elaborati prodotti sarà lo spunto per
ulteriori approfondimenti teorici e pratici.
Si parlerà anche di traduzione e condensazione finalizzate alla produzione di
sottotitoli e del momento della consegna.
Durante il semestre verranno svolte delle prove in itinere che saggeranno
l'acquisizione di una metodica traduttiva, prerequisito indispensabile per affrontare
autonomamente la traduzione professionale.
La partecipazione mostrata e il livello di autonomia raggiunto verranno presi in
considerazione anche ai fini della valutazione finale.
L'esame di profitto consisterà nella traduzione di un testo simile a quelli trattati nel
corso. Lo studente potrà consultare dizionari monolingue e bilingue.


Alla fine del corso il discente avrà acquisito le competenze per operare in piena
autonomia e responsabilità e lavorare in équipe assumendo comportamenti
deontologicamente corretti e in linea con le prassi professionali correnti.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Agost, R. Traducción y doblaje: palabras voces e imágenes Barcelona, Ariel, 1999
  • 2.  (A) Chaume, F., Agost, R. La traducción en los medios audiovisuales Universitat Jaume I., Castellón, 2001
  • 3.  (A) Perego, E. La traduzione audiovisiva Carocci, ., 2005
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

. (C) Briz, A. (1996). El español coloquial: situación y uso. Madrid: Arcolibros.
. (C) Briz, A. (2000). El español coloquial en la conversación. Madrid: Ariel.
. (C) Chaume, F. (2004). Cine y traducción. Cátedra
. (C) Cascón Martín, E. (2000). Español coloquial. Rasgos, formas y fraseología de la lengua diaria. Madrid: Edinumen.
. (C) Cortés Rodríguez, L. (1991): Sobre conectores, expletivos y muletillas en el español hablado, Málaga, Ágora.
. (C) Paolinelli, Di Fortunato (2005) Tradurre per il doppiaggio. Hoepli

Metodi didattici
  • LEZIONI FRONTALI
    ESERCITAZIONI
    GRUPPI DI LAVORO
    STRUMENTI A SUPPORTO DELLA DIDATTICA: COMPUTER CON COLLEGAMENTO
    INTERNET, MATERIALE AUDIO, VIDEO, VIDEOPROIETTORE, FOTOCOPIE
Modalità di valutazione
  • L'apprendimento dello studente durante il corso sarà valutato in parte attraverso il
    course work e in parte tramite una prova finale di traduzione dallo spagnolo verso
    l'italiano.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Spagnolo, Inglese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Spagnolo, Inglese