Lingua e traduzione spagnola ii - Mod. a "tipologie testuali 2"

  • A.A. 2014/2015
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea L-12
Claudia Breviglieri / Professoressa a contratto
Prerequisiti

Ottima padronanza della lingua italiana scritta. Buona padronanza della lingua
spagnola. Buona conoscenza del lessico settoriale previsto dal modulo. Buona
conoscenza delle principali teorie della traduzione. Superamento delle propedeuticità.

Obiettivi del corso

Il presente modulo si prefigge i seguenti obiettivi formativi:
. consolidamento delle competenze analitiche;
. consolidamento delle competenze e delle strategie traduttive;
. acquisizione di una maggiore padronanza terminologica relativamente alle
tipologie testuali proposte dalla docente;
. apprendimento delle tecniche di documentazione, redazione, cura e revisione
(proofreading) più adeguate ai testi da tradurre;
. avviamento al raggiungimento di autonomia e professionalità.

Programma del corso

Il corso sarà eminentemente pratico. Le lezioni si svolgeranno come un "workshop"
con un forte accento sulla pratica traduttiva. Un inquadramento teorico sul
linguaggio settoriale di ogni microlingua prescelta verrà fornito all'inizio di ogni
unità didattica. La parte teorica di ogni lezione verrà svolta in modo da favorire la
partecipazione attiva degli studenti e sarà accompagnata da una specifica
bibliografia di riferimento per ogni argomento trattato.

Il modulo verte sui seguenti tipi di testo:
1) Il CV
2) La corrispondenza commerciale
3) La modulistica
4) La ricetta culinaria

Per la concreta realizzazione dei summenzionati obiettivi formativi il corso prevede
le seguenti attività:
. analisi sintattica, semantica, stilistica, relativa al registro e alla destinazione
(readership) del testo di partenza;
. documentazione;
. confronto con testi paralleli autentici rappresentativi dei diversi generi testuali;
. traduzione guidata e autonoma, individualmente e/o in gruppo;
. correzione dei testi di arrivo e commenti da parte del resto della classe (peer
assessment per stimolare il giudizio critico sulle traduzioni proprie e altrui) e da
parte della docente.
L'analisi delle diverse scelte traduttive degli elaborati prodotti sarà lo spunto per
ulteriori approfondimenti teorici e pratici.
Verranno dunque approfondite alcune problematiche di traduzione relative alle
tipologie testuali.
Si parlerà anche di informazioni interne al testo da tradurre (grafici, illustrazioni,
tabelle), di presentazione grafica del testo tradotto, di nota del traduttore, di
eventuale adattamento del target text alla sua trasmissione per mezzo di canali
comunicativi diversi (passaggio dalla forma scritta a quella orale o viceversa) e del
momento della consegna.
I testi da tradurre potranno essere materiale autentico assegnato alla docente
come incarico di traduzione da parte di un'agenzia o di un privato, oppure potranno
provenire da quotidiani, riviste, stampa specializzata, siti internet ecc.
Durante il semestre verranno svolte delle prove in itinere che saggeranno
l'acquisizione di una metodica traduttiva, prerequisito indispensabile per affrontare
autonomamente la traduzione professionale.
La partecipazione mostrata e il livello di autonomia raggiunto verranno presi in
considerazione anche ai fini della valutazione finale.
L'esame di profitto consisterà nella traduzione di un testo simile a quelli trattati nel
corso. Lo studente potrà consultare dizionari monolingue e bilingue.
Le prove scritte si svolgeranno in un'aula attrezzata, compatibilmente con la
disponibilità della facoltà.




Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Bruni, Francesco, Fornasiero, Serena e Tamiozzo, Silvana Manuale di scrittura professionale: dal curriculum vitae ai documenti aziendali Zanichelli , Bologna , 1977
  • 2.  (A) Gómez de Enterría, Josefa Correspondencia comercial en español SGEL, Madrid, 2007
  • 3.  (A) Newmark, Peter Manual de traducción Cátedra, Madrid, 1995
  • 4.  (A) Osimo, Bruno Manuale del traduttore Hoepli, Milano, 2004
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Testi consigliati
. (C) Cherubini, Nicoletta (1992) L' italiano per gli affari: corso comunicativo di lingua e cultura aziendale, Roma, Bonacci.
. (C) Eco, Umberto (2003) Dire quasi la stessa cosa, Milano, Bompiani.
. (C) Mata, R. M. (1997) El gran libro de la moderna correspondencia comercial y privada, Barcelona, Editorial De Vecchi.
. (C) Moya, Virgilio (2004) La selva de la traducción, Madrid, Cátedra.
. (C) Nasi, Franco (2008) La malinconia del traduttore, Milano, Medusa.
. (C) Paolini, Davide (2005) Enciclopedia dei prodotti tipici d'Italia, Milano, Garzanti.
. (C) Pastor, Enrique (1994) Escribir cartas: español lengua extranjera, Barcelona, Difusión.
. (C) Sánchez Alfaro, María (2003) Gastronomía española, Madrid, Edelsa.
. (C) Straub, Carrie (1977) Il portfolio delle vostre competenze: come arricchire il vostro curriculum per vendersi meglio, Milano, F. Angeli.

Metodi didattici
  • LEZIONI FRONTALI
    ESERCITAZIONI
    GRUPPI DI LAVORO
    STRUMENTI A SUPPORTO DELLA DIDATTICA: COMPUTER CON COLLEGAMENTO
    INTERNET, MATERIALE AUDIO, VIDEO, VIDEOPROIETTORE, FOTOCOPIE
Modalità di valutazione
  • L'apprendimento durante il corso sarà valutato in parte attraverso il course work e in
    parte tramite una prova finale di traduzione su uno degli argomenti affrontati durante
    il corso.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Spagnolo, Inglese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Spagnolo, Inglese