Lingua e traduzione spagnola i (AL) - Mod. b "traduzione"

  • A.A. 2015/2016
  • CFU 9
  • Ore 45
  • Classe di laurea L-12
Claudia Breviglieri / Professoressa a contratto
Prerequisiti

Buona padronanza della lingua italiana scritta.

Obiettivi del corso

Il presente modulo si prefigge i seguenti obiettivi formativi:
. consolidamento delle competenze analitiche;
. acquisizione delle competenze e delle strategie traduttive;
. acquisizione di una maggiore padronanza terminologica relativamente alle
tipologie testuali proposte dalla docente;
. apprendimento delle tecniche di documentazione, redazione, cura e revisione
(proofreading) più adeguate ai testi da tradurre;
. avviamento al raggiungimento di autonomia e professionalità.

Programma del corso

Il presente modulo, dedicato sia alla prassi che alla teoria della traduzione, la
cosiddetta traduttologia, si rivolge a studenti praticamente ignari delle
problematiche traduttologiche. Il modulo si prefigge di fornire agli studenti gli
strumenti teorici e metodologici per una corretta riflessione sull'atto di tradurre e
sull'interdipendenza tra il tipo di testo, la sua funzione linguistica o comunicativa e
la forma di traduzione, offrendogli nel contempo strategie traduttive pratiche.

La parte teorica del modulo mira a stimolare la riflessione sulla pluralità di approcci
teorici e sull'intensificarsi di studi negli ultimi anni che attestano l'interesse sempre
più vivo da parte degli studiosi per l'atto del tradurre. All'antica concezione della
traduzione quale mero esercizio di resa automatica da una lingua all'altra si è
sostituito, grazie agli apporti di discipline e orientamenti diversificati, il concetto di
"processo", che investe non solo il piano linguistico ma l'intero sistema socio-
culturale. Per traduzione non si intende quindi più il dannoso esercizio "parola per
parola" su frasi isolate e fuori contesto, ma un'attività che aiuta a capire le
convergenze e le divergenze strutturali, discorsive e testuali tra L1 e L2, rilevabili
negli usi. Alcuni degli argomenti trattati nella parte teorica del modulo sono:
. storia e teoria della traduzione;
. il mestiere del traduttore: aspetti etici e giuridici;
. analisi del testo;
. metodologia: le fasi e le tecniche di lavoro;
. analisi del mercato: il ruolo del traduttore;
. le risorse del traduttore: dizionari, repertori, internet;
. linguaggi settoriali
. la traduzione assistita: i CAT tools

Dal canto suo, la parte pratica del modulo mira allo sviluppo e al consolidamento di
metodi analitici e all'acquisizione di strategie traduttive efficaci. Le lezioni si
svolgeranno quindi come "workshop" in cui, a partire da un testo dato verranno
condotte svariate attività, quali:

. analisi sintattica, semantica, stilistica, relativa al registro e alla destinazione
(readership) del testo di partenza;
. documentazione;
. confronto con testi paralleli autentici rappresentativi dei diversi generi testuali;
. traduzione guidata e autonoma, individualmente e/o in gruppo;
. correzione dei testi di arrivo e commenti da parte del resto della classe (peer
assessment per stimolare il giudizio critico sulle traduzioni proprie e altrui) e da
parte della docente.

Le tipologie testuali che verranno proposte sono:
- l'articolo di giornale,
- la recensione cinematografica,
- il testo letterario,
- il discorso politico,
- il discorso religioso,
- la scheda tecnica,
- l'articolo scientifico.

L'analisi delle diverse scelte traduttive degli elaborati prodotti sarà lo spunto per
ulteriori approfondimenti teorici e pratici.
Verranno dunque approfondite alcune problematiche di traduzione relative alle
tipologie testuali.
Si parlerà anche di informazioni interne al testo da tradurre (grafici, illustrazioni,
tabelle), di presentazione grafica del testo tradotto, di nota del traduttore, di
eventuale adattamento del target text alla sua trasmissione per mezzo di canali
comunicativi diversi (passaggio dalla forma scritta a quella orale o viceversa) e del
momento della consegna.
I testi da tradurre potranno essere materiale autentico assegnato alla docente
come incarico di traduzione da parte di un'agenzia o di un privato, oppure potranno
provenire da quotidiani, riviste, stampa specializzata, siti internet, ecc.
Durante il semestre verranno svolte delle prove in itinere che saggeranno
l'acquisizione di una metodica traduttiva, prerequisito indispensabile per affrontare
autonomamente la traduzione professionale.
La partecipazione mostrata e il livello di autonomia raggiunto verranno presi in
considerazione anche ai fini della valutazione finale.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Newmark, Peter Manual de traducción Cátedra, Madrid, 1995
  • 2.  (A) Osimo, Bruno Manuale del traduttore Hoepli, Milano, 2004
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Testi consigliati
. (C) Eco, U. (2003) Dire quasi la stessa cosa, Milano, Bompiani.
. (C) AA.VV. (1995), Teorie contemporanee della traduzione, Milano, Bompiani.
. (C) Moya, V. (2004) La selva de la traducción, Madrid, Cátedra.
. (C) Mounin, G. (1965), Teoria e storia della traduzione, Torino, Einaudi.
. (C) Nasi, F. (2008) La malinconia del traduttore, Milano, Medusa.
. (C) Venuti, L. (1999), L'invisibilità del traduttore, Roma, Armando.

NB.
. Il corpus dei testi da tradurre verrà distribuito durante il corso.
. Ulteriore bibliografia verrà indicata dalla docente durante il corso.
. Agli studenti verrà richiesta una partecipazione attiva e critica, nonché un importante lavoro di documentazione e traduzione individuale.

Metodi didattici
  • LEZIONI FRONTALI E DIALOGATE
    ESERCITAZIONI
    GRUPPI DI LAVORO
    STRUMENTI A SUPPORTO DELLA DIDATTICA: COMPUTER CON COLLEGAMENTO
    INTERNET, MATERIALE AUDIO, VIDEO, VIDEOPROIETTORE, FOTOCOPIE.
Modalità di valutazione
  • L'apprendimento durante il corso sarà valutato attraverso il course work. La prova d'esame, invece, consiste in una traduzione dallo spagnolo all'italiano di un testo inerente a una delle tipologie testuali approfondite a lezione. Per lo svolgimento della prova sono consentiti dizionari monolingue e bilingue. Il voto sarà assegnato sulla base dei seguenti criteri: capacità di trasferire il contenuto del testo di partenza nel testo d'arrivo con accuratezza (completezza e fedeltà); correttezza grammaticale del metatesto, con particolare attenzione alle strutture sintattiche (conoscenza della grammatica contrastiva ES-IT); proprietà di linguaggio (scelte di registro e lessicali appropriate). Per chi deve ottenere 15 cfu, il voto della prova scritta di traduzione farà media con quello delle prove di Lingua e traduzione spagnola I ' Mod. A 'Lingua e civiltà (6 cfu)
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Spagnolo, Inglese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Spagnolo, Inglese

  Torna alla scheda
 Notizie
  Materiali didattici