Lingua e traduzione cinese ii - Mod. b "traduzione per la promozione turistica"

  • A.A. 2019/2020
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea L-12
Cristiana Turini / Ricercatrice T.D. / Lingue e letterature della Cina e dell'Asia sud-orientale (L-OR/21)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

E' indispensabile una buona conoscenza della cultura cinese ed è richiesta una conoscenza aggiornata degli accadimenti di attualità di maggior rilievo relativi alla Repubblica Popolare Cinese e all'Estremo Oriente in generale. E' necessario, inoltre,
aver sostenuto e superato l'intero esame (scritto e orale) di lingua e traduzione
cinese I; aver sostenuto e superato l'intero esame (scritto e orale) del modulo A di
lingua e traduzione cinese II; aver superato scritto del modulo B di lingua e traduzione cinese II, prima di poter accedere all'orale dello stesso esame.
Ottima conoscenza della grammatica italiana. Per gli studenti non di madrelingua italiana è anche richiesta una buona conoscenza dell'italiano.

Obiettivi del corso

Il corso si propone di introdurre gli strumenti teorici e metodologici di base per l'analisi e la traduzione dal cinese all'italiano di testi scritti, con particolare attenzione a brochure e guide turistiche, nonché di consolidare la conoscenza delle strutture morfosintattiche del cinese. A fine corso si prevede che lo studente abbia acquisito le competenze necessarie alla comprensione di un testo di livello medio, alla produzione di frasi dello stesso livello ed un bagaglio lessicale specifico del settore turistico.

Programma del corso

Durante il corso, verranno presentate strategie e tecniche di base per la traduzione che lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito svolgendo esercizi di traduzione dal cinese, nonché di traduzione di brevi testi dall'italiano. Verrà avviato e completato lo studio di livello medio-avanzato della grammatica cinese attraverso la spiegazione dei complementi predicativi e di alcune forme idiomatiche particolari.
Il programma per chi ha cinese come terza lingua sarà lo stesso, ma in sede di prova d'esame il modulo B sarà verbalizzato come "Lingua e Traduzione cinese III".
Per quanto concerne la grammatica, in particolare verranno affrontati i seguenti argomenti:
- esprimere il grado, l'intensità o il modo dell'azione espressa dal verbo tramite
il complemento di grado; la particella "de"; le componenti che possono formare il complementodi grado. Le possibili posizioni del complemento oggetto; forma negativa del complemento di grado;
- specificare l'esito prodotto dall'azione del predicato attraverso il
complemento di risultato; la stretta relazione tra il verbo reggente, il risultato e il complemento oggetto; verbi e aggettivi risultativi con implicazioni semantiche particolari (come "wan", "dao", "jian","zai", "gei", "dui", "cuo", "cheng"); costruzioni verbali con "zai" risultativo e "zai" risultativo seguito da espressioni temporali;
- specificare la direzione e/o il senso del movimento descritto dal verbo
reggente con il complemento di direzione; complemento direzionale semplice e complesso; i principali direzionali figurati;
- quantificare l'azione del predicato o descriverne la durata utilizzando i complementi di durata e quantità; la posizione del complemento oggetto; complemento di durata e"doppio le"; complemento di quantità e principali classificatori verbali generici, specifici e temporanei;
- segnalare la possibilità o meno che l'azione si svolga con un certo risultato o
in una certa direzione attraverso il complemento potenziale; costruzioni potenziali e
complemento di grado; verbi risultativi e direzionali con implicazioni semantiche particolari in strutture potenziali;
-la preposizione "ba" e il suo specifico utilizzo nelle frasi con
complementi predicativi;
-i più comuni verbi ausiliari.
La seconda parte del corso prevederà la traduzione dal cinese all'italiano di
brochure e guide
turistiche fornite dalla docente

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (C) U. Eco Dire quasi la stessa cosa Bompiani , Milano, 2003 » Pagine/Capitoli: Capp. I, II, III, IV, V, VII, X, XIII
  • 2.  (C) N. Dutrait Leggere la Cina Editrice Pisani , Roma , 2005 » Pagine/Capitoli: Volume intero
  • 3.  (C) Giorgio Casacchia-Bai Yukun Grande dizionario cinese-italiano Cafoscarina , Venezia , 2013
  • 4.  (A) AA.VV. Concise English-Chinese/Chinese-English Dictionary Commercial Press e Oxford University Press , Pechino , 2003
  • 5.  (A) Magda Abbiati Grammatica del Cinese Moderno Cafoscarina , Venezia , 2002
  • 6.  (A) Li Dejin A Practical Chinese Grammar for Foreigners Beijing Language and Culture University Press, Pechino , 2009
  • 7.  (A) Yang Jizhou Hanyu Jiaocheng Voll. 2A e 2b Beijing Yuyan Wenhua Daxue-, Pechino NUOVA EDIZIONE , 2013
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Tutti i materiali da tradurre verranno direttamente forniti dalla docente e saranno reperibili, quando possibile, sulla pagina on-line della docente.

Metodi didattici


  • -Lezioni frontali e dialogate;
    -Esercitazioni scritte e orali sui diversi temi grammaticali e sintattici affrontati durante il corso;
    -Esercitazioni in piccolo e medio gruppo di prassi traduttiva;
    -Ascolto di materiali audio;
    -Impiego di videoproiettore e supporti multimediali;
    -Attività seminariali/laboratoriali.

    Tipologia della lezione erogata: frontale, dialogata, esercitazioni in aula. Taglio didattico adottato: presentazione delle principali nozioni teoriche ed articolazione del successivo momento applicativo; natura del materiale distribuito.
Modalità di valutazione
  • La prova di accertamento sarà sia scritta sia orale. L'elaborato scritto conterrà quattro parti: un dettato, una serie di esercizi semi-strutturati e a basso livello di strutturazione, atti a verificare la capacità dello studente di applicare correttamente le strutture grammaticali studiate, una traduzione di frasi di difficoltà medio-alta dall'italiano, una traduzione dal cinese, con l'uso del dizionario, di un brano relativo al linguaggio settoriale approfondito durante il corso. Per il superamento dello scritto ciascuna sezione dovrà essere almeno sufficiente. La prova orale consterà di un colloquio in cui lo studente sarà chiamato a commentare e, eventualmente, correggere gli errori commessi nella prova scritta, a rispondere con proprietà di linguaggio a domande sulla conoscenza delle teorie e degli argomenti illustrati (60% voto orale), infine affronterà una prova di conversazione con l'esperto linguistico (40% voto orale). Il voto del modulo sarà la media tra scritto e orale.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Cinese, inglese.

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Cinese.