Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Home Cristina Davino Didattica 2016/2017 Metodi di indagine e valutazione nelle scienze sociali

Metodi di indagine e valutazione nelle scienze sociali

  • A.A. 2016/2017
  • CFU 8
  • Ore 60
  • Classe di laurea LM-62
Cristina Davino / Professoressa di ruolo - II fascia / Statistica (SECS-S/01)
Dipartimento di Scienze Politiche, della Comunicazione e delle Relazioni Internazionali
Prerequisiti

Statistica descrittiva, Inferenza.

Obiettivi del corso

Il corso fornisce i principali strumenti di analisi quantitativa per lo studio dei fenomeni politici, economici e sociali.
Il corso è articolato in due parti: (1) la progettazione e la realizzazione di un'indagine campionaria e (2) la costruzione e l'analisi di indicatori sociali.
Il corso consente di: acquisire conoscenze sui temi della misurazione e quantificazione dei fenomeni come strumento di conoscenza a supporto delle decisioni, definire ed interpretare indicatori soggettivi ed oggettivi, saper realizzare tutte le fasi di un'indagine quantitativa.
Esercitazioni su dati reali con l'ausilio di software statistico cosentiranno di saper applicare le conoscenze acquisite.
Durante il corso verranno analizzate le metodologie adottate in indagini realizzate dall'ISTAT o da altri enti produttori di statistiche ufficiali.

Programma del corso

Programma (8 crediti):
Gli argomenti fondamentali del corso sono:
1. La rilevazione dei dati nelle indagini mediante questionario
1.1 La formulazione del questionario
1.2 La tecnica delle scale
1.3 Il campionamento
1.4 L'indagine multiscopo dell'ISTAT
1.5 La valutazione della qualità dei servizi (Customer Satisfaction)

2. Gli indicatori sociali
2.1 Le tipologie di indicatori sociali
2.2 La costruzione di indicatori compositi
2.3 Il rapporto ISTAT sul benessere equo e sostenibile in Italia
2.4 L'indice di sviluppo umano

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (C) Piergiorgio Corbetta La ricerca sociale: metodologia e tecniche - Vol. II. Le tecniche quantitative Il Mulino, Bologna, 2003
  • 2.  (C) Piergiorgio Corbetta La ricerca sociale: metodologia e tecniche - Vol. IV. L'analisi dei dati Il Mulino, Bologna, 2003
  • 3.  (C) Enrica Aureli Cutillo Lezioni di Statistica Sociale - Fonti, strumenti e metodi CISU, Roma, 2002
  • 4.  (C) Domenica Fiordistella Iezzi Statistica per le Scienze Sociali. Dalla progettazione dell'indagine all'analisi dei dati Carocci, Roma, 2009
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Il programma è unico, non ci sono differenziazioni per studenti frequentanti e non frequentanti.

Le lezioni vengono erogate attraverso l'utilizzo di slide disponibili sulla pagina del corso.
Per prepararsi all'esame è indispensabile utilizzare un libro di testo a scelta tra quelli consigliati o un qualsiasi testo che contenga gli argomenti indicati nel programma.

______________________________________________________

Programma (8 crediti)

Parte 1.1, 1.2, 1.3:
P. Corbetta (2003) La ricerca sociale: metodologia e tecniche - Vol. II. Le tecniche quantitative - Il Mulino (Cap.1, Cap. 3, Cap. 4, Cap. 5).
P. Corbetta (2003) La ricerca sociale: metodologia e tecniche - Vol. IV. L'analisi dei dati - Il Mulino (Cap.1).

Oppure D. F. Iezzi (2009) Statistica per le Scienze Sociali - Carocci (Cap. 1, Cap. 2, Cap. 3, Cap. 4, Cap. 5 (escluso paragrafi 5.4.4 e 5.4.5), Cap. 6).

Parte 1.4:
ISTAT (2006) Il sistema di indagini sociali multiscopo. Contenuti e metodologia delle indagini (Cap. 2, 10, 11, 12, 13)
http://www.istat.it/it/files/2014/06/met_-norme_06_31_il_sistema_di_indagini_multiscopo.pdf

Parte 1.5:
C. Davino (2009) Strumenti statistici per la misurazione della qualità dei servizi. In In (K. Giusepponi a cura di) Gestione e controllo nelle Pubbliche Amministrazioni. Strumenti operativi e percorsi di innovazione, Cap. 19, Giuffrè Editore.

Parte 2.1 e 2.2:
E. Aureli Cutillo (2002) - Lezioni di Statistica Sociale - Fonti, strumenti e metodi - CISU (Cap. 4, paragrafi 4.1.1, 4.1.2, 4.2.1, 4.2.2, 4.2.4)

Oppure D. F. Iezzi (2009) Statistica per le Scienze Sociali - Carocci (Cap. 11).

Parte 2.3:
ISTAT (2015) Il benessere equo e sostenibile in Italia. Rapporto BES 2015 ISTAT.
http://www.istat.it/it/files/2015/12/Rapporto_BES_2015.pdf
(Pag. 1-66)

Parte 2.4
UNDP (2015) Technical notes
http://hdr.undp.org/sites/default/files/hdr2015_technical_notes.pdf

Letture consigliate (non obbligatorie)
UNDP (2015) Human development Report.
http://hdr.undp.org/sites/default/files/2015_human_development_report.

M. Fortini (2000) Linee guida metodologiche per rilevazioni statistiche, ISTAT
http://www3.istat.it/strumenti/metodi/lineeguida.pdf

Freudenberg, M. (2003), "Composite Indicators of Country Performance: A Critical Assessment", OECD Science, Technology and Industry Working Papers, 2003/16, OECD Publishing. doi: 10.1787/405566708255
http://www.oecd-ilibrary.org/docserver/download/5lgsjhvj7lbt.pdf?expires=1462741089&id=id&accname=guest&checksum=41D959D1CE2A7E590E74BFD59F5E3BBD

Metodi didattici
  • Alle lezioni frontali sono affiancate lezioni interattive con gli studenti su temi oggetto del corso ed esercitazioni in laboratorio con l'ausilio di software statistico.

    Le lezioni su temi di discussione hanno l'obiettvo di stimolare gli studenti a verificare come progettare le diverse fasi di un'indagine quantiativa.

    Le esercitazioni prevedono la risoluzione di casi pratici di applicazione delle metodologie indicate nel programma per acquisire la capacità e la sensibilità all'utilizzo degli strumenti quantitativi in diversi campi applicativi tra i quali quello sociale ed economico.
Modalità di valutazione
  • L'esame è articolato in due fasi: preparazione di una relazione scritta da consegnare almeno 7 giorni prima dell'appello e prova orale.
    La relazione può essere realizzata singolarmente o in gruppo (non più di 4 persone) ed è finalizzata a dimostrare la capacità di applicare i concetti studiati a problemi reali. La relazione può essere realizzata scegliendo una tra le quattro proposte seguenti: progettazione e simulazione di un'indagine quantitativa, realizzazione di un'indagine quantitativa, analisi di indicatori sociali, realizzazione di un'indagine quantitativa per il confronto tra scale di misura. Suggerimenti per la realizzazione della relazione sono disponibili sulla pagina web del corso.
    La prova orale mira ad accertare l'acquisizione delle basi teoriche per la realizzazione di indagini campionarie e per l'analisi degli indicatori sociali.
    Il voto finale è ottenuto come combinazione della valutazione della relazione e della prova orale.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Parti del corso possono essere svolte in inglese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Inglese