Letteratura e cultura francese iii

  • A.A. 2019/2020
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea L-11
Daniela Fabiani / Professoressa a contratto
Prerequisiti

Competenze di livello medio nell'ambito della storia della letteratura francese e dell'analisi critico-letteraria.

Obiettivi del corso

Acquisizione di conoscenze di livello avanzato nell'ambito della storia della letteratura francese del Novecento, delle teorie critiche sul genere romanzo e sullo spazio letterario. Consolidamento e sviluppo delle competenze nel campo dell'analisi letteraria. Gli studenti dovranno sviluppare capacità di analisi linguistica, di critica testuale, di contestualizzazione storico-culturale in relazione alla letteratura francese del periodo in esame e alla tematica considerata.

Programma del corso

Scrivere la città: l'immaginario urbano nella letteratura francese del XX° secolo.
Le lezioni intendono mettere in luce le diverse modalità con cui la letteratura nei vari secoli ha rappresentato la città, mostrata ora come mito, ora come personaggio, ora come semplice ambientazione su cui sviluppare storie immaginarie. In particolare verranno prese in considerazione le opere di due autori francofoni, Julien Green e Sylvie Germain, che ben esprimono l'evoluzione della rappresentazione urbana nella letteratura del 1900, specialmente in relazione alle città di Parigi e Praga, in cui l'iscrizione della metropoli nel tessuto narrativo si presenta come la modalità più adeguata per esprimere le profonde mutazioni sociali e culturali della post-modernità.
All'introduzione teorica sul concetto di spazio e di spazio urbano, su cui la critica soprattutto del 1900 ha a lungo dibattuto, seguirà una breve disamina della rappresentazione della città nell' opera di alcuni autori significativi al riguardo, e verranno analizzati nello specifico i testi di Julien Green, Si j'étais vous e Paris, e di Sylvie Germain , Eclats de sel e La pleurante des rues de Prague .

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Julien Green , Si j'étais vous, Fayard poche, (o altra edizione), Paris,, 1993
  • 2.  (A) Julien Green, Paris, Ed.du Champ Vallon (o altra edizione), Paris,, 1983
  • 3.  (A) Sylvie Germain, Eclats de sel, Gallimard, , Paris,, 1997
  • 4.  (A) Alain Goulet, S. Germain, oeuvre romanesque, L'Harmattan,, Paris, , 2006 » Pagine/Capitoli: pp. 151-166.
  • 5.  (A) Stéphane Gailly, Le mythe de Prague dans les littératures européennes, H. Champion,, Paris, , 2007
  • 6.  (A) Yves Combeau, Histoire de Paris, PUF, , Paris, , 1999
  • 7.  (A) Sandra Teroni (a cura di), Il romanzo francese del Novecento, Laterza,, Roma-Bari,, 2008
  • 8.  (C) G. Steiner, Una certa idea di Europa, Garzanti,, Milano,, 2007
  • 9.  (A) Sylvie Germain, La pleurante des rues de Prague, Gallimard, Paris, 1992
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Lo studente leggerà i testi dei due autori in programma cui aggiungerà un saggio critico su ogni autore letto, scelto all'interno della bibliografia che sarà fornita dalla docente all' inizio delle lezioni e inserita nella sua pagina web.
Gli studenti non frequentanti dovranno integrare il programma indicato,compreso il testo consigliato, con il volume di K. Stierle, La capitale des signes. Paris et son discours, Paris, Ed. De la Maison des sciences de l'homme, 2001.

Metodi didattici
  • Lezioni frontali; lezioni frontali dialogate; esercitazioni in aula; attività laboratoriali; visione di materiale digitale.
Modalità di valutazione
  • Esame orale volto ad accertare: conoscenze nell'ambito della storia letteraria francese, del genere narrativo analizzato e delle teorie relative allo spazio letterario; competenze nel campo della critica letteraria (comprensione testuale; analisi testuale; interpretazione critica). In particolare la prova orale prevede: l'analisi critica, sulla base di quanto affrontato durante il corso, dei testi in programma; l'illustrazione e la presentazione critica delle problematiche affrontate durante le lezioni.
    Il voto sarà assegnato sulla base dei seguenti criteri: conoscenza dei lineamenti della letteratura e della teoria (25% del voto); capacità di contestualizzare in maniera soddisfacente un testo (25% del voto); capacità di analisi critica (25% del voto); proprietà di linguaggio (25% del voto).
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

francese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

francese