Linguistica generale - Mod. a

  • Linguistica generale Classe: L-10
  • A.A. 2015/2016
  • CFU 9, 9(m)
  • Ore 45, 45(m)
  • Classe di laurea L-11, L-10(m)
Diego Poli / Professore di ruolo - I fascia / Glottologia e linguistica (L-LIN/01)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Buona cultura di base, capacità di analisi, interpretazione critica.

Obiettivi del corso

Fornire al discente i principi di base dell'analisi del linguaggio fonico mettendolo in
grado di comprendere analiticamente la relazione fra la propria varietà di lingua e la processualità linguistica. Ci si attende una graduale acquisizione delle applicazioni dell''API, dei principi teorici della linguistica, della capacità riflessiva sui fenomeni di lingua.
i "Risultati di apprendimento attesi "(le competenze specifiche che verranno acquisite dagli studenti al termine del corso, con particolare riferimento alle conoscenze teoriche e applicate e alle capacità comunicative e di giudizio autonomo), distinguendoli quindi dagli obiettivi di apprendimento, che comportano una descrizione più sintetica e generale del corso.

Programma del corso


Il tema generale verterà sui principi di teoria del linguaggio con particolare riferimento agli elementi minimi costitutivi della cognizione, alle proprietà semiotiche, alle trasformazioni della lingua. Il tema specifico verterà sui principi della linguistica storica e tipologica.

Altre informazioni / materiali aggiuntivi

I frequentanti e i non frequentanti sono tenuti allo studio del volume di Giorgio Graffi e Sergio Scalise "Le lingue e il linguaggio" il Mulino (Terza edizione, 2013), a esclusione del capitolo sulla fonetica, al quale i non frequentanti aggiungeranno il volume di Robert Robins "Storia della linguistica", il Mulino (qualsiasi edizione).

Metodi didattici
  • Il corso è affiancato da un laboratorio propedeutico di fonetica finalizzato a facilitare
    nei discenti la comprensione della dimensione acustico-fonatoria della lingua. Con
    l'applicazione di strategie didattiche mirate, il discente sarà progressivamente condotto a sviluppare le capacità di analisi che lo mettano in grado di segmentare il continuum linguistico nei suoi elementi compositivi.
Modalità di valutazione
  • Prova scritta propedeutica volta all'accertamento delle conoscenze fonetiche tramite questionario, seguita da una prova orale per l'accertamento delle capacità di analisi e di ricomposizione delle componenti fondamentali della lingua.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

La docenza sarà professata in italiano secondo l'attuale standard; l'apparato esemplificativo si servirà di numerose lingue occidentali e orientali, moderne e antiche.