Storia della filosofia morale

  • A.A. 2015/2016
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea L-5
Donatella Pagliacci / Professoressa di ruolo - II fascia / Filosofia morale (M-FIL/03)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

- Buona conoscenza della lingua italiana ?
- Capacità di ascolto, dialogo e rielaborazione critica
- Conoscenza adeguata della Storia della filosofia e possesso di nozioni teoriche
di base ?nell'ambito della Filosofia teoretica e della Filosofia morale.

Obiettivi del corso

Il corso si propone di fornire le conoscenze necessarie per una comprensione critica delle problematiche filosofico-morali attraverso il confronto con le teorie che i filosofi hanno elaborato nella storia della cultura occidentale. Specificatamente gli studenti devono essere in grado di individuare e distinguere le differenze specifiche tra le principali visioni dell'etica e della morale sviluppate in epoca moderna, saper cogliere gli elementi di continuità/discontinuità tra la tradizione moderna e quella contemporanea e ricostruire con gli opportuni riferimenti testuali la nozione di ipermorale. Con l'approfondimento dei suddetti contenuti si intende promuovere lo sviluppo di un pensiero critico, il confronto critico e il dialogo.

Programma del corso

Morale e ipermorale. Tra Schopenhauer e Gehlen
- La morale tra Kant e Schopenhauer
- Il fondamento della morale
- La nozione di ipermorale

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) A. Schopenhauer Il fondamento della morale Laterza, Roma-Bari, 2005
  • 2.  (A) A. Gehlen Morale e ipermorale. Un'etica pluralistica Ombre Corte, Verona, 2001
  • 3.  (A) M. Ivaldo Storia della filosofia morale Editori Riuniti, Roma, 2009 » Pagine/Capitoli: parti scelte e indicate a lezione
  • 4.  (C) A. Gehlen L'uomo. La sua natura e il suo posto nel mondo Feltrinelli, Milano , 1983
  • 5.  (C) G. Riconda Schopenhauer interprete dell'Occidente Mursia, Milano , 1986
  • 6.  (C) A. Gehlen Antropologia filosofica e teoria dell'azione Guida, Napoli, 1990
  • 7.  (C) L. Pica Camarra L'antropologia di Schopenhauer Loffredo, Napoli, 1996
  • 8.  (C) M. Russo I corpi pie le istituzioni. Studio su Gehlen Palomar, Bari, 1996
  • 9.  (C) C. Vigna Introduzione all'etica Vita & Pensiero, Milano , 2001
  • 10.  (C) N. Cian Redenzione, colpa, salvezza. All'origine della filosofia di Schopenhauer Ass. Trenitna di Scienze umane, Trento, 2002
  • 11.  (C) M. T. Pansera (ed.,) Il paradigma antropologico di Arnold Gehlen Mimesis, Milano , 2005
  • 12.  (C) I. Vecchiotti Introduzione a Schopenhauer Laterza, Roma-Bari, 2005
  • 13.  (C) A. Borsari Schopenhauer educatore? Storia e crisi di un'idea tra filosofia morale, estetica e antropologia University Press, Firenze, 2012
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Gli studenti che assicurano la presenza alle lezioni dovranno studiare i testi adottati nelle parti indicate. Coloro che non potranno assicurare la frequenza alle lezioni, oltre ai testi adottati sono tenuti alla conoscenza di un testo tra quelli consigliati, da concordare preventivamente con la docente

Metodi didattici
  • Accanto alle lezioni frontali saranno promossi e valutati percorsi di approfondimento,
    individuali o per piccoli gruppi, su tematiche specifiche da correlare a quelle già
    affrontate durante il corso. Tali approfondimenti saranno presentati mediante una
    esposizione orale e una breve relazione scritta.
Modalità di valutazione
  • Nella verifica orale oltre alla conoscenza puntuale dei contenuti, verranno valutati i
    percorsi di ricerca personali, anche nella forma scritta della relazione breve, le
    capacità critiche e la rielaborazione critica degli argomenti svolti.