Antropologia filosofica

  • A.A. 2017/2018
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea L-5
Donatella Pagliacci / Professoressa di ruolo - II fascia / Filosofia morale (M-FIL/03)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

- Buona conoscenza della lingua italiana
- Capacità di ascolto, dialogo e rielaborazione critica
- Conoscenza adeguata della Storia della filosofia e possesso di nozioni teoriche
di base nell'ambito della Filosofia teoretica e della Filosofia morale.

Obiettivi del corso

Il corso intende confrontarsi con i principali approcci all'antropologia filosofica, misurarsi con il significato e l'attualità di questo indirizzo del pensiero filosofico e scorgere le principali linee interpretative che si dibattono sugli argomenti di cui si
occupa la disciplina. Articolare e ripercorrere le linee principali della ricerca antropologica può essere uno strumento efficace per far maturare un pensiero critico
e aperto al dialogo. La messa a fuoco di temi particolari quali: il rapporto con la
natura, la nascita della cultura e delle istituzioni, ma anche il ruolo dei miti e il senso
della storia sono alcuni dei nuclei che verranno presi in esame e approfonditi
attraverso lo studio e l'analisi dei testi.

Programma del corso

L'essere umano tra natura, cultura e istituzioni
1. Natura, mondo esteriore dei fatti
2. Definizione dell'uomo in termini di cultura
3. Mito e religione

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) U. FADINI Antropologia filosofica, in P. Rossi (ed) UTET , Torino, 1995 » Pagine/Capitoli: pp. 495-521.
  • 2.  (A) A. GEHLEN, L'uomo delle origini e la tarda cultura Mimesis, Milano-Udine , 2016 » Pagine/Capitoli: pp. 21-139; 147-151; 253-301.
  • 3.  (A) E. CASSIRER, Saggio sull'uomo. Introduzione a una filosofia della cultura Mimesis , Milano-Udine , 2011
  • 4.  (A) V. RASINI, Percorsi dell'antropologia filosofica contemporanea Carocci, Roma, 2008
  • 5.  (C) G. MATTEUCCI, Il sapere estetico come prassi antropologica. Cassirer, Gehlen e la configurazione del sensibile ETS , Pisa, 2010
  • 6.  (C) I. RANDAZZO, Antropologia e biologia in Ernst Cassirer Bonanno, Acireale, 2012
  • 7.  (C) H. PLESSNER I gradi dell'organico e l'uomo. Introduzione all'antropologia filosofica Bollati Boringhieri, Torino, 2006
  • 8.  (C) A. GEHLEN L'uomo. La sua natura e il suo posto nel mondo Feltrinelli, Milano , 1983
  • 9.  (C) M. Scheler La posizione dell'uomo nel cosmo Franco Angeli , Milano , 2009
  • 10.  (C) A. GEHLEN, L'uomo nell'era della tecnica. Problemi socio-psicologici della civiltà industriale Armando, Milano, 2003
  • 11.  (C) M. T. PANSERA (ed.) Il paradigma antropologico di Arnold Gehlen Mimesis, Milano, 2005
Metodi didattici
  • Accanto alle lezioni frontali, verranno svolte delle lezione dialogate, grazie alle quali
    gli studenti potranno acquisire un metodo di apprendimento dialogico-critico,
    finalizzato all'individuazioni di problematiche e alla risoluzioni di eventuali questioni
    teoriche di particolare rilevanza scientifica.
Modalità di valutazione
  • Oltre la verifica orale verranno valutati: percorsi di ricerca personali, anche nella
    forma scritta della relazione breve; le capacità analitiche e critiche; la puntualità
    nell'esposizione e gli eventuali approfondimenti svolti. La prova orale accerterà: la
    conoscenza degli autori e delle loro opere, l'analisi critica delle tesi presentate
    durante il corso; la capacità di orientarsi sulla letteratura critica di riferimento. il
    voto sarà assegnato sulla base dei seguenti criteri: conoscenza e analisi critica degli
    argomenti esposti. Conoscenza e utilizzo del lessico specifico.