Letteratura per l'infanzia

  • A.A. 2016/2017
  • CFU 8
  • Ore 48
  • Classe di laurea L-19
Dorena Caroli / Professoressa di ruolo - II fascia / Storia della pedagogia (M-PED/02)
Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo
Prerequisiti

Conoscere la storia della letteratura italiana e delle istituzioni educative tra Ottocento e Novecento.

Obiettivi del corso

Il corso si propone di affrontare la metodologia di studio del libro per l'infanzia e le nuove prospettive di ricerca italiane e internazionali, e di analizzare le opere di alcuni autori italiani e stranieri per l'infanzia dell'Ottocento e del Novecento dal punto di vista dei contenuti educativi.
Il corso offre anche un modulo comparativo sulla storia dell'infanzia e dei libri per bambini in Russia e un modulo di pedagogia della lettura per la fascia di età 0-3 anni.

Programma del corso

Primo Modulo
Introduzione metodologica:
A) Teoria della letteratura per l'infanzia; testi scolastici e libri per l'infanzia; la letteratura per l'infanzia: un genere da scoprire e rivalutare.

Secondo modulo
Dall'inizio del Novecento al dopoguerra:
Luigi Bertelli: Ciondolino, Il Giornalino di Gian Burrasca, Le novelle lunghe.
Principali autori del fascismo: temi, generi e stile.
Il dopoguerra: Italo Calvino, Il sentiero dei nidi di ragno, Marcovaldo ovvero le stagioni in città (con una lettura integrale obbligatoria a scelta).
Gianni Rodari, Le avventure di Cipollino, Favole al telefono (con una lettura integrale obbligatoria a scelta).

Terzo modulo
Storia dell'infanzia e della letteratura per l'infanzia in Russia
Il problema sociale dell'Infanzia abbandonata.
A.S. Makarenko e la famiglia collettiva sovietica.
Nuovi libri e eroi per l'infanzia dopo la Rivoluzione d'ottobre.

Quarto modulo
La pedagogia della lettura per i bambini di 0-3 anni:
Il progetto nati per leggere; la lettura ad alta voce. La costruzione del piacere del testo. L'animatore socio-educativo nelle biblioteche per ragazzi.
Maurice Sendak, Nel paese dei mostri selvaggi;
Mireille d'Allancé, Che rabbia.
Else Holmelund Minarik, Orsetto.


Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Anna Ascenzi Metamorfosi della cittadinanza. Studi e ricerche di insegnamento della storia, educazione civile e identità nazionale in Italia tra Otto e Novecento Eum, Macerata, 2009 » Pagine/Capitoli: 7-63, 181-333
  • 2.  (A) Dorena Caroli Cittadini e patrioti. Educazione, letteratura per l'infanzia e costruzione dell'identità nazionale nella Russia Sovietica EUM, Macerata, 2011 » Pagine/Capitoli: 9-17, 103-312
  • 3.  (A) R. Valentino Merletti, L. Paladin Libro fammi grande. Leggere nell'infanzia Idest, Campi Bisenzio, 2012 » Pagine/Capitoli: 7-110
  • 4.  (C) Mariella Colin I bambini di Mussolini. Letteratura, libri, letture per l'infanzia sotto il fascismo La Scuola, Brescia, 2012 » Pagine/Capitoli: pp. 5-503
  • 5.  (C) Anna Ascenzi Education and metamorphoses of citizenship in contemporary Italy Eum, Macerata, 2009 » Pagine/Capitoli: 7-288 (per studenti Erasmus)
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

La lettura dei libri di Sendak, D'Allancé e Minarik è obbligatoria.
E' altrettanto obbligatoria la lettura di due opere di Calvino e Rodari (una ciascuno delle due indicate nel programma), in qualsiasi edizione integrale.
Gli studenti leggeranno poi obbligatoriamente uno dei due libri seguenti, a scelta: Alice nel paese delle meraviglie (1865) di L. Carroll e il Piccolo principe (1943) di A. Saint-Exupery in una qualsiasi edizione in versione integrale
Verranno inserite sulla pagina docente alcune dispense di brani scelti e di pedagogia della lettura al nido che gli studenti dovranno stampare prima delle lezioni.
I libri (C) sono consigliati per ulteriori approfondimenti OPPURE per gli studenti Erasmus (versione in inglese di quello di Anna Ascenzi. Agli studenti Erasmus saranno poi consigliate le letture delle opere di Calvino o Rodari in inglese).
Per completare la parte sulla Russia gli studenti potranno leggere: D. Caroli, Ideali, Ideologie e modelli formativi. I Pionieri in Urss (1922-1939), Milano, Unicopli (ristampa del 2015), pp. 240.

Metodi didattici
  • Lezioni frontali dialogate, che hanno lo scopo di presentare ed esaminare i principali temi del corso.
    Lettura critica dei brani scelti di libri per l'infanzia e analisi dei modelli educativi, nonché degli aspetti letterari. Esercitazioni scritte di brani scelti per l'infanzia volte a orientare gli educatori nella scelta dei libri appropriati.
    Eventuale visita guidata al museo della scuola "Paolo e Ornella Ricca" presso l'università degli studi di Macerata, ove è conservata una ricca collezione di libri per l'infanzia e di manuali scolastici.
Modalità di valutazione
  • Prova intermedia scritta con domande aperte (sull'introduzione al corso e sul primo modulo) volte a valutare il livello di conoscenza dei contenuti del corso, l'uso appropriato del linguaggio specialistico della teoria e della storia della letteratura per l'infanzia e le capacità di rielaborazione delle informazioni in un testo di lunghezza predeterminata.
    Prova finale scritta con domande aperte, tese ad accertare le conoscenze acquisite sui contenuti del corso e le capacità di analisi dei principali autori della letteratura per l'infanzia e in particolare per la primissima infanzia.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

inglese