Didattica delle lingue straniere - Mod. b

  • A.A. 2014/2015
  • CFU 3
  • Ore 15
  • Classe di laurea L-11
Edith Cognigni / Ricercatore / Didattica delle lingue moderne (L-LIN/02)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Conoscenza delle lingua italiana. La frequenza del modulo A di "Didattica delle
lingue straniere" o di un precedente corso di glottodidattica può facilitare la
comprensione dei contenuti e la partecipazione attiva degli studenti al corso.

Obiettivi del corso

Conoscere i principi teorico-metodologici fondamentali dell'educazione linguistica in
riferimento all'italiano come lingua non materna e saperli applicare ai suoi diversi contesti di insegnamento in Italia e all'estero.

Programma del corso

Il corso presenta i fondamenti teorici e metodologici dell'educazione linguistica applicandoli all'insegnamento dell'italiano come lingua non materna. Alla
luce di alcuni contributi della linguistica acquisizionale e della glottodidattica, si
discuteranno le principali ricadute psico/sociolinguistiche del processo di
apprendimento dell'italiano come lingua seconda (L2) e straniera (LS) rendendole
oggetto di riflessione ed applicazione in differenti contesti di apprendimento
guidato. Le modalità didattiche del corso prevedono una partecipazione attiva da parte di studentesse e studenti, con lavori di coppia e di gruppo, esercitazioni anche con uso di risorse informatiche per il reperimento e l'analisi di materiali glottodidattici.

Contenuti del corso:
- profili di apprendenti dell'italiano L2/LS: motivazioni e bisogni
- interlingua e e sequenze acquisizionali
- varietà sociolinguistiche dell'italiano in prospespettiva didattica
- progettare percorsi didattici mirati
- valutazione e certificazione delle competenze linguistico-comunicative


Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) P. Diadori, M. Palermo, D. Troncarelli Manuale di Didattica dell'italiano L2 Guerra, Perugia, 2009 » Pagine/Capitoli: capp. 1-4, 8, 12.
  • 2.  (C) E. Cognigni, F. Vitrone (a cura di) FacilITAs : facilitare l'apprendimento/insegnamento dell'italiano L2 Wizarts, Porto S.Elpidio, 2008
  • 3.  (C) M. Vedovelli Guida all'italiano per stranieri. Dal Quadro comune europeo per le lingue alla Sfida salutare Carocci, Roma, 2010
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

PROGRAMMA DA 3 CFU PER FREQUENTANTI: capp. 1, 2, 3, 4, 8, 12 del testo nr. 1; appunti e materiali delle lezioni.
PROGRAMMA DA 3 CFU PER NON FREQUENTANTI: capp. 1, 2, 3, 4, 7, 8, 9, 10, 12 del testo nr. 1.

Metodi didattici
  • Lezione frontale e partecipata, lavori di coppia e di gruppo, esercitazioni in aula, impiego di risorse online.
Modalità di valutazione
  • La prova finale del modulo B consisterà in un ESAME ORALE sulle conoscenze e
    competenze teorico-metodologiche obiettivo del corso. Il voto ottenuto avrà un peso del 25% sul voto globale dell'esame in "Didattica delle lingue straniere" (il restante 75% è definito dal voto ottenuto nella prova scritta relativa al modulo A).