Informazioni
» Vai all'elenco delle AULE TEAMS dei docenti

Seminario di storia della pedagogia - Storia dell'educazione femminile in eta moderna

  • A.A. 2020/2021
  • CFU 3
  • Ore 21
  • Classe di laurea L-5
Elisabetta Patrizi / Professoressa di ruolo - II fascia / Storia della pedagogia (M-PED/02)
Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo
Prerequisiti

Nessuno

Obiettivi del corso

Il corso si propone di:
- fornire un quadro sulla più recente e accreditata riflessione storiografia sulla storia delle donne,
- offrire le principali coordinate inerenti la storia dell'educazione femminile in Europa in età moderna, riservato una particolare attenzione al contesto italiano.

Programma del corso

- Le donne come oggetto di studio. Il passaggio dalla soria delel donen vista dagli uomini a una storia al femminile
- La cultura e l'istruzione delle donne nell'Europa dell'età moderna: prassi, canali ed istituzioni educative
- Isotta Nogarola: esempio illustre di donna umanista
- Gli stati lodevoli delle donne spiegati dal vescovo Agostino Valier
- Un'istituzione educativa di lunga durata: i conservatori femminili e il caso di studio del conservatorio romano delle "Viperesche"
- Il salotto: spazio di libera espressione e di crescita culturale.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) E. Patrizi (a cura di) La storia dell'educazione femminile in età moderna (sec. XV-XVIII) Dispensa di saggi per il seminario di Storia della pedagogia Università degli Studi di Macerata, Macerata, 2020 » Pagine/Capitoli: La dispensa è composta da 7 saggi, che vanno studiati integralmente
Metodi didattici
  • Lezioni frontali, accompagnate dall'utilizzo di presentazioni in Power Point e caratterizzate da spazi di lettura ragionata e condivisa dei testi presenti nella dispensa.
Modalità di valutazione
  • La verifica finale si svolgerà in forma orale secondo il calendario degli appelli d'esame stabiliti per questo insegnamento.
    Durante il corso sarà effettuata una prova intermedia facoltativa in forma scritta, che permetterà allo studente di essere valutato su una parte del programma di studio del corso. Gli studenti che avranno superato la prova saranno esaminati nelle date d'appello d'esame sulla restante parte del programma di studio. La valutazione delle prova intermedia andrà a fare media con la valutazione ottenuta nella verifica finale.
    Gli elementi che saranno presi in considerazione nella valutazione finale degli studenti saranno i seguenti: 1) Livello di approfondimento rispetto ai temi trattati durante il corso, 2) Chiarezza espositiva, 3) Uso appropriato del linguaggio specifico della disciplina, 4) Capacità di contestualizzazione di eventi e concezioni del passato.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

inglese, francese