Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Home Emanuela Stortoni Didattica 2018/2019 Laboratorio di metodologie della ricerca archeologica

Laboratorio di metodologie della ricerca archeologica

  • A.A. 2018/2019
  • CFU 6
  • Ore 36
  • Classe di laurea L-1,L-15
Emanuela Stortoni / Ricercatrice / Archeologia classica (L-ANT/07)
Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo
Prerequisiti

Conoscenze informatiche; conoscenze basilari di natura geologica.

Obiettivi del corso

Fornire allo studente una visione storica, dinamica e aggiornata della ricerca archeologica, che tenga conto dell'evoluzione e dei profondi cambiamenti strutturali che la disciplina ha conosciuto negli ultimi decenni. Raccontare l'archeologia alla luce dei suoi metodi, teorie e rapporti con le discipline che le sono affini, ma anche come forma mentale e modo di guardare la realtà. Dagli studenti ci si attende una preparazione di base che consenta loro di: acquisire basilari capacità di ricerca sul campo anche con l'aiuto dei più moderni strumenti tecnologici ed informatici; leggere ed interpretare la cartografia; operare una georeferenziazione dei siti; comprendere e gestire in modo adeguato la ricognizione di superficie, lo scavo stratigrafico e subacqueo; redigere la documentazione di scavo; realizzare il rilievo grafico e fotografico di manufatti e strutture con relativa rielaborazione informatica; catalogare, classificare, disegnare i manufatti.

Programma del corso

Modulo I:

Introduzione allo studio della disciplina e del suo metodo di ricerca.
Storia degli studi: dalla 'antiquaria', al Winckelmann fino alle 'nuove archeologie'.

Modulo II:

Conoscenza ed utilizzo dei più moderni strumenti tecnologici ed informatici di ricerca.
La cartografia e la georeferenziazione dei siti.
Stratigrafia, tecnica e documentazione della ricognizione di superficie, dello scavo stratigrafico e subacqueo.
La documentazione di scavo.
IL rilievo grafico e fotografico di manufatti e strutture con relativa rielaborazione informatica.
Classificazione, catalogazione e disegno dei manufatti archeologici.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) D. MANACORDA Lezioni di Archeologia Editori Laterza, Bari, 2008 » Pagine/Capitoli: pp. 3-259
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Le lezioni saranno integrate da dispense e supporti audiovisivi, reperibili nella biblioteca del Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo. Previsto il diretto utilizzo di strumenti tecnologici e software. Facoltativa, ma vivamente consigliata, la partecipazione a: scavo archeologico nell'area delle terme romane di Tifernum Mataurense - Sant'Angelo in Vado (PU) diretto dalla docente; esperienze di archeologia subacquea eventualmente attivate in convenzione con altri atenei; ricognizioni di superficie dirette dal prof. U. Moscatelli.

Metodi didattici
  • Lezioni frontali dialogate sia con il supporto di materiali audio-video, sia con la visione diretta di siti e musei archeologici per orientare alla disciplina. Il corso sarà affiancato da esercitazione individuali e/o di gruppo allo scopo di offrire a ciascun studente la possibilità di misurarsi in prima persona con contenuti e pratiche della disciplina: conoscenza ed utilizzo di strumenti tecnologicamente avanzati per la ricerca sul campo; partecipazione diretta (facoltativa) ad uno scavo archeologico nelle terme romane di Tifernum Mataurense; probabile possibilità di sperimentare una ricerca archeologica in un sito subacqueo; elaborazione di matrix, rilievi grafici e fotografici; interpretazione di mappe cartografiche; georeferenziazione; compilazione delle schede ministeriali (SI, SAS, US, SI, MA, RA, ecc...) previste dall'Istituto Centrale di Catalogo; disegno di manufatti e strutture; analisi su Internet di reti archeologiche.
Modalità di valutazione
  • La prova di accertamento è orale; conterrà una serie di domande con risposte tese ad accertare la conoscenza teorica da parte dello studente di concetti, metodi e pratiche della disciplina. Tra i vari quesiti sarà inserita anche la richiesta di risolvere un problema pratico.

Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

tedesco, inglese

  Torna alla scheda
Calendario
 Notizie
  Materiali didattici
  •  ISCRIZIONE AL SERVIZIO PER IL CONSEGUIMENTO DEL BREVETTO PADI PER ATTIVITA' SUBACQUEE

    Si informa gli studenti che è attivato anche per l'anno 2019 il servizio per il conseguimento del Brevetto PADI di valore internazionale di I e II livello per attività subacquee, organizzato nell'ambito del Laboratorio delle metodologie della ricerca archeologica ed in collaborazione con la Polisportiva maceratese. Il servizio è aperto a tutti gli studenti iscritti ai Corsi di laurea in beni culturali e turismo (triennale e specialistiche) di questo Dipartimento, nelle modalità e nei costi come da locandina allegata. Il modulo di iscrizione, anch'esso di seguito scaricabile, dovrà essere inviato alla sottoscritta tramite mail istituzionale. Sarà possibile iscriversi in ogni momento dell'anno; il servizio, infatti, può essere attivato a scaglioni diversi, previa formazione di gruppi di almeno 5/6 partecipanti.