Storia della traduzione

  • A.A. 2017/2018
  • CFU 9
  • Ore 45
  • Classe di laurea LM-37
Francesca Chiusaroli / Professore di ruolo - I fascia / Glottologia e linguistica (L-LIN/01)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Nozioni di base della linguistica generale e della linguistica storica.

Obiettivi del corso

Conoscenza delle principali tappe della storia del pensiero linguistico occidentale con
riferimento alla questione della traduzione. Acquisizione dei metodi e meccanismi della
traduzione in
scrittura.

Programma del corso

Progetti di lingue artificiali e traduzioni in scrittura, da Wilkins a Emojitaliano:
"caratteristiche" universali, crittografie, tachigrafie, scritture in emoji.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Umberto Eco La ricerca della lingua perfetta nella cultura europea Laterza, Roma-Bari, 1996
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Il testo di Robins è aggiuntivo per i non frequentanti.
Un ulteriore volume (attualmente in corso di stampa) obbligatorio per tutti sarà comunicato in tempo utile.
Si useranno inoltre materiali e fonti in rete.

Metodi didattici
  • Lezione frontale; interventi programmati degli studenti sotto la supervisione del
    docente; impiego di risorse on-line.
    Adozione di un punto di vista diacronico; articolazione della lezione in parte
    introduttiva storica, e applicativa.
Modalità di valutazione
  • Orale: domande sui testi adottati e, per i frequentanti, sui testi e sugli appunti delle
    lezioni. Per i frequentanti è prevista la possibilità di produrre un elaborato scritto su
    un
    argomento trattato a lezione. L'elaborato sarà oggetto di valutazione, verrà discusso
    in
    sede di esame e avrà valore di esonero rispetto agli argomenti trattati a lezione.
    Criteri adottati nella valutazione delle prove: il voto sarà assegnato in base ai seguenti
    criteri: capacità che gli studenti dimostreranno di svolgere i compiti detti sopra;
    proprietà
    di linguaggio, nel registro, nella formalizzazione, nell'uso del metalinguaggio relativo.