Linguistica dei media

  • Linguaggi di web e social media Classe: LM-38
  • A.A. 2019/2020
  • CFU 8, 6(m)
  • Ore 40, 30(m)
  • Classe di laurea L-20, LM-38(m)
Francesca Chiusaroli / Professoressa di ruolo - I fascia / Glottologia e linguistica (L-LIN/01)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Per gli studenti di Scienze della comunicazione: Conoscenza delle nozioni di base di pragmatica della comunicazione. Potrà essere utile avere sostenuto esami di Sociologia della comunicazione.

Per Mediazione linguistica il corso è riservato alla Magistrale (LM-38) con la denominazione di Linguaggi di web e social media, 6 cfu.

Obiettivi del corso

Obiettivi formativi: riconoscimento e analisi dei caratteri e generi della comunicazione scritta per i media, con particolare riferimento alla scrittura dei social network.

Risultati di apprendimento attesi: gli studenti acquisiranno una preparazione di base che consenta loro di riconoscere e analizzare caratteri e generi della comunicazione scritta dei media, con particolare riferimento alla scrittura dei social network.

Programma del corso

Scrittura e social network.
Il corso intende offrire una panoramica delle pratiche di scrittura negli ambienti digitali, con particolare riguardo alla scrittura dei social network. La diffusione degli strumenti digitali ha modificato le abitudini comunicative dei parlanti, soprattutto ampliando l'impiego della scrittura nell'interazione comune e quotidiana. Tradizionalmente deputata alle sole occasioni formali, oggi la scrittura interessa invece contesti comunicativi informali, con l'effetto di demolire la classica distinzione diamesica tra scritto e parlato. La scrittura dei social media determina la configurazione di varietà gergali e registri stilistici, di cui si osserveranno esempi e casistiche.
Le prime dieci ore del corso (equivalenti a 2 cfu) saranno dedicate all'acquisizione della terminologia della linguistica pragmatica applicata alla comunicazione scritta e orale, e sono riservate agli studenti di Scienze della comunicazione. Le restanti trenta ore (4 cfu), per tutti, saranno dedicate all'analisi di casi studio tratti da Facebook, Twitter, Instagram.


Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Giuseppe Patota, Fabio Rossi (a cura di) L'italiano e la rete. Le reti per l'italiano goWare, Firenze, 2018 » Pagine/Capitoli: 174
  • 2.  (A) Sergio Lubello (a cura di) L'e-taliano. Scriventi e scritture nell'era digitale Cesati, Firenze , 2016 » Pagine/Capitoli: 118
  • 3.  (A) Massimo Arcangeli Breve storia di Twitter Castelvecchi, Roma, 2016 » Pagine/Capitoli: 176
Metodi didattici
  • - Lezioni frontali e dialogate.
    - Visione di materiali multimediali.
    - Analisi di casi studio.
    - Esercitazioni in aula. Ai frequentanti sarà richiesto di portare il proprio dispositivo digitale e di dotarsi di un account personale ai social network citati nel programma.

    Approfondimento multidisciplinare: saranno previste attività interdisciplinari con interventi in presenza e a distanza di esperti di comunicazione e lingua dei media.

    Per gli studenti iscritti ai servizi aggiuntivi di didattica on-line potranno essere rese
    disponibili alcune audioregistrazioni delle lezioni. La docente è disponibile per video-
    chiamate da concordare con il tutor tecnico.
Modalità di valutazione
  • Durante il corso si svolgerà una prova intermedia (facoltativa) costituita da domande aperte funzionali ad accertare il livello di apprendimento raggiunto dagli studenti in merito ai contenuti presentati.

    La prova di accertamento finale è scritta e sarà volta ad accertare le conoscenze teoriche acquisite dallo studente sulla base di quanto discusso a lezione e presentato nei testi. Oltre alle conoscenze teoriche e alle competenze pratiche verranno valutate: le capacità critico-argomentative, il livello di approfondimento, la chiarezza e completezza espositiva.

    La prova finale sarà diversa per gli studenti che avranno svolto la prova intermedia e per quelli che non la avranno svolta. Per questi ultimi saranno previste domande relative anche alla prima parte di programma
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Inglese