Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Home Frine Beba Favaloro Didattica 2017/2018 Interpretazione per la comunicazione istituzionale e mediatica - lingua cinese

Interpretazione per la comunicazione istituzionale e mediatica - lingua cinese

  • A.A. 2017/2018
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea LM-38
Frine Beba Favaloro / Professoressa a contratto
Prerequisiti

Lo studente dovrà aver sostenuto con esito positivo gli esami della prima annualità di
Lingua cinese magistrale.
Dovrà avere buona competenza delle principali funzioni linguistiche e comunicative del
cinese. Dovrà essere in grado di utilizzare con scioltezza dizionari bilingue (cinese/italiano
e cinese/inglese) e monolingue, nonché enciclopedie, sia in
forma cartacea che su piattaforma digitale, offline e online.
Una conoscenza degli elementi di base della storia e della cultura cinese è vivamente
consigliata, specialmente per quanto concerne il periodo a partire dalla fondazione della
RPC.

Obiettivi del corso

Il corso intende preparare gli studenti ad affrontare l'interpretazione in consecutiva. Alla
fine del corso i partecipanti avranno acquisito competenza sufficiente a gestire
un'interpretazione in consecutiva in ambito istituzionale, padroneggiandone i concetti
fondamentali e le tecniche di base.

Programma del corso

Il corso prevede l'acquisizione delle competenze linguistiche e traduttive necessarie alla
mediazione orale in un contesto istituzionale, di ambito politico e di comunicazione
sociale.
Lo studio dei materiali audiovisivi che saranno presentati durante il corso, oltre alla
comprensione del lessico e del cotesto in cui esso si presenta, contemplerà anche
l'analisi del contesto, al fine di realizzare un'appropriata trasposizione del discorso
istituzionale.
Saranno inoltre consolidate le tecniche di presa d'appunti e approfonditi temi quali l'etica
dell'interprete e il suo ruolo nel contesto della mediazione linguistica orale.
La frequenza delle lezioni del lettore, che porterà gli studenti ad esercitare gli argomenti
trattati nella direzione italiano¬-cinese, viene considerata indispensabile e
propedeutica all'esame.
Gli studenti non frequentanti dovranno concordare con la docente delle
integrazioni al programma.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Pellatt V., Liu E.T. "Translating the Nation", in Thinking Chinese Translation: A Course in Translation Method Routledge, Londra , 2010 » Pagine/Capitoli: pp108-125
  • 2.  (A) Zhong Y. "The Making of a "Correct" Translation Showcasing the Official Chinese Discourse of Translation", in Meta Les Presses de l'Université de Montréal, Montréal, 2011 » Pagine/Capitoli: pp.796-811
  • 3.  (C) Falbo C., Russo M., Straniero S. F. Interpretazione simultanea e consecutiva Hoepli, Milano, 2008
  • 4.  (C) AA.VV. Xiandai Hanyu Cidian Shangwu Yinshuguan, Shanghai, 2005
  • 5.  (C) Casacchia G.? Bai Y. Grande dizionario cinese italiano Cafoscarina, Venezia, 2013
  • 6.  (C) -- LINE Dictionary: Chinese-English, English-Chinese http://www.linedict.com/, --, 2017
  • 7.  (C) -- Arch Chinese --, http://www.archchinese.com, 2017
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Diversi materiali audio-visuali saranno forniti direttamente dal docente nel corso delle lezioni.

Metodi didattici
  • Il corso prevede l'utilizzo della lezione frontale con ausilio di testi e materiali audio e
    video, riproducenti discorsi e interazioni in ambito istituzionale, che saranno analizzati
    e commentati dal punto di vista traduttivo, lessicale e grammaticale. Verranno
    proposte esercitazioni e lavori di gruppo in cui mettere in pratica le tecniche di
    interpretazione apprese durante la parte di didattica frontale.
    Il corso prevede inoltre degli interventi programmati da parte degli studenti sotto la
    supervisione del docente, in forma di presentazione, in lingua cinese e italiana, di
    articoli tratti dalla stampa contemporanea e inerenti i temi affrontati.
    Il corso infine contempla l'utilizzo di supporti multimediali, videoproiettore, materiale
    audio-video.
Modalità di valutazione
  • La prova d'esame consisterà in due sezioni:
    - una conversazione in lingua cinese su uno degli argomenti trattati durante il corso;
    - una interpretazione in consecutiva, dal cinese all'italiano, di un estratto video o audio
    trattante i temi affrontati durante il corso.
    Il voto sarà assegnato sulla base dei seguenti criteri: capacità di interpretare in maniera
    soddisfacente un testo orale; proprietà di linguaggio in lingua italiana e cinese.
    Le due parti peseranno in egual misura sul voto finale.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Cinese, inglese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Cinese