Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Home Frine Beba Favaloro Didattica 2017/2018 Interpretazione per la cooperazione internazionale - lingua cinese

Interpretazione per la cooperazione internazionale - lingua cinese - Mod. b

  • A.A. 2017/2018
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea LM-38
Frine Beba Favaloro / Professoressa a contratto
Prerequisiti

È propedeutico il superamento della prova finale del Modulo A.
Lo studente dovrà avere una buona competenza delle principali funzioni linguistiche e
comunicative del cinese, con particolare attenzione al contesto traduttivo introdotto con
il Modulo A.
Dovrà avere padronanza delle tecniche di traduzione a vista e di riformulazione
esercitate nel modulo precedente, nonché delle tecniche di presa d'appunti. Dovrà inoltre
essere in grado di utilizzare con agilità dizionari bilingue (cinese/italiano e
cinese/inglese), sia in forma cartacea che in forma digitale, offline e online.

Obiettivi del corso

Il Modulo B approfondisce gli argomenti affrontati nel Modulo A dello stesso
insegnamento, andando a completare il quadro di competenze necessarie
all'interpretazione di trattativa e introducendo gli studenti all'interpretazione in
consecutiva.
Alla fine del corso gli studenti avranno acquisito una padronanza sufficiente a gestire
un'interpretazione di trattativa d'affari di media difficoltà, nonché i concetti fondamentali
e le tecniche di base per poter intraprendere lo studio dell'interpretazione consecutiva.

Programma del corso

Il corso prevede l'acquisizione del vocabolario tecnico necessario in una trattativa
commerciale, focalizzata sugli argomenti più frequenti (pagamenti, ordini, spedizioni,
società, spedizioni, assicurazioni, dispute di risarcimento).
Verranno inoltre introdotti quegli elementi di competenza socio-linguistica e pragmatica
utili nel processo interpretativo, in un contesto di commercio internazionale e
specificatamente italo-cinese.
Saranno infine approfonditi temi quali l'etica dell'interprete e il suo ruolo nel contesto
dell'interpretazione di trattativa.
La frequenza delle lezioni del lettore, che porterà gli studenti ad esercitare gli argomenti
trattati nella direzione italiano-¬cinese, viene considerata indispensabile e propedeutica
all'esame.
Gli studenti non frequentanti dovranno concordare con la docente delle integrazioni al
programma.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Leonesi B Cinese & affari. Manuale pratico di cinese commerciale Hoepli, Milano, 2011 » Pagine/Capitoli: cap. 5-9
  • 2.  (C) Russo M., Mack G. Interpretazione di trattativa. La mediazione linguistico-culturale nel contesto formativo e professionale Hoepli, Milano, 2005
  • 3.  (C) Casacchia G.? Bai Y. Grande dizionario cinese italiano Cafoscarina, Venezia, 2013
  • 4.  (C) AA.VV. Xiandai Hanyu Cidian Shangwu Yinshuguan, Shanghai, 2005
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Diversi materiali audio-visuali saranno forniti direttamente dal docente nel corso delle lezioni.

Metodi didattici
  • Il corso prevede l'utilizzo della lezione dialogica con ausilio di testi e materiali audio
    riproducenti trattative commerciali, che saranno analizzati e commentati dal punto di
    vista lessicale, grammaticale e traduttivo.
    Verranno proposte esercitazioni in aula con simulazioni di interpretazione di trattativa,
    preparate anche in modalità di lavoro di gruppo, con particolare attenzione alla
    performance interpretativa di fronte ad un pubblico.
    Si prevede l'impiego di diverse risorse on-line e supporti multimediali, sia come strumenti
    di traduzione che come materiali audio-video.
Modalità di valutazione
  • La prova d'esame consisterà in due sezioni:
    - una simulazione di interpretazione di trattativa commerciale, in gruppi di tre, nella
    quale saranno passati in rassegna gli argomenti trattati durante il corso e che
    verificherà le competenze traduttive e di produzione orale dello studente;
    - una interpretazione in consecutiva di un estratto video o audio trattante i temi
    affrontati durante il corso.
    Il voto sarà assegnato sulla base dei seguenti criteri: capacità di interpretare in
    maniera soddisfacente un testo orale; proprietà di linguaggio in lingua italiana e
    cinese.
    L'interpretazione di trattativa peserà per il 75% sul voto finale, l'interpretazione in
    consecutiva peserà il 25%.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Cinese, inglese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Cinese