Filosofia e teoria dell'oralita' - Mod.b

  • A.A. 2016/2017
  • CFU 3
  • Ore 15
  • Classe di laurea LM-14,15
Filomena Gagliardi / Professoressa a contratto
Prerequisiti

Conoscenza del mondo antico

Obiettivi del corso

L'obiettivo di questo modulo è concorrere alla formazione di uno studioso in grado di riflettere sull'oralità intesa non solo come uno dei modi in cui si manifesta la cultura, ad es. nella società antica, ma che come cifra stessa dell'antichità.
Alla fine del corso lo studente dovrà essere comunque in grado, partendo dallo studio individuale di fonti antiche e di letteratura secondaria, di ricostruire logicamente le caratteristiche salienti di una società orale come quella antica; in questo processo farà interagire in modo formativo competenze filologiche e filosofiche come auspicato da un corso di Filosofia dell'oralità all'interno di curriculum di studi a carattere filologico.

Programma del corso

-Riflessione sul concetto di oralità
-Oralità e auralità: da Omero a Platone
-L'oralità in Aristotele: la cultura della Performance
-L''oralità della lettura
-Tracce dell'oralità nel mondo moderno e contemporaneo con particolare riferimento al mondo artistico-letterario (o performativo)
-Esame dei testi

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Bruno Gentili Poesia e pubblico nella Grecia antica Laterza, Bari-Roma, 1995 » Pagine/Capitoli: Primi due capitoli della Prima parte
  • 2.  (A) E. A. HAVELOCK Cultura orale e civiltà della scrittura, Da Omero a Platone Laterza, Bari-Roma, 1973 » Pagine/Capitoli: Saranno indicate a lezione le parti da studiare
  • 3.  (A) . A. HAVELOCK Dalla A alla Z: le origini della civiltà della scrittura in Occidente IL Melangolo , Genova , 1987 » Pagine/Capitoli: Saranno indicate a lezione le parti da studiare
  • 4.  (A) W. J. ONG Oralità e scrittura, Le tecnologie della parola Il Mulino , Bologna, 1986 » Pagine/Capitoli: Saranno indicate a lezione le pagine da studiare
  • 5.  (A) L. E. ROSSI L'ideologia dell'oralità fino a Platone, in G. CAMBIANO, L. CANFORA, D. LANZA (a cura di), Lo spazio letterario della Grecia antica, vol. I, t. I Salerno Editrice, Roma, 1992 » Pagine/Capitoli: 77-106
  • 6.  (C) M. VEGETTI (a cura di) Oralità, Scrittura , Spettacolo in M. Vegetti (a cura di), Introduzione alle culture antiche I vol. 1 Bollati Boringhieri, Torino , 1992 » Pagine/Capitoli: Le pagine da tenere presenti saranno indicate a lezione
  • 7.  (C) ODDONE LONGO Tecniche della comunicazione scritta Liguori, Napoli, 1981 » Pagine/Capitoli: pp. 43-48, capitolo intitolato "La trasmissione orale: l'evidenza diretta"
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

-Le parti più significative dei testi sopra indicati saranno lasciate fotocopiate in portineria a disposizione degli studenti
-Altri materiali didattici saranno forniti ed indicati durante le lezioni

Metodi didattici
  • La didattica sarà svolta essenzialmente mediante la lettura di testi in classe e la discussione critica e condivisa degli stessi.

Modalità di valutazione
  • Colloqui orale teso all'accertamento dell'acquisizione, da parte del candidato, dei contenuti dei testi proposti, nonché della capacità critica di riflettere su di essi e di cogliere aspetti tipici dell'oralità.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Greco e Latino

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Greco e Latino

  Torna alla scheda
  Materiali didattici
  • File 3

    Questo file contiene sintesi e materiali sulle lezioni concernenti Aristotele

  • File 2

    Questo file contiene sintesi e materiali relativi alla terza e quarta lezione (Lezioni concernenti l’approfondimento dei seguenti autori: Pindaro, Eraclito, Pitagora, Platone + riferimenti al Pro Archia di Cicerone)

  • File O

    Testi d'esame

  • File 1

    Questo file contiene Sintesi e materiali riferiti alla seconda lezione