Diritto del multiculturalismo

  • A.A. 2017/2018
  • CFU 5
  • Ore 25
  • Classe di laurea L-39
Francesca Moroni / Professore a contratto
Prerequisiti

Nessuno

Obiettivi del corso

L'obiettivo formativo prevalente è rappresentato dallo studio dei riflessi giuridico-sociali del fenomeno migratorio sulla società, soffermandosi sul (rinnovato) ruolo del giurista e dell'operatore sociale; in particolare, si vogliono offrire le basi per affrontare tematiche concrete quali, ad esempio, la funzione delle istituzioni locali nella promozione del dialogo interculturale, le scelte lavorative in rapporto all'appartenenza culturale, questioni connesse all'attuale tema del fine-vita; con l'ulteriore obiettivo di sviluppare, nello studente, l'attitudine a relazionarsi adeguatamente entro i contesti sociali di riferimento caratterizzati dal multiculturalismo, nochè dal pluralismo religioso, da intendersi come strumenti di integrazione socio-culturale. In tale contesto, il rinnovato ruolo dei servizi sociali diventa fondamentale.

Programma del corso

Il programma del Corso si articolerà approfondendo le seguenti tematiche:

Servizi sociali e multiculturalismo;
Il fenomeno migratorio e le nuove sfide del diritto;
Dialogo interculturale nel diritto regionale;
Scelte lavorative in rapporto all'appartenenza culturale;
L'incidenza dell'interculturalità nel diritto;
Libertà di autodeterminazione terapeutica (profili di bioetica laica);
Simboli religiosi nel diritto vivente - rapporto tra spazio pubblico e religione;
Riflessi dell'appartenenza confessionale;
Operatore sociale e contesto multietnico

Altre informazioni / materiali aggiuntivi

FREQUENTANTI: A. Fuccillo (a cura di), Esercizi di laicità interculturale e pluralismo religioso, Giappichelli, 2014, limitatamente ai capitoli 2, 3, 4, 5, 7, 8, 9; dispense/slides che verranno fornite a lezione, reperibili sulla pagina docente

NON FREQUENTANTI: A. Fuccillo (a cura di), Esercizi di laicità interculturale e pluralismo religioso, Giappichelli, 2014, capitoli 1-9.

Metodi didattici
  • Lezioni frontali; lezioni dialogate; esercitazioni (anche scritte) in aula; lavori di gruppo/individuali mediante predisposizione di approfondimenti scritti (ad esempio tesine, da redigere singolarmente o in gruppi di studenti) su un argomento trattato durante il Corso; attività seminariali; intervento di esperti del settore al fine di riportare esperienze concrete.

    Le lezioni si svolgeranno anche mediante l'utilizzo di supporti multimediali in aula (slides, materiale on line) poi reperibili dagli studenti nella pagina docente
Modalità di valutazione
  • L'esame si svolge con modalità orale: viene valutata l'acquisizione di un livello essenziale di conoscenze relative ai principali assetti normativi e strumenti giuridici forniti durante il Corso.


Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Nessuna

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Nessuna