Economia politica

  • Economia politica Classe: L-5
  • A.A. 2018/2019
  • CFU 16, 12, 6(m)
  • Ore 80, 60, 30(m)
  • Classe di laurea L-36, L-5(m)
Fabio Clementi / Ricercatore / Economia politica (SECS-P/01)
Dipartimento di Scienze Politiche, della Comunicazione e delle Relazioni Internazionali
Prerequisiti

Conoscenza delle nozioni matematiche di base.

Obiettivi del corso

Obiettivo del corso è l'acquisizione dei concetti fondamentali e dei metodi d'analisi propri della
scienza economica. La prima parte del corso sviluppa gli argomenti tradizionali della
Microeconomia, intesa come studio dei comportamenti individuali degli agenti economici e dei
problemi posti dalla loro interazione nell'ambito di diverse forme di mercato. La seconda parte
esamina i temi principali della Macroeconomia e i suoi modelli analitici di base. Gli studenti
acquisiranno una preparazione di base che consentirà loro di comprendere i principali
fenomeni del mondo economico moderno impiegando i concetti e gli strumenti di analisi
trattati durante il corso. Acquisiranno la capacità di impiegare quanto appreso nei corsi
formativi in discipline economiche degli anni successivi. Dimostreranno quella padronanza della
terminologia propria della scienza economica che è indispensabile per poter analizzare con
adeguata chiarezza le problematiche affrontate.

Programma del corso

PROGRAMMA DA 12 CFU

Il corso verte sugli argomenti trattati all'interno dei seguenti capitoli del testo di Mankiw e
Taylor:

Cap. 1 - I dieci principi dell'economia
Cap. 2 - Pensare da economista
Cap. 3 - Le forze di mercato della domanda e dell'offerta
Cap. 4 - L'elasticità e le sue applicazioni
Cap. 5 - Dietro la domanda: la teoria delle scelte del consumatore (escludendo "Approcci
comportamentali alle scelte del consumatore")
Cap. 6 - Dietro l'offerta: le imprese in un mercato concorrenziale
Cap. 7 - Consumatori, produttori ed efficienza dei mercati
Cap. 10 - Beni pubblici, risorse collettive e beni meritori
Cap. 11 - Esternalità e fallimento del mercato
Cap. 12 - Economia dell'informazione e comportamentale (escludendo "Le deviazioni dal
modello economico standard")
Cap. 14 - Strutture di mercato I: il monopolio
Cap. 15 - Strutture di mercato II: la concorrenza monopolistica (escludendo "La pubblicità e il
branding" e "I mercati contendibili")
Cap. 16 - Strutture di mercato III: l'oligopolio (escludendo "I modelli di oligopolio")
Cap. 17 - L'economia dei mercati del lavoro
Cap. 20 - Misurare il reddito di una nazione
Cap. 21 - Misurare il costo della vita
Cap. 22 - Produzione e crescita
Cap. 23 - La disoccupazione
Cap. 24 - Risparmio, investimento e sistema finanziario (escludendo "Il mercato dei fondi
mutuabili")
Cap. 26 - Il sistema monetario (escludendo "La Bank of England")
Cap. 27 - Crescita della moneta e inflazione
Cap. 28 - La macroeconomia delle economie aperte: concetti fondamentali (escludendo "Una
semplice teoria della determinazione del tasso di cambio: la parità del potere d'acquisto")
Cap. 31 - Keynes e il modello IS-LM
Cap. 32 - Domanda aggregata e offerta aggregata (escludendo "L'economia neokeynesiana")
Cap. 33 - L'influenza della politica monetaria e fiscale sulla domanda aggregata
Cap. 37 - La crisi finanziaria e il debito sovrano

PROGRAMMA DA 16 CFU

In aggiunta ai capitoli del testo adottato menzionati nel programma da 12 CFU, per gli studenti
che sostengono l'esame da 16 CFU è prevista una serie di esercitazioni integrative per
complessive 20 ore di lezione frontale. Durante le ore di esercitazione saranno svolti esercizi
guidati finalizzati ad applicare quanto appreso ad alcuni problemi pratici. Saranno inoltre
condotti approfondimenti di carattere seminariale su temi specifici, in particolare relativi al
tema della disuguaglianza nella distribuzione del reddito e ai tratti fondamentali della storia
economica d'Italia dall'Unità ai giorni nostri. Per quanto riguarda la tematica della
disuguaglianza economica, si richiede la lettura del Cap. 18 ("Disuguaglianza del reddito e
povertà") del testo di Mankiw e Taylor. Per la disamina delle vicende storiche dell'economia
italiana si fa invece riferimento al capitolo "La crescita economica italiana, 1861-2011" del
testo "L'Italia e l'economia mondiale. Dall'Unità a oggi" a cura di Gianni Toniolo (il testo è
liberamente disponibile sul sito della Banca d'Italia all'indirizzo:
https://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/collana-storica/italia-economia-mondiale/index.html).

PROGRAMMA DA 6 CFU PER STUDENTI DEL CORSO DI STUDI IN FILOSOFIA (L-05)

L'esame verte sugli argomenti trattati all'interno dei seguenti capitoli del testo di Mankiw e
Taylor: 1, 2, 3, 6, 7, 14, 15, 16, 20, 21, 22, 23, 24, 26, 27, 28.

Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Durante le lezioni si utilizzerà materiale didattico che sarà reso disponibile a tutti gli studenti (frequentanti e non frequentanti) attraverso la pagina web istituzionale del docente. In particolare, tale materiale consisterà in:

- slides delle lezioni a cura del docente;
- altro materiale di approfondimento degli argomenti trattati.

Per sopperire alla mancata frequenza delle esercitazioni, agli studenti non frequentanti del corso da 16 CFU è consigliato di provare a risolvere alcuni degli esercizi riportati alla fine di ogni capitolo del testo adottato. Il docente sarà sempre disponibile a fornire delucidazioni e suggerimenti in merito a problematiche riscontrate nello svolgimento degli esercizi.

Metodi didattici
  • - Lezioni frontali dialogate
    - Esercitazioni
Modalità di valutazione
  • La valutazione prevede una prova scritta che consiste in una serie di domande tese ad accertare
    la conoscenza da parte dello studente dei contenuti del programma. Per gli studenti che
    sostengono l'esame da 16 CFU, la prova scritta prevede inoltre la risoluzione di esercizi. Il voto
    massimo conseguibile sostenendo solo la prova scritta è 28/30. La prova orale, a meno di
    indicazioni "ad personam" del docente, è facoltativa e può essere richiesta dallo studente che
    aspiri a migliorare la votazione conseguita con la prova scritta. Il mancato superamento della
    prova scritta non consente comunque il proseguimento dell'esame.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Inglese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Inglese

  Torna alla scheda
Calendario
 Notizie
  Materiali didattici