Ermeneutica filosofica

  • A.A. 2018/2019
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea L-5
Fabiola Falappa / Professoressa a contratto
Prerequisiti

Nessuno

Obiettivi del corso

Obiettivo del corso è introdurre alla lettura e interpretazione del testo filosofico, con
particolare attenzione alle sue forme e alla sua terminologia e di approfondire inoltre lo
statuto e i compiti dell'ermeneutica filosofica, nonché la conoscenza degli elementi
essenziali della storia del pensiero ermeneutico.

Programma del corso

Utopia e storia nel pensiero di Ernst Bloch

L'obiettivo del corso è quello rivolto alla interpretazione dei testi di Ernst Bloch in cui è
maggiormente presente l'ontologia blochiana e, in particolare, la sua intenzionalità, così
da indagare come questa non solo sia esplicita e ricorrente, ma programmaticamente
fondativa dell'intero edificio teorico della filosofia della speranza. Una filosofia che è tale
essenzialmente perché, in primo luogo, è un'ontologia del non-essere-ancora. Si cercherà
di approfondire ermeneuticamente l'autonoma elaborazione ontologica di Bloch per
chiarire quali siano le sorgenti e le ragioni alle quali la coscienza anticipante, intesa come
apertura affettivo-cognitiva universale dell'umanità, attinge per sperare e per dare
seguito storico a ciò che l'intelligenza della speranza insegna.
In questo percorso emergerà che il pensiero, per Bloch, non può né dedurre, né
prevedere, né risolvere in sé questo experimentum mundi; piuttosto si tratterà di
individuarne il fondamento, le tendenze migliori e il criterio del discernimento, proprio
come fa una buona ermeneutica. Sarà da vagliare l'idea secondo la quale la sua
ermeneutica della storia può essere interpretata al tempo stesso come un'ermeneutica
della salvezza possibile, una salvezza dove l'uomo ancora inedito e il mondo reso
adeguato prendono il posto di ciò che la credenza religiosa chiama "Dio". Se questa
esclusione metafisica dell'ipotesi di una relazione con Dio manifesta una certa chiusura,
già sul piano epistemologico, d'altronde è il filo conduttore dell'apertura al futuro che
attesta come lo statuto del pensiero blochiano sia molto più tipico di un atteggiamento
ermeneutico che non di un'impostazione dialettica che pretenda di fissare
scientificamente e antiutopisticamente origine, andamento e fine della storia.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) E. Bloch Geist der Utopie, Zweite Auflage, in Gesamtausgabe, cit., Bd. 3; tr. it. di Francesco Coppellotti, Spirito dell'utopia Sansoni, Milano, 2004 » Pagine/Capitoli: pp. 3-52 e pp. 207-364
  • 2.  (A) F. Falappa Per una ermeneutica della storia. Ontologia e speranza nel pensiero di Ernst Bloch Franco Angeli, Milano, 2017 » Pagine/Capitoli: pp. 11-62
  • 3.  (C) E. Bloch Atheismus im Christentum. Zur Religion des Exodus und des Reichs in Gesamtausgabe, cit., Bd. 14; tr. it. di Francesco Coppellotti, Ateismo nel Cristianesimo. Per la religione dell'Esodo e del Regno Feltrinelli, Milano , 2005
  • 4.  (C) E. Bloch Spuren in Gesamtausgabe, cit., Bd. 1; tr. it. di Laura Boella, Tracce Garzanti, Milano, 1994
  • 5.  (C) D. Dibitonto Luce, oscurità e colore del desiderio. Un'eredità non ancora indagata della filosofia di Ernst Bloch Mimesis, Milano, 2009
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

In portineria verranno lasciati degli schemi delle lezioni del corso.
I non frequentanti non dovranno portare materiale aggiuntivo rispetto alle parti indicate e alla dispensa reperibile presso la portineria della sede del corso (via Garibaldi, 20, 62100 Macerata).

Metodi didattici
  • Alcune lezioni saranno frontali ed altre saranno dialogate e
    seminariali. Fondamentale sarà la lettura e l'interpretazione diretta dei testi scelti.
Modalità di valutazione
  • Saranno valutate le competenze circa i contenuti del corso, l'adeguata conoscenza sia
    degli argomenti sia del linguaggio tecnico e specifico dell'autore, la padronanza dei
    contenuti suddetti in particolar modo mostrando di essere capaci di conoscere le
    implicazioni che tali contenuti hanno in relazione ad altre tematiche più complesse.
    Il voto sarà assegnato sulla base dei seguenti criteri: conoscenza dei contenuti del corso
    (45% del voto); capacità di interpretare in maniera soddisfacente un testo scelto (25%
    del voto); capacità di analisi critica (10% del voto); proprietà di linguaggio (20% del
    voto).