Pedagogia del lavoro

  • A.A. 2015/2016
  • CFU 10
  • Ore 60
  • Classe di laurea LM-85
Fabrizio d'Aniello / Professore di ruolo - II fascia / Pedagogia generale e sociale (M-PED/01)
Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo
Prerequisiti

Nessun prerequisito.

Obiettivi del corso

Conoscere approfonditamente la letteratura pedagogica inerente all'evoluzione storica della realtà civile e culturale occidentale del lavoro manuale/industriale, dalla società omerica fino ai giorni nostri.
Analizzare le relazioni che intercorrono tra la pedagogia del lavoro e le altre scienze umane che assumono come oggetto d'indagine il lavoro e i contesti organizzativo-produttivi.
Comprendere le principali realtà e prospettive formative (sia in ottica di formazione professionale iniziale sia in quella di formazione continua) tese ad agevolare la ricomposizione tra esigenze educative e premure economico-produttive.

Programma del corso

Il lavoro produttivo nella storia: da Omero ai giorni nostri.
Pedagogia del lavoro: origine, evoluzione e prospettive.
La pedagogia del lavoro e le altre scienze umane.
Il lavoro come attività propriamente umana.
Lavoro ed educazione integrale.
Il luogo di lavoro come luogo di relazioni educative.
Cultura organizzativa e cultura del lavoro.
Fattori ostacolanti l'affermazione di un modello organizzativo-produttivo antropocentrico.
Antropopedagogia personalista e prospettive antropologiche deboli.
Antropopedagogia personalista e pedagogia del lavoro.
Il rapporto mezzi-fini e l'ordine tecnologico-ontologico.
L'etica del, nel e per il lavoro.
Per un umanesimo del lavoro.
Il contributo del sapere pedagogico alla formazione interna/esterna alle aziende.
Formazione ed educazione permanente.
Tema di approfondimento: il nuovo sistema regionale di istruzione e formazione professionale (Iefp).
Tema di approfondimento: il lavoro e l'homo consumens.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) F. d'Aniello Pedagogia del lavoro e persona. Passaggi di stato della materia lavoro Pensa MultiMedia, Lecce, 2009 » Pagine/Capitoli: pp. 304.
  • 2.  (A) F. d'Aniello Il lavoro che educa. I percorsi di istruzione e formazione professionale FrancoAngeli, Milano, 2014 » Pagine/Capitoli: pp. 189.
  • 3.  (A) Z. Bauman Consumo, dunque sono Laterza, Roma-Bari, 2012 » Pagine/Capitoli: pp. 198 (IV edizione)
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Altre risorse didattiche:
slide: reperibili presso la pagina web del docente.

Altre info utili:
il programma del corso e il programma d'esame coincidono;
il programma d'esame è il medesimo per frequentanti e non frequentanti.

Metodi didattici
  • Lezioni frontali dialogate.
    Esercitazioni in piccoli gruppi e mediazione collegiale dei risultati.
    Visione di materiali audio-video e dibattito.
    Analisi di studi di caso.
Modalità di valutazione
  • Prova finale orale in ordine alla verifica di:
    conoscenza dei contenuti del corso;
    abilità nell'interrelare adeguatamente i contenuti medesimi;
    coerenza argomentativa;
    chiarezza espositiva;
    capacità di analisi e sintesi;
    padronanza e puntualità lessicale;
    autonomia di giudizio sulle tematiche del corso.

    È prevista una prova intermedia al termine dell'attività didattica. La prova sarà scritta, farà leva su un questionario a risposte multiple e il suo esito (espresso in trentesimi), unitamente a quello della prova orale, concorrerà a determinare il voto finale. Ulteriori informazioni su detta prova saranno reperibili presso la pagina web del docente.