Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Home Gallai Fabrizio Didattica 2019/2020 Interpretazione per la cooperazione internazionale - lingua inglese

Interpretazione per la cooperazione internazionale - lingua inglese - Mod. a

  • A.A. 2019/2020
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea LM-38
Fabrizio Gallai / Professore a contratto
Prerequisiti

Il corso si rivolge a studenti che abbiano già un'ottima conoscenza delle due lingue, italiana e inglese, e che abbiano seguito preferibilmente un insegnamento di interpretazione di trattativa nel corso di laurea triennale.

Obiettivi del corso

Il modulo si propone di illustrare i principali filoni teorici nell'ambito degli
Interpreting Studies, approfondendo nello specifico le riflessioni sui contesti e le modalità
dell'interpretazione di conferenza. Inoltre, il corso aiuterà a:
a) migliorare l'esposizione orale nelle due lingue, italiano e inglese;
b) studiare le principali caratteristiche delle tipologie testuali più comuni nei contesti in cui si usa l'interpretazione consecutiva (discorso informativo, argomentativo, cerimoniale, istituzionale, ecc.);
c) fornire le basi dell'interpretazione consecutiva (ascolto attivo, selezione informazioni, memorizzazione, presa di appunti e riformulazione in lingua di arrivo).

Particolare attenzione verrà posta sullo sviluppo del sistema di annotazione grafica precipuo dell'interpretazione consecutiva.

Programma del corso

Il corso offrirà dapprima una panoramica storica dello sviluppo dell'interpretazione di conferenza, evidenziando le principali tematiche emerse in sede di riflessione teorica, attraverso l'apporto di discipline quali le scienze cognitive, la psicolinguistica, la linguistica testuale e la sociolinguistica. In particolare, approfondiremo il paradigma cognitivo (v. "cognitive processing paradigm", Pöchhacker, 2016: 68-76).

A livello pratico, tenendo conto delle numerose abilità cognitive richieste nell'interpretazione consecutiva, il corso si articola in varie componenti:

a) una fase propedeutica, con esercizi in italiano ed in inglese, per lavorare separatamente sulle capacità corrispondenti alle tre fasi dell'interpretazione consecutiva: ascolto attivo, con selezione delle informazioni principali e individuazione delle connessioni logiche nei testi orali; memorizzazione; esposizione orale.
b) introduzione alla presa di appunti e elaborazione di una propria tecnica di annotazione grafica;
c) interpretazione consecutiva vera e propria di testi di lunghezza e complessità crescenti.

Si porrà, infine, l'accento sull'importanza dell'approfondimento concettuale e terminologico degli argomenti trattati durante il corso (online, ecc.) e di elementi legati alla cultura della lingua di partenza e di arrivo.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) A. GILLIES Note-taking for Consecutive Interpreting. Second Edition. Routledge, London/New York, 2017
  • 2.  (A) F. PÖCHHACKER Introducing Interpreting Studies. Second Edition Routledge, London/New York, 2016
  • 3.  (C) C. FALBO, M. RUSSO, F. STRANIERO SERGIO (a cura di) Interpretazione simultanea e consecutiva. Problemi teorici e metodologie didattiche Hoepli, Milano, 1999
  • 4.  (C) G. GARZONE, M. VIEZZI Interpreting in the 21st Century John Benjamins, Amsterdam/Philadelphia, 2002
  • 5.  (C) S. CAVAGNOLI, E. DI GIOVANNI, R. MERLINI (a cura di) La ricerca nella comunicazione interlinguistica. Modelli teorici e metodologici Franco Angeli, Milano, 2009
  • 6.  (C) D. GILE Basic Concepts and Models for Interpreter and Translator Training John Benjamins, Amsterdam / Philadelphia, 1995
  • 7.  (C) HORRAKH, L. Il sistema della trascrizione simbolica veloce nella prassi dell'interpretazione consecutiva Edizioni Triveneta, Trieste, 1986
  • 8.  (C) MONACELLI, C. Messaggi in codice. Analisi del discorso e strategie per prenderne appunti Franco Angeli, Milano, 1999
  • 9.  (C) LASORSA, A. Manuale di teoria dell'interpretazione consecutiva Piccin, Padova, 1995
  • 10.  (C) PÖCHHACKER F. e SHLESINGER M. (a cura di) The Interpreting Studies Reader Routledge, Londra, 2002
  • 11.  (C) VENEZIANO, C. Manuale di dizione, voce e respirazione Besa, Nardò, 2001
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Un'ulteriore selezione di saggi verrà proposta dal docente durante il corso e indicata in una dispensa in formato Pdf che sarà scaricabile dal sul sito all'inizio delle lezioni.

Metodi didattici
  • Durante le lezioni frontali saranno dapprima presentate le problematiche teoriche in base ai paradigmi teorici che caratterizzano l'evoluzione di questa attività professionale.
    La seconda parte di ciascuna lezione, di natura più pratica e interattiva, sarà dedicata all'insegnamento del sistema di annotazione grafica e a esercitazioni, quest'ultime mirate a ottenere una buona interazione tra appunti e informazioni memorizzate. Gli studenti saranno invitati a riflettere sulle differenze strutturali tra le due lingue, potenziando le proprie capacita` espressive.

Modalità di valutazione
  • La prova finale del corso sarà unica per il modulo A e per il modulo B e potrà essere sostenuta al termine di quest'ultimo. Ad essa potranno accedere solo quegli studenti che avranno superato due test di verifica della competenza nella produzione orale della lingua inglese.
    La prova finale prevede tre parti:
    1. una discussione in cui si vaglierà l'acquisizione delle nozioni teoriche illustrate durante il corso;
    2. un'interpretazione consecutiva dall'inglese in italiano di un discorso della durata di 4-5 minuti;
    3. un'interpretazione consecutiva dall'italiano in inglese di un discorso della durata di 4-5 minuti.
    Il voto finale sarà calcolato sulla media matematica dei voti ottenuti nelle tre parti.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Inglese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Inglese