Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Home Gallai Fabrizio Didattica 2019/2020 Interpretazione per la cooperazione internazionale - lingua inglese

Interpretazione per la cooperazione internazionale - lingua inglese - Mod. b

  • A.A. 2019/2020
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea LM-38
Fabrizio Gallai / Professore a contratto
Prerequisiti

Aver seguito il Modulo A e aver sviluppato la tecnica di annotazione grafica dell'interpretazione consecutiva.

Obiettivi del corso

Il modulo si propone di approfondire i modelli teorici presentati nel corso del Modulo A,
affrontando le tematiche teoriche legate al concetto di qualità.

Al termine del modulo B, gli studenti avranno un quadro teorico sufficientemente ampio degli Interpreting Studies. Sul versante delle conoscenze applicate, l'obiettivo è quello di consolidare le capacità di analisi, comprensione e riproduzione di un discorso orale dall'inglese all'italiano e dall'italiano all'inglese, con pieno controllo espressivo e consapevolezza della situazione comunicativa.

Programma del corso

La riflessione teorica approfondirà i modelli presentati durante il Modulo A e affronterà, specificatamente, il tema della qualità.

Tale tema verrà discusso durante le esercitazioni in classe: le tecniche di interpretazione consecutiva saranno ulteriormente sviluppate a partire da esercizi di traduzione a vista, memorizzazione e presa di note.

I testi utilizzati saranno perlopiù originali, selezionati in base a difficoltà specifiche da gestire attraverso strategie discusse in classe, quali: ridondanza informativa e sviluppo delle capacità di sintesi, velocità d'eloquio, accenti insoliti e varianti regionali dell'inglese, discorsi privi di coesione e/o coerenza. In particolare, verranno proposti esercizi e suggerimenti per assicurare che utilizzino una forma espressiva semplice, ma efficace e idiomatica quando si esprimono in lingua inglese.

Poiché saper parlare in pubblico è un'abilità fondamentale per un interprete, gli studenti riceveranno anche una formazione in tal senso.

Infine, considerata l'importanza assoluta della cultura generale, in relazione alla vasta gamma di temi affrontati negli incontri di ogni genere, gli studenti dovranno mantenersi al corrente dei fatti di attualità, dei concetti culture-bound e di altri argomenti simili.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) A. GILLIES Note-taking for Consecutive Interpreting. Second Edition. Routledge, London/New York, 2005
  • 2.  (A) F. PÖCHHACKER Introducing Interpreting Studies. Second Edition Routledge, London/New York, 2016
  • 3.  (C) C. FALBO, M. RUSSO, F. STRANIERO SERGIO (a cura di) Interpretazione simultanea e consecutiva. Problemi teorici e metodologie didattiche Hoepli, Milano, 1999
  • 4.  (C) G. GARZONE, M. VIEZZI Interpreting in the 21st Century John Benjamins, Amsterdam/Philadelphia, 2002
  • 5.  (C) S. CAVAGNOLI, E. DI GIOVANNI, R. MERLINI (a cura di) La ricerca nella comunicazione interlinguistica. Modelli teorici e metodologici Franco Angeli, Milano, 2009
  • 6.  (C) D. GILE Basic Concepts and Models for Interpreter and Translator Training John Benjamins, Amsterdam / Philadelphia, 1995
  • 7.  (C) HORRAKH, L. Il sistema della trascrizione simbolica veloce nella prassi dell'interpretazione consecutiva Edizioni Triveneta, Trieste, 1986
  • 8.  (C) MONACELLI, C. Messaggi in codice. Analisi del discorso e strategie per prenderne appunti Franco Angeli, Milano, 1999
  • 9.  (C) LASORSA, A. Manuale di teoria dell'interpretazione consecutiva Piccin, Padova, 1995
  • 10.  (C) VENEZIANO, C. Manuale di dizione, voce e respirazione Besa, Nardò, 2001
  • 11.  (C) VIEZZI, M. Aspetti della qualità in interpretazione Sert, Trieste, 1996
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

La formazione avverrà tramite l'utilizzo di discorsi originali (in modalità audio o audio-video) su una varietà di argomenti che spaziano dalla politica alla finanza.
Gli studenti otterranno indicazioni su come prepararsi per un incarico da interprete e riceveranno o dovranno preparare glossari per gli esercizi delle lezioni successive.
Saranno inoltre fornite indicazioni su come esercitarsi autonomamente a casa.

Metodi didattici
  • La lezione frontale sarà dedicata all'esecuzione di interpretazioni consecutive: le rese verranno valutate in termini di qualità complessiva della prestazione (abilità oratorie, elementi non verbali, ecc.), sulla base dei modelli teorici illustrati dal docente.
Modalità di valutazione
  • La prova finale del corso sarà unica per il modulo A e per il modulo B e potrà essere sostenuta al termine di quest'ultimo. Ad essa potranno accedere solo quegli studenti che avranno superato due test di verifica della competenza nella produzione orale della lingua inglese.

    La prova finale prevede tre parti:
    1. una discussione in cui si vaglierà l'acquisizione delle nozioni teoriche illustrate durante il corso;
    2. un'interpretazione consecutiva dall'inglese in italiano di un discorso della durata di 4-5 minuti;
    3. un'interpretazione consecutiva dall'italiano in inglese di un discorso della durata di 4-5 minuti.

    Il voto finale sarà calcolato sulla media matematica dei voti ottenuti nelle tre parti. I criteri di valutazione saranno i seguenti: accuratezza nella resa dei contenuti (25%); proprietà di linguaggio (25%); capacità di applicare la tecnica e le strategie interpretative apprese (25%); presentazione fluida e dinamica del testo (25%).
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

inglese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Inglese