Lingua e traduzione inglese iii (AL) - Mod. b "interpretazione per l'impresa internazionale"

  • A.A. 2019/2020
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea L-12
Fabrizio Gallai / Professore a contratto
Prerequisiti

Aver superato gli esami dei corsi di Lingua e traduzione - Lingua inglese I e II.

Obiettivi del corso

Obiettivo del modulo è di favorire l'acquisizione delle competenze fondamentali per l'interpretazione di trattativa (abilità di ascolto, memorizzazione, sintesi, riproduzione orale e public speaking, grazie a strategie interpretative e traduttive mirate).
Al termine del corso, gli studenti avranno acquisito conoscenze teoriche di base su caratteristiche e contesti dell'interpretazione dialogica (tra cui, la deontologia professionale) e saranno in grado di applicare le conoscenze e le competenze acquisite nel campo della mediazione linguistica, ovvero di attuare le strategie fondamentali dell'interpretazione di trattativa inglese-italiano.

Programma del corso

Il corso cerca di abbinare un approccio pratico (simulazioni ed esercitazioni propedeutiche all'interpretazione) ad alcune riflessioni di natura teorica (per es., questioni relative alla deontologia professionale, alla terminologia, alla comunicazione non verbale) al fine di rendere gli studenti consapevoli del ruolo e delle responsabilità dell'interprete dialogico in ambito aziendale.
Ogni argomento sarà preceduto da una breve introduzione lessicale che permetterà agli studenti di acquisire lessico specifico e di affinare gli strumenti di ricerca terminologica. Successivamente gli studenti saranno coinvolti in simulazioni e in esercitazioni di traduzione a vista. Parallelamente si svilupperanno capacità di memorizzazione, sintesi, ricerca di parole chiave e riformulazione, propedeutici all'interpretariato. Tutti gli studenti avranno un ruolo attivo, sia chi è chiamati a partecipare in qualità di interprete, sia coloro che fungeranno da pubblico e dovranno riflettere in modo logico e costruttivo sulle performance dei compagni di corso, apprendendo dalle stesse.
Gli studenti verranno incoraggiati a produrre dei glossari specializzati per le situazioni presentate in classe; ciò non solo al fine di ampliare il loro vocabolario, ma anche di imparare l'importanza della preparazione nel lavoro dell'interprete. Verranno altresì sensibilizzati relativamente alle peculiarità dell'interpretazione in ambito aziendale, alle difficoltà terminologiche e stilistiche, nonché alle differenze culturali e religiose.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) R. Merlini "Dialogue Interpreting", in Routledge Encyclopedia of Interpreting Studies Routledge, London / New York, 2015
  • 2.  (A) A. Sandrelli "La trattativa d'affari: osservazioni generali e strategie didattiche", in M. Russo e G. Mack (a cura di) Tradurre: formazione e professione Hoepli, Milano, 2005
  • 3.  (A) S. Merlino "La mitigazione nell'attività dell'interprete. Il caso di una trattativa d'affari", in L. Gavioli (a cura di) La mediazione linguistico-culturale: una prospettiva interazionista Guerra Edizioni, Perugia, 2009
  • 4.  (A) M. Russo, G. Mack (a cura di) Interpretazione di trattativa. La mediazione linguistico-culturale nel contesto formativo e professionale Hoepli, Milano, 2005
  • 5.  (C) A. Gentile, U. Ozolins, M. Vasilakakos Liaison Interpreting: a handbook Melbourne University Press, Melbourne, 1996
  • 6.  (C) M. Rudvin, E. Tomassini Interpreting in the Community and Workplace. A Practical Teaching Guide. Palgrave MacMillan, London, 2011
  • 7.  (C) D. Katan Translating Cultures. An Introduction for Translators, Interpreters and Mediators St. Jerome, Manchester, 2004
  • 8.  (C) M. L. Knapp e J. A. Hall Nonverbal communication in human interaction Thomson Wadsworth, Belmont, CA., 2006
  • 9.  (C) Chessa, F. Interpretazione dialogica F. Carocci, Roma, 2012
  • 10.  (C) L. Gavioli (a cura di) La mediazione linguistico-culturale: una prospettiva interazionista Guerra Edizioni, Perugia, 2009
  • 11.  (C) M. Rudvin "Cross-cultural issues in Community interpreting", in Domain-specific English and Language Mediation in a Professional and Institutional Setting Arcipelago, Milano, 2003
  • 12.  (C) M. Takimoto "Business Interpreting" in F. Pöchhacker (Ed.), Routledge Encyclopedia of Interpreting Studies Routledge, Londra, 2015
  • 13.  (C) Wadensjö, C. Interpreting as Interaction Longman, Londra/New York, 1998
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Computer con videoproiettore e connessione a Internet; Dizionari on-line e cartacei; Corpora monolingui o plurilingui; Podcast e video; Testi in formato digitale e/o cartaceo.

Metodi didattici
  • Si presenteranno agli studenti situazioni vicini alla realtà dell'interpretazione di trattativa attraverso il role-playing. Proporremo inoltre esercizi di memorizzazione e traduzione a vista, aspetti terminologici, ascolto e sintesi di materiale audiovisivo autentico che prendono in esame l'interpretazione in ambito commerciale e fieristico.
    Si discuteranno, altresì, i concetti, le teorie e le questioni deontologiche relative all'interpretazione dialogica.

Modalità di valutazione
  • La prova d'esame di fine modulo consisterà in una trattativa commerciale simulata e in domande in italiano e in inglese sulle nozioni teoriche illustrate durante il corso.

    Il voto verrà assegnato sulla base dei seguenti criteri: conoscenza delle tematiche teoriche affrontate durante il corso (25%); accuratezza nella resa dei contenuti degli scambi conversazionali (25%); correttezza grammaticale e proprietà espressiva (25%); capacità di applicare le strategie interpretative apprese e di coordinare l'interazione (25%).

Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

inglese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Inglese