Storia della filosofia

  • Storia della filosofia Classe: L-11
  • Storia della filosofia Classe: L-10, LM-84
  • A.A. 2015/2016
  • CFU 6, 9(m), 6(m), 6, 9(m)
  • Ore 30, 30(m), 20, 30(m)
  • Classe di laurea L-5, L-10(m), L-11(m), LM-84(m)
Filippo Mignini / Professore a contratto
Prerequisiti

Conoscenza di base della storia della filosofia generale.

Obiettivi del corso

Gli obiettivi formativi del corso sono due: offrire agli studenti un quadro adeguato
delle rappresentazioni relative alla comunicazione tra divinità e umanità in ambito greco nel contesto di una ricostruzione sistematica della storia dell'idea di rivelazione; il secondo obiettivo è quello di formare gli studenti alla lettura classici della filosofia.
Ci si attende che gli studenti acquistino una adeguata conoscenza dei principali testi classici relativi al tema della "rivelazione" nel mondo greco, così come delle metodologie e dei problemi della lettura dei classici filosofici.

Programma del corso

Titolo del corso: Come parlano gli dèi nel mondo antico.
Attraverso l'esame di una antologia di testi, letterari e filosofici, del mondo greco, che verrà proposta durante il corso, si cerca di indagare la rappresentazione di forme e modalità di comunicazione orale e/o segnica tra divinità e umanità, come documento di una manifestazione storica di "rivelazione divina". Il corso si inserisce infatti in una ricerca più ampia sulla storia, sulla evoluzione e sulla crisi del concetto di "rivelazione".

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Marco Tullio Cicerone Sulla natura degli dèi Mondadori, Milano, 1997
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Il programma indicato prevede la scelta tra 1 e 2 come una scelta tra 4 e 7. Questo vale per un esame da 6 crediti. Gli studenti potranno disporre delle registrazioni delle lezioni.
Per gli studenti il cui piano di studi prevede un esame da 9 crediti, verrà aggiunta ulteriore bibliografia in relazione al profilo culturale dello studente e al suo curriculum.

Metodi didattici
  • Le lezioni consisteranno nella lettura e commento dei testi scelti con continue interlocuzioni con gli studenti. Sono previste, inoltre, delle relazioni singole o di gruppo sulla letteratura secondaria.
Modalità di valutazione
  • La continua interlocuzione con gli studenti consente di formulare un giudizio di valutazione che concorrerà alla determinazione del giudizio finale. Viene somministrato un questionario scritto a metà corso, oltre all'esame orale finale.
    Valutazione diretta e continua sotto forma di interlocuzione dialogica;
    relazioni orali e/o scritte in contesto seminariale;
    esame finale.
    La valutazione dell'esame finale terrà conto dei seguenti parametri di giudizio: 1. Conoscenza del contesto storico-filosofico (15%); 2. Conoscenza della tematica svolta nelle opere esaminate (25%); 3. Capacità di lettura e interpretazione del testo (25%); 4. chiarezza espositiva (20%); 5. competenza linguistico-filologica (15%).
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

greco e latino

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

greco e latino