Programmazione e controllo e analisi dei costi - Programmazione e controllo e analisi dei costi - mod. b

  • A.A. 2016/2017
  • CFU 3
  • Ore 20
  • Classe di laurea L-18
Francesca Bartolacci / Professoressa di ruolo - II fascia / Economia aziendale (SECS-P/07)
Dipartimento di Economia e Diritto
Prerequisiti

Per una migliore comprensione delle tematiche oggetto del corso lo studente è strettamente
consigliato agli studenti di approcciarsi all'insegnamento di Programmazione e controllo e analisi dei
costi solo dopo aver superato Economia Aziendale e Ragioneria.

Obiettivi del corso

Il corso mira ad analizzare i sistemi di controllo di gestione, analizzandone le principali componenti
in una logica sistemica. Inoltre il corso si sofferma su processo e struttura del budget e sull'analisi
degli scostamenti. Infine, il corso intende descrivere in modo approfondito le principali logiche di
misurazione dei costi di prodotto/processo, contestualizzate rispetto ai vari fabbisogni informativi
che possono richiederne l'utilizzo.
Le tematiche saranno sviluppate con approccio teorico ed applicativo e saranno inquadrate
descrivendone potenzialità, limiti, ed ambiti operativi di utilizzo.
Si sottolinea che per questioni organizzative la didattica è divisa tra due docenti, mentre
l'insegnamento è unitario e indivisibile ed il suo superamento permette l'acquisizione di 9 CFU.

Programma del corso

Sistemi di controllo di gestione
Sistemi di controllo di gestione nelle PMI
Pianificazione strategica
Budget: definizioni e caratteri
Budget commerciale
Budget della produzione
Budget degli investimenti e dei finanziamenti
Il Master Budget
Reporting: definizioni e caratteri
Analisi degli scostamenti
Introduzione ai sistemi di valutazione delle performance
Contabilità direzionale e costi
L'analisi costi-volumi risultati e la relazione tra struttura dei costi e redditività
Costo di prodotto e contabilità per centri di costo
Il calcolo dei costi basato sulle attività (Activity Based Costing)
I costi per le decisioni: Direct costing e l'analisi differenziale

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Marasca S., Marchi L., Riccaboni A., Controllo di gestione, Metodologie e strumenti. Knowita, Arezzo , 2013 » Pagine/Capitoli: capp. 5, 6, 10, 11, 12, 13, 17, 18, 19, 25, 28, 29
  • 2.  (A) Brusa L., Dezzani F., Budget e controllo di gestione Giuffrè, Milano, 1983 » Pagine/Capitoli: Parte I e cap. 9
  • 3.  (A) Cinquini L., Strumenti per l'analisi dei costi. Vol. I Giappichelli, Torino, 2013
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Verranno fornite dispense dai docenti.

Metodi didattici
  • Gli argomenti in programma verranno descritti con approccio teorico ed applicativo, sia attraverso
    esercitazioni, sia attraverso l'applicazione delle metodologie con l'ausilio di fogli elettronici.
Modalità di valutazione
  • Gli esami saranno sostenuti in forma scritta.
    La prova scritta mira ad accertare l'acquisizione di competenze teoriche e pratico-applicative.
    L'accertamento delle competenze teoriche copre tutti gli argomenti oggetto del corso e viene
    effettuato per mezzo di domande a risposta aperta o a risposta chiusa.
    Le competenze di natura pratico-applicativa sono accertate per mezzo di esercizi numerici,
    utilizzati principalmente in relazione al budgeting ed alle metodologie di calcolo dei costi.
    Gli studenti che conseguono una valutazione sufficiente all'esame scritto possono richiedere una
    prova orale aggiuntiva. In alcuni casi la prova orale può essere richiesta dai docenti qualora ne
    ravvisino la necessità.
    Attraverso la prova orale sarà possibile valutare le conoscenze teoriche acquisite e la relativa
    capacità di applicazione. La valutazione finale si ottiene attraverso il calcolo della media delle
    valutazioni ottenute alle prove scritte e orali.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Inglese