Diritto agrario dell'unione europea

  • A.A. 2015/2016
  • CFU 8
  • Ore 60
  • Classe di laurea L-36
Francesco Adornato / Professore di ruolo - I fascia / Diritto agrario (IUS/03)
Dipartimento di Scienze Politiche, della Comunicazione e delle Relazioni Internazionali
Prerequisiti

Profili di diritto dell'Unione europea e nozioni sull'impresa.

Obiettivi del corso

Il corso si pone l'obbiettivo di fare acquisire consapevolezza sul ruolo e la centralità
delle politiche agricole nello sviluppo dei processi dell'Unione europea, nonché la
padronanza degli strumenti tecnici attraverso cui le medesime politiche si articolano.

Programma del corso

Programma da 6 CFU:
- L'Unione europea dopo il Trattato di Lisbona
- L'agricoltura nel diritto dell'Unione europea
- La Politica agricola comune dei prezzi e dei mercati
- La Politica di sviluppo rurale
- La sicurezza alimentare e l'Autorità europea per la sicurezza alimentare
- I segni distintivi

Programma da 8 CFU:
in aggiunta al programma da 6 CFU:
- La tutela ambientale e le politiche comunitarie

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) A. Germanò, E. Rook-Basile Manuale di Diritto agrario comunitario (3a edizione) Giappichelli , Torino, 2014
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Programma da 6 CFU:
capitoli 1, 4, 5 (paragrafi 7, 10), 6, 7

Programma da 8 CFU:
in aggiunta al programma da 6 CFU:
capitoli 8, 9

Coloro che avessero già acquistato la seconda edizione del testo del 2010 devono fare attenzione agli aggiornamenti seguenti ai Regolamenti UE del 17 dicembre 2013.

Metodi didattici
  • - Lezioni frontali, anche con presenze e interventi di docenti di altre discipline
    - Esercitazioni in piccolo e medio gruppo
    - Analisi di casi/studio
    - Produzioni (progetto didattico, presentazione di un argomento con tesine intermedie)
Modalità di valutazione
  • La prova di valutazione finale è orale.
    Le domande saranno tese ad accertare il livello di conoscenza e approfondimento dei
    contenuti del corso, la capacità critica, la padronanza lessicale specifica e la chiarezza
    espositiva.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

francese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

francese, inglese