Diritto agrario dell'unione europea

  • A.A. 2018/2019
  • CFU 8
  • Ore 60
  • Classe di laurea L-36
Francesco Adornato / Professore di ruolo - I fascia / Diritto agrario (IUS/03)
Dipartimento di Scienze Politiche, della Comunicazione e delle Relazioni Internazionali
Prerequisiti

Nozioni sulle competenze e strutture dell'Unione europea e sull'impresa, in particolare agricola

Obiettivi del corso

Il corso si pone l'obbiettivo di fare acquisire consapevolezza sul ruolo e la centralità
delle politiche agricole nello sviluppo dei processi dell'Unione europea.
Gli studenti avranno la padronanza degli strumenti tecnici e giuridici attraverso cui le politiche agricole si articolano e operano.

Programma del corso

- L'Unione europea dopo il Trattato di Lisbona
- L'agricoltura nel diritto dell'Unione europea
- La Politica agricola comune dei prezzi e dei mercati
- Le Politiche di sviluppo rurale
- La sicurezza alimentare e l'Autorità europea per la sicurezza alimentare
- La qualità agroalimentare e i segni distintivi
- Territorio, ambiente, paesaggio nelle politiche UE e nazionali

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) A. Germanò, E. Rook-Basile Manuale di Diritto agrario comunitario Giappichelli , Torino, 2014
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Capitoli 1, 4, 5, 6, 7, 8 e 9

Metodi didattici
  • - Lezioni frontali con discussioni, dialoghi. Il corso prevede anche lo svolgimento di lezioni congiunte con altri docenti che consentiranno agli studenti di avere una visione trasversale degli argomenti trattati al fine di cogliere più efficacemente i contenuti del corso e di collocarli in un contesto più ampio.
    - Esercitazioni in piccolo e medio gruppo
    - Analisi di casi/studio
    - Produzioni (progetto didattico, presentazione di un argomento con tesine intermedie)
Modalità di valutazione
  • La prova di valutazione finale è orale.
    Le domande saranno tese ad accertare il livello di conoscenza e approfondimento dei
    contenuti del corso, la capacità critica, la padronanza lessicale specifica e la chiarezza espositiva.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

francese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

francese, inglese