Diritto processuale del lavoro

  • A.A. 2017/2018
  • CFU 7
  • Ore 35
  • Classe di laurea L-14
Francesco Fradeani / Ricercatore T.D. / Diritto processuale civile (IUS/15)
Dipartimento di Giurisprudenza
Prerequisiti

Conoscenza di base del diritto privato, del diritto del lavoro e del diritto costituzionale

Obiettivi del corso

Conoscenza delle regole fondamentali che disciplinano il processo civile in generale ed il processo del lavoro in particolare

Programma del corso

Fondamenti di teoria generale del processo con particolare e specifico riferimento alle disposizioni generali del processo civile. Il processo del lavoro e le disposizioni processuali in materia locatizia e di contratti agrari. - Generalità sul «processo del lavoro». - Le controversie individuali del lavoro. - Le controversie in materia di previdenza e di assistenza obbligatorie. - Cenni sulle residue disposizioni della l. N. 533/1973 e sull'arbitrato in materia di lavoro. - Cenni sulle disposizioni processuali dello «statuto dei diritti dei lavoratori» e in materia di licenziamenti individuali. - I procedimenti speciali in materia locatizia e di contratti agrari ed altre applicazioni del rito del lavoro. Il processo del lavoro come modello per la semplificazione dei riti ex d.lgs. n. 150 del 2011. Studio approfondito del codice di rito con riguardo agli articoli di riferimento.
N.B.: Per i frequentanti saranno sufficienti gli appunti delle lezioni e lo studio del codice di rito con riguardo agli articoli di riferimento.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Mandrioli Crisanto - Carratta Antonio Diritto Processuale Civile Giappichelli, Torino (Venticinquesima edizione), 2016 » Pagine/Capitoli: Tutto il capitolo V ed il capitolo VI del terzo volume
  • 2.  (A) Carratta Antonio - Mandrioli Crisanto Corso di diritto processuale civile - Editio Minor Giappichelli, Torino (Tredicesima edizione), 2016 » Pagine/Capitoli: solo il primo volume per intero
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

N.B.: gli studenti frequentanti potranno prepararsi con i soli appunti oltre allo studio delle norme di riferimento del codice di rito.

Metodi didattici
  • Lezioni frontali dialogate
    Analisi di studi di casi giurisprudenziali
Modalità di valutazione
  • Prova orale in lingua italiana. Le domande saranno dirette: ad accertare la conoscenza teorica degli argomenti oggetto di programma e la capacità di utilizzare le conoscenze teoriche per la soluzione di problemi concreti; ad accertare la capacità di orientarsi e formulare autonomamente collegamenti rispetto agli argomenti oggetto di studio, la padronanza del corretto linguaggio tecnico-giuridico. Inoltre, per superare l'esame il candidato deve saper esporre in modo logico e coerente gli argomenti del corso dando prova di aver maturato un adeguato livello di conoscenza della materia, di reale comprensione delle problematiche ad essa sottese nonché di autonomia di giudizio e di capacità critica. La prova di accertamento finale è orale e prevede, su domande specifiche, la verifica sia delle conoscenze acquisite nella materia, sia della capacità di esporre l'argomento oggetto d'esame attraverso l'impiego del linguaggio giuridico appropriato.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Solo l'italiano

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Solo l'italiano