Ontologia analitica

  • A.A. 2015/2016
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea LM-78
Francesco Orilia / Professore di ruolo - I fascia / Filosofia e teoria dei linguaggi (M-FIL/05)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Conoscenze filosofiche e storico-filosofiche di base tipicamente maturate in un
corso di laurea triennale in filosofia.

Obiettivi del corso

Questo corso si prefigge di introdurre studenti che già dispongono di
conoscenze
filosofiche maturate in precedenti percorsi di studio al dibattito corrente su
temi fondamentali di ontologia di impostazione analitica quali esistenza,
oggetti, proprietà e relazioni, eventi e stati di cose, tempo e identità degli
oggetti attraverso il tempo, causalità, necessità e possibilità.

Alla fine del corso gli studenti avranno acquisito un'idea generale degli ambiti
di ricerca correnti in questo settore e avranno approfondito in particolare
alcune delle tematiche sopra indicate attraverso la lettura diretta e l'analisi
critica di testi contemporanei e l'identificazione dei principali approcci teorici su
un certo argomento e delle argomentazioni a sostegno di tali approcci.

Programma del corso

TEMI DI ONTOLOGIA ANALITICA

Realismo, anti-realismo, relativismo
Esistenza e impegno ontologico
Oggetti, proprietà, relazioni e stati di cose
Dipendenza ontologica
Identità sincronica e mereologia
Temporalità e identità diacronica
Causalità
Possibilità, necessità e mondi possibili

Gli studenti non frequentanti sono tenuti a rispondere alle domande d'esame
sulla base di uno studio approfondito dei testi indicati come obbligatori (che
ammontano a circa 300 pp.).
Gli studenti frequentanti che scelgono la modalità di esame I (v. sotto)
potranno in parte sostituire tali testi con le letture, anche in lingua inglese, che
verranno proposte durante il corso (previo accordo con il docente).
Quanto detto sopra vale per l'assegnazione di 6 crediti. Gli studenti che
sostengono l'esame per un numero di crediti inferiore a 6, possono
concordare una riduzione del programma. Gli studenti che sostengono l'esame
per un numero di crediti superiore a 6, devono concordare un incremento del
programma.




Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) A. Varzi (a cura di) Metafisica Laterza, Bari-Roma, 2008 » Pagine/Capitoli: cap.1.2, parte II, parte III, parte IV, capp. 5.1, 5.2, 5.4
  • 2.  (C) M. J. Loux Metaphysics. A contemporary introduction Routledge, Londra, 2006
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Gli studenti che sostengono l'esame per un numero di crediti inferiore a 6, possono concordare una riduzione del programma. Gli studenti che sostengono l'esame per un numero di crediti superiore a 6 devono concordare un incremento del programma.

Metodi didattici
  • Lezioni frontali in cui vengono presentati i problemi e gli strumenti concettuali
    e argomentativi principali.
    Lezioni dialogate nelle quali si offre agli studenti la possibilità di interagire con
    il docente e tra di loro per chiarire dubbi e approfondire tematiche specifiche.
    Presentazione in classe di un argomento specifico da parte di uno studente o
    gruppo di studenti.
    Elaborato scritto su un argomento specifico e discussione con lo studente
    sulla
    struttura e i contenuti dell'elaborato.
Modalità di valutazione
  • Modalità I (a scelta per gli studenti frequentanti)
    1) partecipazione attiva alle lezioni e presentazione in classe di circa 30 minuti
    con supporto powerpoint
    oppure di una tesina scritta di massimo 2500 parole note incluse (50% del
    voto finale; argomento da concordare).
    2) esame orale su una lista di domande preventivamente distribuite entro la
    fine del corso e vertenti su argomenti trattati in classe o su una selezione dei
    testi obbligatori per i non frequentanti che verrà specificata durante il corso

    Modalità II (obbligatoria per gli studenti non frequentanti)
    Esame orale di circa mezz'ora sui testi adottati con almeno tre domande su
    argomenti diversi scelti dal docente.

    Indicatori per la valutazione:
    correttezza e completezza delle informazioni (60%)
    organizzazione logica (10%)
    capacità di sintesi (10%)
    chiarezza espositiva (10%)
    capacità di valutazione critica (10%)
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

nessuna

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

nessuna