Diritto privato 2 (MZ)

  • A.A. 2019/2020
  • CFU 9
  • Ore 45
  • Classe di laurea LMG/01
Francesco Prosperi / Professore di ruolo - I fascia / Diritto privato (IUS/01)
Dipartimento di Giurisprudenza
Prerequisiti

Si consiglia il superamento dell'esame di Diritto privato I.

Obiettivi del corso

Il corso si pone in stretta continuità con l'insegnamento di Diritto privato I e, attraverso la reciproca integrazione, si propone di offrire una disamina istituzionale completa del diritto privato italiano. Al termine del corso gli studenti acquisiranno un'approfondita conoscenza dei concetti e delle categorie fondamentali del diritto privato.

Programma del corso

1. Beni e diritti reali.

2. La tutela dei diritti: trascrizione, prove, prescrizione e decadenza.

3. La famiglia.

4. Le successioni e le donazioni.

5. I fatti illeciti.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (C) P. Perlingieri Istituzioni di diritto civile ESI, Napoli, 2015 » Pagine/Capitoli: limitatamente alle parti indicate nel programma.
  • 2.  (C) A. Torrente, P. Schlesinger Manuale di diritto privato Giuffré, Milano, 2015 » Pagine/Capitoli: limitatamente alle parti indicate nel programma.
  • 3.  (C) V. Roppo Diritto privato Giappichelli, Torino, 2015 » Pagine/Capitoli: limitatamente alle parti indicate nel programma.
  • 4.  (C) A. Trabucchi Istituzioni di diritto civile Cedam, Padova, 2015 » Pagine/Capitoli: limitatamente alle parti indicate nel programma.
  • 5.  (C) S. Patti Diritto privato Cedam, Padova, 2016
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Programma da 9 CFU per frequentanti. Gli studenti non frequentanti dovranno integrare il programma con il testo seguente: E. del Prato, L'ente privato come atto, Giappichelli, 2015.

Metodi didattici
  • Il corso sarà tenuto con lezioni frontali, con uno spazio dedicato al confronto critico con gli studenti.
Modalità di valutazione
  • L'esame consiste in una prova orale, che verte su tutte le parti del programma. Nella valutazione si terrà conto, oltre che della completezza delle risposte, dell'uso corretto della terminologia e dei concetti specifici della materia, nonché della chiarezza espositiva.