World history - Mod.a

  • World history Classe: L-11
  • A.A. 2017/2018
  • CFU 6, 3(m)
  • Ore 30, 15(m)
  • Classe di laurea LM-84, L-11(m)
Gennaro Carotenuto / Ricercatore / Storia contemporanea (M-STO/04)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Sono da considerare prerequisiti le conoscenze di base della Storia contemporanea, in
particolare di grandi temi della storia del Novecento quali la società di massa e la
decolonizzazione.

Obiettivi del corso

Il corso, funzionale alle esigenze oltre che degli studenti della specialistica, anche di quelli
delle classi di Lingue e Mediazione, si propone di affrontare la storia contemporanea in una
prospettiva globale, che non abbia necessariamente al centro l'Occidente, ma che permetta
di comprendere l'evoluzione sociale globale, le migrazioni, in una nuova prospettiva
interculturale. I risultati di apprendimento attesi sono l'orientamento dello studente nel
mondo multipolare e globale del XXI secolo partendo dalle radici storiche di tale fenomeno
già in età moderna ma, in particolare, dal dopoguerra in avanti.
Inoltre lo studente sarà messo in grado di orientarsi rispetto alle metodologie storiografiche
che si sono sviluppate in tale ambito.

Programma del corso

Il programma si articolerà in tre moduli di 15 ore, uno dei quali tenuto dal Prof.
Chelati e che verte su temi connessi alla storia dell'Africa contemporanea per i quali si
rimanda alla scheda specifica.
Nel primo dei due moduli tenuti dal Prof. Carotenuto verrà affrontata l' idea di world history
come passaggio da una storia (storia contemporanea nello specifico) come scienza della
[storia della] nazione all'aprirsi di questa a problematiche globali. In merito a ciò allo
studente sarà offerta l'opportunità di aprirsi a riflessioni su temi quali le Reti globali, le
connessioni tra nord e sud del mondo, comunità di appartenenza con una storia che va oltre
l'idea di nazione.
Nel secondo verrà affrontato il caso specifico dell'America latina contemporanea, con
particolare riferimento al problema dei regimi dittatoriali degli anni Settanta e della giustizia
di transizione, in particolare nei casi di Argentina, Cile e Uruguay e in forma comparata con
quanto avvenuto in altri paesi, per esempio con i tribunali penali internazionali o con il caso
del Sud Africa. Saranno inoltre trattate questioni inerenti i governi neoliberali di fine XX
secolo e quelli progressisti di inizio XXI.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (C) M. Meriggi, L. Di Fiore World History, le nuove rotte della storia Laterza, Roma-Bari, 2011
  • 2.  (C) Vijay Prashad Storia del terzo mondo Rubbettino, Soveria Mannelli, 2009
  • 3.  (A) G. Carotenuto Todo cambia. Figli di desaparecidos e fine dell'impunità in Argentina, Cile e Uruguay Le Monnier-Mondadori ISBN 978-88-00-74610-6 , Firenze, 2015
  • 4.  (C) Simon Winchester Atlantico Adelphi, Milano, 2013
  • 5.  (C) Marcus Rediker La ribellione dell'Amistad Einaudi, Torino, 2013
  • 6.  (C) S. Conrad Storia Globale Carocci, Roma, 2015
  • 7.  (A) Eric Vanhaute Introduzione alla world history Il Mulino, Bologna, 2015
Metodi didattici
  • Lezioni frontali dialogate. I frequentanti saranno invitati ad una partecipazione attiva.
Modalità di valutazione
  • L'esame, per quanto concerne il modulo A) verte su un colloquio orale suddiviso in due
    parti. Nella prima sarà valutata la capacità del candidato di inquadrare criticamente le
    peculiarità tematiche e metodologiche della disciplina. Nella seconda ci si soffermerà sul
    caso concreto di studio affrontato nel corso, concernente l'America latina contemporanea.
    Ove lo studente avesse deciso di sostenere il colloquio anche su ulteriori testi tra quelli
    consigliati, se ne suggerisce la comunicazione preventiva al docente, anche questa sarà
    oggetto di escussione.
    Il voto scaturirà dalla media ponderata tra le varie prove che includerà, se del caso, anche il
    giudizio del Modulo B tenuto dal Prof. Chelati.