Giacomo Gistri

Giacomo Gistri

Professore di ruolo - II fascia / Economia e gestione delle imprese (SECS-P/08)
  • Telefono 0733 258 2557
  • E-mail giacomo.gistri@unimc.it
  • Skype ggistri
Dipartimento di Scienze Politiche, della Comunicazione e delle Relazioni Internazionali
 

Professore Associato in Economia e Gestione delle Imprese (area concorsuale 13/B2 - SECS P/08) presso il Dipartimento di Scienze Politiche, della Comunicazione e delle Relazioni Internazionali dell’Università degli Studi di Macerata.

Titolare dei corsi in Marketing e Comunicazione di Marketing e Social Media.

La mia attività di ricerca si concentra prevalentemente nell'ambito delle tematiche inerenti la comunicazione aziendale e il comportamento del consumatore. In particolare:

• Il product placement come strumento di comunicazione aziendale. Con riferimento al settore cinematografico si vuol comprendere l’efficacia dello strumento in termini di impatto sull’audience. Ciò risulta indispensabile per un suo corretto uso a supporto delle politiche comunicazionali e di gestione della marca.

Le merci contraffatte. Indagine su offerta e domanda di prodotti contraffatti. Sul fronte della domanda oggetto d’analisi sono i processi d’acquisto e consumo dei prodotti falsi da parte dei consumatori, in particolare nell’ambito delle fashion goods. Sul fronte dell’offerta invece si tende ad analizzare, in prospettiva settoriale, la tipologia e la portata dei danni che tale fenomeno provoca alle imprese produttrici di originali. Tali studi sono necessari per una comprensione più approfondita del fenomeno in generale; prospettiva indispensabile per l’implementazione delle politiche volte ad arginarlo.

• La comunicazione in caso di crisi. Con la diffusione del web 2.0 oggi le imprese si trovano ad operare in un ambiente molto complesso dove tutti (individui e organizzazioni), indistintamente, possono essere allo stesso tempo creatori e fruitori di contenuti. Le interazioni avvengono generalmente in forma dialogica e il meccanismo classico della comunicazione commerciale (ad una via) ha perso di efficacia. In tale contesto la reputazione è divenuta un fattore competitivo indispensabile. Eventi traumatici come le crisi possono mettere seriamente a repentaglio la reputazione dell'impresa compromettendo, nei casi peggiori, la sua stessa esistenza sul mercato. Il web inoltre funge da amplificatore in particolare degli eventi negativi per cui è necessario arricchire la letteratura nel campo del crisis management in modo che ciascun operatore sappia come gestire la comunicazione in seguito ad un evento traumatico e spesso imprevisto come una crisi. 

Info
Impossibile contattare uGov al momento. Per favore riprovare più tardi
  • M-PSI/03 - Psicometria
  • SECS-P/06 - Economia applicata
Breve descrizione Settore ERC Parole chiave
Consumo di prodotti contraffatti e implicazioni gestionali per i produttori di originali nel settore del fashion di lusso SH1_8: Consumer choice, behavioural economics, marketing Fashion luxury goods, Consumer behavior, Counterfeiting, Brand awareness, Willingness to pay
Utilizzo del product placement come strumento di comunicazione in un'ottica internazionale SH1_8: Consumer choice, behavioural economics, marketing Attitude toward product placement, International marketing, National regulation
Efficacia delle politiche di comunicazione che prevedono l'utilizzo del product placement SH1_8: Consumer choice, behavioural economics, marketing Negative product placement, Consumer behaviour, Brand attitude
Il ruolo dei social media nella gestione di una crisi aziendale SH1_8: Consumer choice, behavioural economics, marketing Social media, Crisis management, Brand loyalty
Lingua Conoscenza
Inglese Buono
Francese Elementare
Aree: Americhe, Europa, Italia
Paesi: Stati Uniti d'America, Finlandia, Francia, Gran Bretagna e Irlanda del Nord
Titolo "Brand detachment and rejection"
Settore ERC SH1_8: Consumer choice, behavioural economics, marketing
Abstract Given the growing role of affective factors in consumer behaviour and particularly on brand loyalty, the deterioration of these factors can provide an additional explanation of the dissolution of the relationship between the brand and the consumer. A new concept, brand detachment, was developed in marketing research to enhance understanding of the dissolution process of the relationship between brands and consumers. Brand detachment results from the dissolution of the affective bond existing between a brand and a consumer and can be seen as an attitudinal aspect of the dissolution process of certain relationships. Brand detachment has a negative influence on the consideration of the brand and the consumer's subsequent buying behaviour in relation to it.
Parole chiave Negative Brand Attitude, Brand detachment, Rejection
Gruppo di lavoro Dominique Roux, Daniele Dalli, Simona Romani, Giacomo Gistri
Titolo "Contesto decisionale e dimensione intertemporale della scelta. Analisi sperimentale tradizionale e applicazioni innovative di neuro-imaging sul comportamento del consumatore"
Settore ERC SH1_8: Consumer choice, behavioural economics, marketing
Abstract
Parole chiave Consumer choice, Experimental design, Neuro imaging
Gruppo di lavoro HEY John Denis, Daniele Dalli, Simona Romani, Giacomo Gistri
Titolo "Contraffazione versus marca: una sfida ricorrente nella dinamica del cambiamento economico"
Settore ERC SH1_7: Competitiveness, innovation, research and development
Abstract Ad una prima analisi, sembra che i consumatori acquistino prodotti contraffatti principalmente per il loro basso prezzo di mercato. Ciò implicherebbe che tali prodotti siano più appetibili per le persone di reddito medio-basso. Tuttavia, sebbene possano permettersi gli originali, molti consumatori dei paesi più industrializzati con redditi elevati acquistano anche i prodotti contraffatti. La presente ricerca si propone di indagare il fenomeno della contraffazione dalla duplice prospettiva del consumatore e delle imprese. Sul fronte della domanda, l'obiettivo è quello di identificare nuovi fattori individuali, oltre a quelli già illustrati in letteratura, in grado di spiegare i comportamenti d'acquisto e consumo consapevole di prodotti contraffatti. In particolare, l'attenzione sarà rivolta al ruolo che la marca può svolgere nella costruzione dell'identità del consumatore e su come questi aspetti si conciliano con l'acquisto di prodotti contraffatti. In buona sostanza, le marche costituiscono un mezzo per comunicare il concetto di sé agli altri, ridurre la distanza tra il sé reale e quello desiderato oppure tra più concetti di sé. Tuttavia, quando queste marche sono contraffatte, si può effettuare lo stesso ragionamento? I consumatori possono realizzare i loro desideri attraverso il consumo dei prodotti di marca contraffatti?
Inoltre, per quanto riguarda il versante delle imprese, l'obiettivo è quello di identificare gli effetti che la contraffazione genera nei confronti dei produttori dei brand originali, ma anche sulle altre imprese che operano nei settori ad alta intensità di contraffazione e che utilizzano il prezzo come principale leva concorrenziale.
L'obiettivo è approfondire l'analisi anche alla ricerca di effetti positivi, anche se paradossali, per le marche oggetto di contraffazione.
Parole chiave Contraffazione, Determinanti d'acquisto, Brand di lusso
Gruppo di lavoro Daniele Dalli, Riccardo Lanzara, Antonella Angelini, Simona Romani, Giacomo Gistri, Matteo Corciolani, Lucio Masserini
Info
Impossibile contattare uGov al momento. Per favore riprovare più tardi
  • MIUR
  • Altri organismi
Info
Impossibile contattare uGov al momento. Per favore riprovare più tardi
 Orari di ricevimento
  • su appuntamento via skype
 Download