Storia della lingua inglese

  • A.A. 2019/2020
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea L-11
Gillian Susan Philip / Professoressa di ruolo - II fascia / Lingua e traduzione - lingua inglese (L-LIN/12)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Conoscenze lessico grammaticali della lingua inglese di livello intermedio (B1). Competenza di base della fonologia (simboli IPA dell'inglese standard).

Obiettivi del corso

- Capire i fenomeni sociolinguistici sottostanti all'evoluzione e alla standardizzazione della lingua inglese contemporanea, cogliendo l'interazione tra lingua, migrazioni, società e potere politico-economico.
- Apprezzare le caratteristiche e le origini dell'inglese standard e delle varietà non-standard presenti nelle isole britanniche;
- Acquisire delle conoscenze basi delle caratteristiche principali dei principali periodi storici della lingua inglese (Old English, Middle English, Early Modern English, Modern Standard English);
- Avvio alla lettura delle fonti primarie a stampa e manoscritte;
- Sviluppare le capacità critiche nella lettura e nell'interpretazione delle fonti secondarie (sia storiche, sia contemporanee).

Programma del corso

"What is standard English?"
Il corso affronta la storia della lingua inglese in chiave sociolinguistica, partendo dalla lingua standard odierna e passando a ritroso tra i periodi storici di principale interesse. Scopo principale è contestualizzare la lingua inglese standard, mettendola a confronto con le forme che ha assunto nel passato e sottolineando quanto le varietà non-standard parlate oggi non siano né 'devianti' né 'difettose' rispetto allo standard ma, invece, delle versioni coesistenti che manifestano tracce lessicali, grammaticali e fonologiche della lingua parlato in vari periodi del passato.
Il corso si articola in 10 lezioni e tratterà le seguenti tematiche:
1. Modern Standard (British) English: grammatica, lessico, pronuncia dell'inglese moderno standard;
2. Survey of British Dialects: la pronuncia regionale e il lessico dialettale nell'inglese odierno; i toponimi come storia vivente della lingua inglese;
3. The Global Village: il ruolo dei mass e social media nel contatto linguistico contemporaneo; il contatto linguistico in chiave storica;
4. The King's English: la standardizzazione della lingua inglese tra potere, prestigio e praticità;
5. In Other Words: periodi di espansione del lessico inglese e la sua documentazione nei dizionari da Cawdrey a COBUILD;
6. Landscapes and Soundscapes: paesaggi sonori dell'inglese dal passato al presente.
7. Decline and Fall: un'esplorazione della grammatica dell'antico e medio inglese tra casi nominali, inflessioni verbali e la forma di cortesia;
8. I Will Survive: alla scoperta delle tracce dell'antico e medio inglese nella lingua inglese contemporanea;
9. Dotting the i's and Crossing the t's: grafologia, ortografia, punteggiatura per una lettura delle fonti primarie;
10a. On anginne ærest wæs word: tradurre la Bibbia in inglese dal 1175 al presente;
10b. From the Sublime to the Ridiculous: breve storia del turpiloquio inglese.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) J. Culpeper. History of English (3rd edition) Routledge, London, 2015 » Pagine/Capitoli: capp. 1-+11 più testi in appendice
  • 2.  (C) G. Knowles A Cultural History of the English Language (1st edition). Arnold, London, 1997
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Il testo di Culpepper esiste in diverse edizioni: la versione adottata è la 3^ edizione pubblicata nel 2015 (DOI 10.4324/9781315709482). Contiene, oltre ai links aggiornati, un capitolo in più rispetto alla 2^ edizione (cap. 3 "Marks on the page"). Controllate bene di aver trovato l'edizione giusta pima dell'acquisto.

Il programma si intende valido per tutti gli studenti, frequentanti e non.

Ulteriore materiale didattico (compresi testi primari in dispensa) sarà reso disponibile in formato elettronico sulla pagina web del corso.

Il testo di Knowles è da intendersi integrativo al testo adottato e pertanto *non è obbligatorio*; è tuttavia consigliato per gli studenti che si trovano impossibilitati a frequentare le lezioni in presenza e/o che vorrebbero approfondire maggiormente le tematiche affrontate in classe.

Metodi didattici
  • Lezione frontale dialogata con ausilio di supporti multimediali.
Modalità di valutazione
  • La prova di accertamento finale è scritta, della durata di 2 ore, in cui verranno valutate le conoscenze teoriche acquisite (domande strutturate, 50% del voto), le capacità critiche-analitiche (domanda aperta con risposta prevista di 200-250 parole, 30% del voto) nonché le abilità di decifrare e contestualizzare testi già analizzati a lezione (trascrizione e collocamento storico di un breve estratto studiato durante il corso, 20% del voto).
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Inglese (standard, storico, dialettale)

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Inglese