Giuseppina Larocca

Giuseppina Larocca

INFO
RUOLO NON DEFINITO: contattare il dipartimento
 

Giuseppina Larocca si laurea presso l'Università di Pisa nel 2007 con una tesi su Andrej Platonov. Nel 2011 consegue il titolo di dottore di ricerca in Slavistica all'Università di Pisa discutendo un lavoro sull’opera critico-letteraria di Lev Pumpjanskij. Dal 2009 è membro dell’Unità di ricerca di Pisa per il PRIN “Russi in Italia (1900-1940)” e nel 2012-2013 è assegnista e contrattista di ricerca presso l’ateneo pisano per il medesimo progetto. È stata Visiting Scholar presso l’Università di Mosca RGGU (marzo-giugno 2007; marzo-maggio 2009) e presso l'Istituto di Letteratura russa dell'Accademia delle Scienze di San Pietroburgo (settembre 2010; ottobre-novembre 2011; settembre 2012) nonché Visiting Research Fellow presso l’Harriman Institute della Columbia University di New York (agosto 2013). Dal 2009 svolge ricerche presso gli archivi di stato di Mosca (RGALI, RGB, GARF) e San Pietroburgo (RNB, IRLI, ORK SPbU, CGA, CGIA) e numerosi archivi italiani, svizzeri e statunitensi. Nel 2015 è membro del progetto di ricerca nazionale finanziato dall’Anvur “ROBINBa- The Role of Books in Non-Bibliometric Areas” (Unità locale dell'Università di Macerata - referente area slava Bianca Sulpasso).Ha partecipato come relatore a molteplici conferenze, convegni e giornate di studio in Italia, Inghilterra, Francia, Russia ed Estonia. È membro dello Study Group on Eighteenth-Century Russia di Hoddesdon (Londra) e dell'Associazione Italiana degli Slavisti (AIS). Dal luglio 2015 è segretario di redazione della rivista dell'AIS "Studi Slavistici". È stata vincitrice di borse di studio per periodi di ricerca a Mosca, Pietroburgo, Tartu e Praga. Ha preso parte all'organizzazione e l'allestimento di mostre sul mondo culturale russo (RGGU, Mosca, novembre 2011; Biblioteca Nazionale Centrale, Roma, marzo 2012; Università di Macerata, maggio 2014; Università di Pisa, ottobre 2014). È autrice della monografia "L'aquila bicipite e il tenero iris. Tracce russe a Firenze nel primo Novecento (1899-1939)" (Pisa University Press, 2018), nonché di saggi, schede bio-bibliografiche e voci enciclopediche in lingua russa, inglese e italiana pubblicati nei maggiori periodici e collane nazionali e internazionali. È, inoltre, curatrice, insieme a Cinzia Cadamagnani e Guido Carpi, della prima raccolta di saggi sulla teoria del verso e sulla teoria della letteratura di Maksim Šapir (Pensa Multimedia 2013). È stata professore a contratto presso l'Università della Tuscia (Storia e cultura dei paesi di lingua slava, a.a. 2013/2014), l'Università degli Studi di Firenze (Letteratura russa II, a.a. 2013/2014, 2014/2015, 2015/2016, 2016/2017), l'Università di Pisa (Storia della cultura russa, a.a. 2014/2015), l'Università degli Studi di Siena, sede di Arezzo (Laboratorio di Lingua russa II, a.a. 2014/2015), l'Università degli Studi di Napoli "L'Orientale" (Lingua russa I, II, Letteratura russa I, a.a. 2016/2017). Dall'a.a. 2015/2016 è professore a contratto di Lingua russa e Traduzione multimediale (lingua russa) presso l'Università degli Studi di Macerata. Presso l'Università degli Studi di Firenze e di Macerata è cultore della materia rispettivamente di Letteratura russa e Lingua russa. Nel 2017-2018 ha usufruito di un assegno di ricerca presso l'Università degli Studi di Firenze nell'ambito del progetto "Alle due sponde della cortina di ferro: culture del dissenso e la definizione dell'identità europea nel secondo Novecento tra Italia, Francia e URSS (1956-1991)". I suoi interessi di ricerca sono rivolti alla didattica della lingua, alla letteratura del XVIII e XX secolo, alla storia della critica letteraria del Novecento, all’emigrazione nel XX secolo.

No contents available
  • L-LIN/21 - Slavistica
No contents available
No contents available
Countries: Russia - Federazione Russa, Italia, Stati Uniti d'America, Gran Bretagna e Irlanda del Nord
No contents available
  • No contents available
No contents available
  • No contents available
  • No contents available