Informazioni
» Vai all'elenco delle AULE TEAMS dei docenti

Storia della filosofia medievale

  • Storia della filosofia medievale Classe: L-10
  • Storia della filosofia medioevale Classe: LM-84
  • A.A. 2019/2020
  • CFU 6, 9(m), 6, 9(m)
  • Ore 30, 45(m), 30, 45(m)
  • Classe di laurea L-5, L-10(m), LM-84(m)
Guido Alliney / Professore di ruolo - I fascia / Storia della filosofia medievale (M-FIL/08)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Nessuno

Obiettivi del corso

Prendere dimestichezza con un problema filosofico nel suo sviluppo medievale per ampliare la propria capacità di analisi anche se temi e epoche diverse. Lo studio dello specifico tema da diverse prospettive e in diversi autori aiuterà a rafforzare la propria flessibilità cognitiva, il metodo di ricerca e la capacità di analisi; tramite l'acquisita capacità di fare domande verrà sviluppata anche la capacità di fare sintesi.

Programma del corso

Il corso intende trattare del modo in cui la cultura medievale ha considerato il mondo animale. Il tema è importante per comprendere le basi storiche dell'atteggiamento che del mondo occidentale verso le forme di vita diverse da quella umana, e prende avvio dalla considerazione che i pensatori dell'età tardoantica e medievale, fino agli inizi dell'età moderna, non hanno mai ritenuto necessario compiere osservazioni naturalistiche degli animali, ma si siano accontentati di analizzarli da un punto di vista concettuale e simbolico. Anche se diversa dalla nostra, la storia del rapporto con il mondo animale è una storia articolata, segnata da lesioni fra i modelli teologici e allegorici e modelli fisici maggiormente naturalistici e razionali. Il corso si svilupperà anche tramite la lettura di parti delle opere dei pensatori delle varie epoche, così da poter ricostruire dalle fonti gli atteggiamenti speculativi espressi dai diversi pensatori.
I non frequentanti dovranno integrare lo studio con testi da concordare con il
docente.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Stefano Perfetti Animali pensati nella filosofia tra medioevo e prima età moderna ETS, Pisa, 2012 » Pagine/Capitoli: 1-142
  • 2.  (A) Egle Lauzi Il destino degli animali. Aspetti delle tradizioni culturali araba e occidentale nel Medio Evo SISMEL - Edizioni del Galluzzo, Firenze, 2012 » Pagine/Capitoli: 177-235
  • 3.  (C) Luciano Cova Animali e 'renovatio mundi'. Il perché di un'assenza (nel volume 'Il mondo animale') SISMEL - Edizioni del Galluzzo, Firenze, 2000 » Pagine/Capitoli: 177-196
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Durante il corso saranno distribuiti testi di letteratura primaria in lingua italiana che faranno parte integrante del programma d'esame. Tali testi saranno poi disponibili presso la portineria della Sezione di Filosofia (via Garibaldi, 20).
Il programma da 6 CFU per non frequentanti prevede lo studio dell'articolo di Cova indicato in bibliografia come consigliato.
Il programma da 9 CFU prevede il studio integrale del volume di Lauzi indicato in bibliografia. Gli studenti possono rivolgersi al docente per informazioni più precise.

Metodi didattici
  • Le lezioni si svolgeranno seguendo diverse metodologie: una parte iniziale sarà improntata da lezioni frontali, necessarie per costruire l'orizzonte speculativo nel quale muoversi. I singoli autori saranno affrontati anche tramite la lettura dei loro stessi testi (che saranno distribuiti in fotocopia, e in lingua italiana, durante le lezioni, che verranno analizzati e commentati in modo interattivo, tramite il confronto fra gli studenti e con il docente. La parte finale vorrà tracciare una ipotetica sintesi del cammino percorso attraverso la condivisione delle motivate impressioni personali di coloro che hanno frequentato il corso.
Modalità di valutazione
  • La valutazione avverrà tramite un colloquio orale che verterà sugli argomenti trattati, con particolare attenzione alle capacità di collegamento logico delle argomentazioni e alle capacità di analisi dei singoli autori e di sintesi delle linee di sviluppo del pensiero che saranno emerse durante il corso.