Isabella Crespi

Isabella Crespi

Professore di ruolo - II fascia / Sociologia dei processi culturali e comunicativi (SPS/08)
  • Tel. interno (+39) 0733 258 5957
  • E-mail isabella.crespi@unimc.it
  • Skype isabellacrespi
  • Fax 0733 258 5927
Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo
 

Isabella Crespi  - (Busto Arsizio, VA, 1971).

1997 Laureata in Scienze Politiche Università degli Studi di Milano con il prof. Alberto Melucci.

2003 Dottorato di ricerca in Sociologia e Metodologia della ricerca sociale (Milano-Università Cattolica) con le prof.sse Giovanna Rossi ed Elena Besozzi

2006-2010 Ricercatrice di Sociologia dei processi culturali e comunicativi (SPS/08) all’Università di Macerata

Dal 2011: professoressa associata di Sociologia dei processi culturali e comunicativi (SPS/08) - Università di Macerata presso il Dipartimento di Scienze dell’Educazione, dei Beni culturali e del Turismo. Docente di Sociologia dell'Educazione, Cultural Differences (in lingua inglese) e Sociologia dei processi culturali.

Dal 28 marzo 2017: Abilitazione nazionale professore di I Fascia Settore Concorsuale 14/C2, Settore Scientifico Disciplinare SPS08 Sociologia dei processi culturali e comunicativi

Sono membro del Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo (sezione Persona, Linguaggi e Società) e del del collegio dei docenti del Dottorato in Human Sciences - curriculum Psychology, communication and social sciences dal 2010.

Delegata referente per il Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo in materia di equità, uguaglianza di genere e pari opportunità (da aprile 2017)

Da ottobre 2013: coordinatrice del Network europeo di ricerca RN13 Sociology of Families and Intimate lives dell’associazione europea di Sociologia: sono stata riconfermata in tale ruolo per il biennio 2015/2017 http://www.europeansociology.org/research-networks/rn13-sociology-of-families-and-intimate-lives.html.

Dal 2002 ho allacciato numerosi rapporti di collaborazione per ricerche comparative e per attività seminariali con diversi studiosi e studiosi a livello sia europeo che extraeuropeo che hanno avuto esito in pubblicazioni e ricerche comuni (si vedano le pubblicazioni e le attività di ricerca)

Da diversi anni  collaboro con i seguenti soggetti:

Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia dell'Università Cattolica (Milano) (http://centridiateneo.unicatt.it/famiglia-home)

Osservatorio di genere di Macerata (http://osservatoriodigenere.com/)

Fondazione Marco Vigorelli di Milano (http://www.marcovigorelli.org/ )

 

I miei interessi di studio e di ricerca sono:

I processi culturali e identitari nella società globale

La cultura e i processi culturali nella vita quotidiana, la globalizzazione e le differenza culturali. Il rapporto tra cultura, beni culturali e turismo con riferimento ai prodotti artisitici. In particolare: identità,  riconoscimento e multiculturalismo; la comunicazione interculturale

Differenze di genere e identità

Il tema delle differenze sessuali e di gender nel dibattito italiano ed internazionale. il concetto di gender mainstreaming – il tema della differenza/diversità/disuguaglianza legata ai ruoli sessuali e di gender – i processi di costruzione dell’identità di gender maschile e femminile - la paternità e l'identità maschile.

Relazioni familiari, processi di socializzazione e politiche sociali

Le trasformazioni e i mutamenti della famiglia nel contesto italiano ed europeo. Differenze di genere e ruoli familiari – I rapporti tra le generazioni in famiglia – La conciliazione dei tempi familiari e dei tempi lavorativi  - processi di socializzazione – ruoli familiari – politiche familiari e di conciliazione

Visiting research fellowships and international mobility

2017
University of Kortrijk (Belgio), STA Erasmus Teaching Mobility Programme Fellowship (EU) (aprile 2017)

Visiting researcher At Gesis Institute Colonia (GER) (maggio 2017) http://www.gesis.org/en/home/


2016

UCL Cirfase Louvain La Neuve (Belgio) Visiting professor (Novembre 2016) https://www.uclouvain.be/cirfase.html

2014
University of Liege and Leuven (Belgio), STA Erasmus Teaching Mobility Programme Fellowship (EU) (marzo-aprile 2014)
2013
Universidad de Asturias (Oviedo), STA Erasmus Teaching Mobility Programme Fellowship (EU) (febbraio 2013)
2012
STA Erasmus Teaching Mobility Programme Fellowship (EU) presso la Humboldt University of Berlin, Institut für Kulturwissenschaft, "Geschlecht als Wissenskategorie" (GER) (giugno 2012)
2012
Visiting Professor at Ecole Politecnique Federale de Lausanne, (CH) at Centre for social Ontology, cdh.epfl.ch/ontology, SNFS Research Fellow, projetc title "Gender and Ethnicity in EU-Non-Discrimination Policies. Bringing Social Theory and Empirical Research together” (Marzo-maggio 2012)
2011
Charles University of Prague, Dept. Gender Studies, (CZ)  Erasmus Teaching mobility, (maggio 2011)
www.fhs.cuni.cz/gender/lide_eng.html
2010
Warsaw School of Economics, Dept. Sociology, (POL) Erasmus Teaching mobility (maggio 2010), www.sgh.waw.pl/en/ogolne-en/
2009
Ceps/Instead, Iriss, Differdange, (LUX) 6th European Framework Programme - Research training mobility, (gennaio-maggio 2009) iriss.ceps.lu/presentation/index.cfm
2002
Dept. Sociology, Essex University (UK), Ph.D visiting fellowship (giugno-settembre 2002), www.essex.ac.uk/sociology/

1998

31° Summer School in Social Science Data Analysis and Collection, ECPR (European Consortium for Political Research) fellowship, University of Essex (UK) (luglio-agosto 1998)

 

Professional and Academic Membership

- CHAIR  of the European Sociological Association (ESA) - Network RN 13 Sociology of Families and Intimate lives (2013-2015 e 2015-2017) http://www.europeansociology.org/research-networks/rn13-sociology-of-families-and-intimate-lives.html

- Member of International sociological association (ISA) (RC06 Family Research from 2000) http://www.isa-sociology.org/rc06.htm

- Membro del Consiglio Scientifico Associazione Italiana di Sociologia (AIS) - Sezione Studi di Genere www.ais-sociologia.it/- 2012-2015

CURRENT INSTITUTIONAL ACTIVITIES @ UNIVERSITY OF MACERATA 

- Referente scientifico per l'ateneo di Macerata della Convenzione "Genere e Religioni", attivata tra università, enti e associazioni italiane che is occupano degli studi sul tema

- Presidente della Commissione Piani di Studio e Orientamento LM49 ITourdem

- Member of Ph.D Supervisors Board Human Sciences - curriculum Psychology, communication and social sciences.
- Member of Scientific Committe CRES (Centro di documentazione e ricerca religioni e società nell'età moderna) (Dept. Education - University of Macerata)
- Member of Scientific Committe CESFAG (Centro di studio, ricerca e formazione sull’adolescenza e la giovinezza) (Dept. Education - University of Macerata)

Editorial Boards Memberships
- Sociologia e politiche sociali, FrancoAngeli, www.francoangeli.it/riviste/sommario.asp

- Italian Sociological Review http://www.italiansociologicalreview.org/

- Sociology Mind, http://www.scirp.org/journal/sm/

- International Journal of Sociology and Anthropology (IJSA),  http://www.academicjournals.org/IJSA/index.htm

  • 2016 Alessandra, Fermani; Isabella, Crespi; Flavia, Stara, Sustainable hospitality and tourism at different ages: Women’s and men’s attitudes in Italy, in RESEARCH IN HOSPITALITY MANAGEMENT, 6; Grahamstown, AJOL; pp. 83 - 92 (ISSN: 2224-3534)
  • 2016 Fermani, Alessandra; Crespi, Isabella; Stara, Flavia, Sustainable hospitality and Tourism at different ages:Women's and Men's attitude in Italy., in RESEARCH IN HOSPITALITY MANAGEMENT, 6(1); Londra, Routledge; pp. 83 - 92 (ISSN: 2224-3534)
  • 2016 Bosoni, Maria Letizia; Crespi, Isabella; Ruspini Elisabetta, Between change and continuity: fathers and work-family balance in Italy, in Balancing Work and Family in a Changing Society. The Fathers' Perspective; New York, Palgrave MacMillan US; pp. 129 - 148 (ISBN: 978-1-137-59527-0)
  • 2016 Isabella, Crespi; Claudia, Santoni; Zanier, Maria Letizia, Famiglie, culture e ruolo delle donne nei processi migratori, in Radicamenti, discriminazioni e narrazioni di genere nel mediterraneo; Milano, FrancoAngeli; pp. 33 - 54 (ISBN: 978-88-917-2909-5)
  • 2016 Crespi, Isabella, Identità sessuale /di genere, in Lessico della sociologia relazionale; Bologna, Il Mulino; pp. 129 - 132 (ISBN: 978-88-15-26389-6)
  • 2016 Crespi Isabella, Living in multicultural families: Education, values and relationships in a globalized society, in Trust and conflict in intercultural processes. Experiences, practices and reflections; Macerata, EUM; pp. 137 - 152 (ISBN: 978-88-6056-461-0)
  • 2016 Crespi, Isabella, Origine e sviluppo delle teorie sul gender: una rilettura critica e nuove prospettive, in Sviluppo dell'affettività e culture del genere; Bologna, EDB; pp. 13 - 38 (ISBN: 978-88-10-80968-6)
  • 2016 Crespi, Isabella; Ruspini Elisabetta, Balancing Work and Family in a Changing Society. The Fathers' Perspective, in I. Crespi, E. Ruspini ; New York, Palgrave MacMillan US; pp. 1 - 229 (ISBN: 978-1-137-59527-0)
  • 2015 Crespi, Isabella; Zanier, Maria Letizia, Condizione femminile, percorsi di vita e politiche sociali: nuove diseguaglianze nell’età anziana, in SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI, 1; Milano, FrancoAngeli; pp. 103 - 123 (ISSN: 1591-2027)
  • 2015 Zanier, Maria Letizia; Crespi, Isabella, Facing the Gender Gap in Aging: Italian Women’s Pension in the European Context, in SOCIAL SCIENCES, 4; Basel, MDPI - Open Access Publishing; pp. 1185 - 1206 (ISSN: 2076-0760)
  • 2015 Isabella, Crespi; Lucia, D'Ambrosi; Alessandra, Fermani; Claudia, Santoni; Maria Letizia, Zanier, Family, Work and Old Women’s Situation in Italy and Spain: New Gender Inequalities, in AG-ABOUT GENDER, 8; Genova, Università di Genova; pp. 20 - 52 (ISSN: 2279-5057)
  • 2015 Crespi, Isabella; Ruspini, Elisabetta, Transition to fatherhood: New perspectives in the global context of changing men's identities, in REVUE INTERNATIONALE DE SOCIOLOGIE, 25; London, Taylor and Francis; pp. 353 - 358 (ISSN: 0390-6701)
  • 2015 Crespi, Isabella, Cultura/e nella società multiculturale. Riflessioni sociologiche, ; Macerata, EUM Edizioni Università degli Studi di Macerata; pp. 1 - 150 (ISBN: 9788860564306)
  • 2015 Crespi, Isabella, Educazione, differenze di genere e modelli culturali. Una ricerca sulle famiglie miste, ; Milano, FrancoAngeli; pp. 1 - 176 (ISBN: 9788891727039)
  • 2014 I. Crespi, Foreign families in the Italian context: migration processes and strategies, in JOURNAL OF COMPARATIVE FAMILY STUDIES, 45; Alberta, University of Calgary Press, Calgary Alberta; pp. 249 - 260 (ISSN: 0047-2328)
  • 2014 I. Crespi; C. Santoni, Pratiche, significati e dilemmi della conciliazione: differenze di genere e soggettività familiare, in La conciliazione famiglia-lavoro; Brescia, Editrice La Scuola; pp. 77 - 110 (ISBN: 9788835028383)
  • 2014 I. Crespi, Religiosità e differenze di genere in Italia: credenze, pratiche e cambiamenti generazionali, in Genere e religioni in Italia. Voci a confronto; Milano, FRANCOANGELI; pp. 83 - 114 (ISBN: 9788891705969)
  • 2014 I. Crespi; E. Ruspini, Genere e religioni in Italia. Voci a Confronto, in I.Crespi, E. Ruspini ; Milano, FRANCOANGELI; pp. 1 - 240 (ISBN: 9788891705969)
  • 2014 I. Crespi; E. Ruspini; E. Abbatecola; F. Antonelli; I. Bartholini; F. Corbisiero; A. Decataldo; M.S. Perra; C. Santoni; L. Toschi; S. Garbagnoli, Sotto la lente del genere. La sociologia italiana si racconta, in Emanuela Abbatecola, Francesco Antonelli, Luigi Berzano, Rita Biancheri, Antonella Cammarota, Amalia Caputo, Alessandra Decataldo, Paola Di Nicola, Carla Facchini, Milena Gammaitoni, Carmen Leccardi, Ezio Marra, Milena Meo, Fiammetta Mignella Calvosa, Mariella Nocenzi, Stefania Palmisano, Margherita Sabrina Perra, Simonetta Piccone Stella, Fiammetta Pilozzi, Barbara Poggio, Elisabetta Ruspini, Giada Sarra, Roberta Sorrentino, Giovanna Vingelli, Assunta Viteritti ; Milano, FRANCOANGELI; pp. 1 - 192
  • 2013 I. Crespi; G. Rossi, Families, welfare state and social changes in the European context: new perspectives, in REVUE INTERNATIONALE DE SOCIOLOGIE, 23; London, Routledge ( Taylor and Francis); pp. 499 - 503 (ISSN: 0390-6701)
  • 2013 I. Crespi; G. Rossi, Foreword, in SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI, 3 suppl.; Milano, Editore Franco Angeli; pp. 5 - 8 (ISSN: 1591-2027)
  • 2013 Santini, Cristina; Cavicchi, Alessio; Crespi, Isabella; Andriani, Valentina, Sustainable development and enterprises’ choices in the wine industry: a Case-study in the Italian context, in GEOGRAFÌÂ TA TURIZM, 24; Kiev, Taras Shevchenko National University of Kyiv; pp. 1 - 16 (ISSN: 2308-135X)
  • 2013 I. Crespi; T. Miller, Gender Issue in European Policies: Family, Care and Work Challenges, in Family, Care and Work in Europe: an Issue of Gender?; Macerata, EUM Edizioni Università di Macerata; pp. 7 - 14 (ISBN: 9788860563774)
  • 2013 I. Crespi; G. Rossi, Balancing work and family care: european experiences, in I. Crespi, G. Rossi ; Milano, Editore Franco Angeli; pp. 1 - 162 (ISBN: 9788856863239)
  • 2013 I. Crespi; T. Miller, Family, Care and Work in Europe: an Issue of Gender?, in I. Crespi, T. Miller ; Macerata, EUM Edizioni Università di Macerata; pp. 1 - 164 (ISBN: 9788860563774)
  • 2012 S. Bould; I. Crespi; G. Schmaus, The cost of a child, mother’s employment behavior and economic insecurity in Europe, in REVUE INTERNATIONALE DE SOCIOLOGIE, 22; London, Routledge ( Taylor and Francis); pp. 5 - 24 (ISSN: 0390-6701)
  • 2012 I. Crespi; A. Fontaine, Transition to parenthood and fertility intentions in Europe. Family choices and child-birth challenges, in REVUE INTERNATIONALE DE SOCIOLOGIE, 22; London, Routledge Taylor and Francis; pp. 1 - 4 (ISSN: 0390-6701)
  • 2012 I. Crespi; A.M. Fontaine, Transition to parenthood and fertility intentions in Europe. Family choices and child-birth challenges, in I. Crespi, A.M. Fontaine, S. Bould, T. Miller, S. Galdiolo, L. Cavalli, S. Roskam, G. Schmaus ; London, Routledge Taylor and Francis; pp. 1 - 93 (ISBN: 0014699273)
  • 2011 I. Crespi, Gender Dynamics and Post Conflict Reconstruction, in INTERNATIONAL SOCIOLOGY, 26 pp. 638 - 641 (ISSN: 0268-5809)
  • 2011 I. Crespi, Identities and values in multiethnic families: some evidences from a qualitative study on mixed couples, in “Working Papers DIsef Dipartimento di Scienze dell’Educazione”; Macerata, Edizioni Università di Macerata EUM; pp. 1 - 18 (ISBN: 9788860563026)
  • 2011 V. Andriani; I. Crespi, Il concetto di cultura nella sociologia classica, moderna come presupposto della “svolta” multiculturale: alcune riflessioni, in “Working Papers DIsef Dipartimento di Scienze dell’Educazione”; Macerata, Edizioni Università di Macerata EUM; pp. 34 - 57 (ISBN: 9788860563040)
  • 2011 V. Andriani; I. Crespi, L’appartenenza alle cerchie sociali e la condizione di straniero in George Simmel, in “Working Papers DIsef Dipartimento di Scienze dell’Educazione”; Macerata, Edizioni Università di Macerata EUM; pp. 74 - 87 (ISBN: 9788860563064)
  • 2011 I. Crespi, Introduzione, in I. Crespi Culture socializzative, identità e differenze di genere: approcci disciplinari a confronto; Macerata, EUM Edizioni dell'Università di Macerata; pp. 7 - 11 (ISBN: 9788860562746)
  • 2011 I. Crespi, Culture socializzative, identità e differenze di genere. Approcci disciplinari a confronto, in B. Poiaghi, G. Rossi, D. Simeone, I. Crespi ; Macerata, Edizioni Università di Macerata; pp. 7 - 80 (ISBN: 9788860562746)
  • 2009 I. CRESPI, Gender differences and equality issue in Europe: critical aspects of gender mainstreaming policies, in REVUE INTERNATIONALE DE SOCIOLOGIE, 19; london, Routledge ( Taylor and Francis); pp. 171 - 188 (ISSN: 0390-6701)
  • 2009 I. CRESPI; P. Donati, Introduction, in REVUE INTERNATIONALE DE SOCIOLOGIE, 19; London, Routledge ( Taylor and Francis); pp. 51 - 54 (ISSN: 0390-6701)
  • 2009 E. CARRÀ; I. CRESPI; F. DELLISANTI, LA «RETE» DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE GIOVANILE (CAG) MILANESI: PUBBLICO E PRIVATO SOCIALE A CONFRONTO, in BUONE PRATICHE E CAPITALE SOCIALE. Servizi alla persona pubblici e di privato sociale a confronto; MILANO, Led Edizioni universitarie di lettere, economia, diritto; pp. 41 - 100 (ISBN: 9788879164115)
  • 2009 I. CRESPI; P. DONATI, Equality and difference in a multicultural society, in I. CRESPI, P. DONATI , 19; COLCHESTER, Routledge Taylor and Francis; pp. 51 - 189 (ISBN: 0003906701)
  • 2008 I. CRESPI, Differenze di gender, famiglia e politiche di conciliazione in Europa: alcune riflessioni critiche, in SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI, 1; Milano, -Milano : Franco Angeli; pp. 9 - 33 (ISSN: 1591-2027)
  • 2008 I. CRESPI, Gender, family and work in the European cultural and social model: some critical aspects, in JOURNAL OF SOCIETAL AND SOCIAL POLICY, 7 pp. 19 - 31 (ISSN: 1681-2816)
  • 2008 I. CRESPI, Il problema dell’ordine sociale in Talcott Parsons e Harold Garfinkel, in STUDI DI SOCIOLOGIA, 3; Milano, SOCIETA' EDITRICE VITA E PENSIERO; pp. 331 - 354 (ISSN: 0039-291X)
  • 2008 I. CRESPI, Alla (ri)scoperta dell’identità maschile, in Identità e trasformazioni sociali nella dopomodernità: tra personale e sociale, tra maschile e femminile; MACERATA, EUM Edizioni Università di Macerata; pp. 103 - 142 (ISBN: 9788860561206)
  • 2008 I. CRESPI, Come è possibile l’ordine sociale? Il concetto di fiducia in Talcott Parsons e Harold Garfinkel, in Annali della Facoltà di Scienze della Formazione, 3; MACERATA, Eum; pp. 211 - 236 (ISBN: 9788860560353)
  • 2008 I. CRESPI, Gli strumenti per l’analisi relazionale: dalla mappa di Todd alla network analysis, in Un’osservazione che progetta. Strumenti per l’analisi e la progettazione relazionale; MILANO, Edizioni universitarie LED; pp. 105 - 128 (ISBN: 9788879163866)
  • 2008 I. CRESPI, Processi di socializzazione e identità di genere. Teorie e modelli a confronto, ; MILANO, Franco Angeli; pp. 1 - 192 (ISBN: 9788846499448)
  • 2008 I. CRESPI, Identità e trasformazioni sociali nella dopomodernità: tra personale e sociale, tra maschile e femminile, in I. Crespi ; MACERATA, EUM Edizioni Università di Macerata; pp. 0 - 170 (ISBN: 9788860561206)
  • 2008 I. CRESPI; S. BOULD, La conciliazione famiglia-lavoro in Europa, in I. Crespi, S. Bould ; MILANO, FrancoAngeli; pp. 1 - 224 (ISBN: 9788846499444)
  • 2007 I. CRESPI, Alcuni elementi emersi dall'analisi longitudinale delle reti e delle relazioni nel progetto Polinrete, in Polinrete. Il lavoro in rete tra servizi per persone disabili; MILANO, FrancoAngeli; pp. 84 - 100 (ISBN: 9788846482181)
  • 2007 I. CRESPI, Conclusions: some unsolved dilemmas and the risk of forgetting family, in Gender mainstreaming and family policy in Europe: perspective, researches and debates; MACERATA, EUM Edizioni Università di Macerata; pp. 225 - 240 (ISBN: 9788860560643)
  • 2007 I. CRESPI, Gender mainstreaming and reconciliation policies in Europe: perspectives and dilemmas, in Gender mainstreaming and family policy in Europe: perspective, researches and debates; MACERATA, Edizioni Università di Macerata; pp. 13 - 98 (ISBN: 9788860560643)
  • 2007 I. CRESPI, Identità di genere, relazioni e contesti. Esperienze femminili e maschili a confronto, ; MILANO, Edizioni Unicopli; pp. 1 - 186 (ISBN: 9788840011424)
  • 2007 I. CRESPI, Gender mainstreaming and family policy in Europe: perspective, researches and debates, in I. Crespi ; MACERATA, Edizioni Università di Macerata; pp. 1 - 248 (ISBN: 9788860560643)
  • 2006 I. CRESPI, Sesso, genere e identità: il contributo dei gender studies, in SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI, 7 Franco Angeli Editore; pp. 51 - 88 (ISSN: 1591-2027)
  • 2006 I. CRespi, Il genere come struttura sociale: teoria e attivismo a confronto, in SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI, 9 pp. 23 - 49 (ISSN: 1591-2027)
  • 2004 I. CRespi, La partecipazione alle associazioni volontarie contribuisce alla formazione del capitale sociale? (versione originale: , di , Nonprofit and Voluntary Sector Quarterly, vol. 31, no. 1, March 2002 32-61), in SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI, 8 pp. 9 - 42 (ISSN: 1591-2027)
  • 2004 I. CRESPI, Analisi di rete e progettazione nell’area penale minorile: una metodologia relazionale per l’analisi dei contesti, in Pedagogisti per la giustizia; MILANO, Vita e Pensiero; pp. 631 - 664 (ISBN: 9788834311424)
  • 2004 I. CRESPI, Aspetti metodologici della rilevazione empirica, in Passaggi di consegne: la transizione all’età anziana nella prospettiva relazionale; MILANO, Vita e Pensiero; pp. 69 - 97 (ISBN: 9788834311264)
  • 2004 I. CRESPI, Le strategie per la transizione, in Passaggi di consegne: la transizione all’età anziana nella prospettiva relazionale; MILANO, Vita e Pensiero; pp. 52 - 60 (ISBN: 9788834311264)
  • 2004 I. CRESPI, Socialization and gender roles within the family: a study on adolescents and their parents in Great Britain, in The Annals of the Marie Curie fellowship, 3; BRUSSELS, European Commission; pp. 124 - 131
  • 2003 I. Crespi, Stili collettivi e riflessivi del volontariato: una prospettiva sociologica della/sulla modernizzazione (Versione originale: , Voluntas: International Journal of Voluntary and Nonprofit Organizations, Vol. 14, No. 2, June 2003), in POLITICHE SOCIALI E SERVIZI, 2 pp. 111 - 133 (ISSN: 1128-546X)
  • 2003 I. CRESPI, Generi e generazioni: adolescenti e relazioni familiari, in Il genere come risorsa comunicativa. Maschile e femminile nei percorsi di crescita; MILANO, FrancoAngeli; pp. 89 - 119 (ISBN: 9788846451781)
  • 2003 I. CRESPI, Il pendolo intergenerazionale. La socializzazione al genere in famiglia, ; MILANO, Edizioni Unicopli; pp. 1 - 249 (ISBN: 9788840009087)
  • 2001 I. CRESPI, Analisi di rete: un percorso di ricerca per la mediazione di comunità, in POLITICHE SOCIALI E SERVIZI Vita e Pensiero, Milano; pp. 299 - 323 (ISSN: 1128-546X)
  • 2000 I. CRESPI, Condizione anziana e soluzioni abitative: trend emergenti nelle esperienze internazionali, in POLITICHE SOCIALI E SERVIZI, 1 Vita e Pensiero, Milano; pp. 137 - 154 (ISSN: 1128-546X)
  • 2000 I. CRESPI, La banca del tempo: esperienze di scambio sociale e reciprocità, in SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI, 2 Vita e Pensiero, Milano; pp. 155 - 184 (ISSN: 1591-2027)
  • 1999 I. Crespi, La Terza Via di Tony Blair: prospettive aperte per il Welfare State, in POLITICHE SOCIALI E SERVIZI, n. 1, anno 1, gennaio-giugno pp. 159 - 164 (ISSN: 1128-546X)
  • SPS/07 - Sociologia generale
  • SPS/08 - Sociologia dei processi culturali e comunicativi
  • SPS/09 - Sociologia dei processi economici e del lavoro
Breve descrizione Settore ERC Parole chiave
I processi culturali e identitari nella società globale La cultura e i processi culturali nella vita quotidiana, la globalizzazione e le differenza culturali. Il rapporto tra cultura, beni culturali e turismo con riferimento ai prodotti artistici. In particolare: identità, riconoscimento e multiculturalismo; la comunicazione interculturale SH5_10: Cultural studies, cultural diversity
Differenze di genere e identità Il tema delle differenze sessuali e di gender nel dibattito italiano ed internazionale. il concetto di gender mainstreaming – il tema della differenza/diversità/disuguaglianza legata ai ruoli sessuali e di gender – i processi di costruzione dell’identità di gender maschile e femminile - la paternità e l'identità maschile. SH2_3: Kinship, cultural dimensions of classification and cognition, identity, gender
Relazioni familiari e politiche familiari Le trasformazioni e i mutamenti della famiglia nel contesto italiano ed europeo. Differenze di genere e ruoli familiari – I rapporti tra le generazioni in famiglia – La conciliazione dei tempi familiari e dei tempi lavorativi - processi di socializzazione – ruoli familiari – politiche familiari e di conciliazione SH3_6: Families and households
Lingua Conoscenza
Inglese Eccellente
Spagnolo (internazionale) Eccellente
Tedesco Elementare
Francese Elementare
Aree: Americhe, Asia, Europa, Italia
Titolo Genere e religione in Italia: aspetti sociologici
Settore ERC SH2_4: Myth, ritual, symbolic representations, religious studies
Abstract
Gruppo di lavoro Crespi Isabella, Ruspini Elisabetta
Titolo Fatherhood and Work and Family balance in a Changing Society
Settore ERC SH3_6: Families and households
Abstract This project intends to explore, with an international perspective, the changing roles of men and fathers in a global context and how contemporary fathers deal with the work-life balance. It also intends to discuss the social issues (but also tensions) associated with changing male and father identities and with the existing social and policy agendas.
Both research and policy on balancing work and family life have tended to focus on mothers’ lives. As a result, men’s fathering roles and their struggle with work-life balance have often been neglected. We explores how fathers fulfill their roles both within the family and at work and what institutional support could be of most benefit to them in combining these roles.
Gruppo di lavoro Crespi Isabella, Ruspini Elisabetta
Titolo Multi-ethnic and transnational families in Europe. Gender and generations
Settore ERC SH3_7: Migration
Abstract In a worldwide context of growing migration processes, international research confirms the central role that the family plays in the migration plans and strategies of individuals, including the decision to emigrate and which family members must or can do so. The family also takes on considerable importance in defining subsequent modifications, such as the length and development of migratory projects. Emigration in turn can alter marriage and couple models, ways of living together and forms of cohabitation. The “migrant family” is set in a social system where roles and relationships could be partially or completely different. The settlement of individuals in the receiving Country, and their changing migration plans and strategies follow multiple pathways: family reunions, mixed marriages, correspondence brides, small-sized families, childless couples. The experience of migration, with its cultural and emotional break-ups can redefine and reorganise networks and relational dynamics, particularly between men and women, parents, grandparents and children. Through our specific focus on transnational and multi-ethnic families, we wish to contribute to understanding both the current state of the foreign presence in Europe, and the future consequences of the developments under way. In this project we wish to address the following questions: 1. What are the gender and intergenerational dynamics organizing social relations within multi-ethnic/transnational families and how do they influence migration experiences? 2. How are family relations reorganized across national borders and what are the impacts of social remittances (ideas, behaviours, identities, and social capital) in reshaping social relations in in multi-ethnic/transnational family networks? 3. What are the connections between negotiation processes and conflicts emerging from cultural differences in multi-ethnic/transnational families?
Parole chiave migration, families, gender and generation
Gruppo di lavoro Crespi Isabella, Merla Laura (UCL Belgium), Meda Stefania (Unicatt Milano)
Titolo Attività di ricerca 2011-2014
Settore ERC SH2: Institutions, values, beliefs and behaviour: sociology, social anthropology, political science, law, communication, social studies of science and technology
Abstract A. DIFFERENZE DI GENERE, ETNICHE, RELIGIOSE E VALORIALI IN UNA SOCIETÀ GLOBALE
B. LE POLITICHE EUROPEE DI CONCILIAZIONE FAMIGLIA-LAVORO E DI GENERE

È utile sottolineare la duplice valenza teorica ed empirica che ha sempre connotato il percorso di ricerca: ad una approfondita riflessione sui fenomeni emergenti della realtà familiare e sociale è sempre seguita una puntuale verifica empirica delle tesi sostenute. Nell’ambito delle ricerche cui ho partecipato, con ruolo anche di coordinamento, ho applicato e affinato sia le metodologie quantitative, sia quelle qualitative.

A._ DIFFERENZE DI GENERE, ETNICHE, RELIGIOSE E VALORIALI IN UNA SOCIETÀ GLOBALE

A.1
Dal punto di vista teorico il tema dell’intreccio delle differenze è stato affrontato nel triennio a partire dalla collaborazione con alcuni studiosi facenti capo al realismo critico e all’approccio morfogenetico (Urs Lindner, Margareth Archer) ed il lavoro di affinamento teorico è ancora in corso.

Gennaio-Dicembre 2011
Intersectionality: a critical tool for analyzing social complexity
Ruolo nel progetto: membro dell’équipe di ricerca con Urs Lindner (assistant professor at the Max Weber Center for Advanced Cultural and Social Studies at the University of Erfurt)
Obiettivi e risultati:
Originating from black feminist theory intersectionality has become within the last decade a broad interdisciplinary heuristics for analysing interlocking social divisions: race, class, gender and other differences are no longer seen in isolation or in cumulative models but in their mutual constitution and complex entanglements. Within the field of intersectionality there have not only been explicit references to critical realism (e.g. Leslie McCall, Silvia Walby); in addition many scholars work with a quasi-archerian social ontology of structure, culture, and agency. Thus, intersectionality bears the potential to productively mediate between different social theories and critical traditions. However, the complexity-oriented character of intersectionality also brings about some theoretical and political intricacies. To this day, it is not settled whether intersectional analysis refers to a limited ensemble of social inequalities or to an open-ended list of differences and identities. More politically speaking, it is still contested whether intersectionality is a tool of a renewed critical social theory or whether it belongs to an ideological dispositive that hails global capitalism’s sensitivity towards diversity. Within the critical camp itself it remains an open question whether the aim is primarily to deconstruct categories or to explain social mechanisms. Among the questions to be addressed are: How can intersectionality be operationalised within concrete research? What does it render particularly apt for interdisciplinary analysis? How can complexity and complexity reduction, especially in the investigation of multiple intersecting inequalities, be mediated? What role does global capitalism play within intersectional analysis? What is the contribution of intersectionality to a broader critical social theory? What can critical realism learn from intersectional perspectives? How could an emancipatory politics of intersectionality look like?The project would like to contribute to the theoretical and methodological elaboration of intersectionality as well as to its deepening relations with critical realism. It is directed both towards empirical research and theoretical aspects.


Marzo-dicembre 2012
Gender and Ethnicity in EU-Non-Discrimination Policies. Bringing Social Theory and Empirical Research together
Visiting fellowship: Centre d’Ontologie Sociale, College des Humanites, Losanna, Svizzera
Obiettivi e risultati:
The research project is directed towards both empirical research, theoretical interventions and policies interpretations. On one hand, it aims at contributing to the theoretical and methodological elaboration of gender and ethnicity aspects in EU Non-Discrimination policies. On the theoretical level, it focuses on the perspective of intersectionality as well as to its deepening relations with sociology and critical realism. On the other, at the empirical level, the aim of the project is to operationalise definitions and theories for the analysis of EU policies in order to identify weaknesses and strengthens and a possible social model for new political mainstreams interventions. As regards the methods used in the project, the first step will be the conceptual elaboration of a new model for interpreting EU Non-discrimination policies through the analysis of the theoretical perspectives. The second step will be to apply a discourse and content analysis on EU documents selected in the first phase of the project in order to understand the actual framework of this policies in particular EU commission Directives and guidelines on gender and racial/ethnic equality. The project will promote a deeper understanding of the evolution of the theoretical debate upon differences and new models of citizenship for gender and ethnicity and the enrichment that the intersectionality debate and critical realism can receive when they are brought together. Further, the research will find out advantages and disadvantages of the actual EU Non-discrimination policies in the light of the complexification of the social processes.

I risultati sono stati presentati in una fase iniziale durante il seminario dell’aprile 2012: Losanna (CH) Center for Social Ontology, EPFL Ecole Polytechnique Federale “Intersectionality and morphogenetic relational approach: some preliminary considerations”, BLOW Seminar at the Centre for Social Ontology. A conclusione dell’intero percorso del punto A, come sopra esposto è in preparazione una pubblicazione da sottoporre ad una rivista internazionale nel 2015.

A.2
Un secondo percorso legato alla tematica a è quello relativo al rapporto tra differenze di genere, etniche e culturali che vede due temi legati a questo filone.

Gennaio 2013-Marzo 2014
Differenze di genere e religioni nel contesto italiano attraverso i dati dell’European Values Study (EVS)
Un ulteriore filone di ricerca si è focalizzato sull’analisi delle differenze di genere rispetto alla religione e ai valori da essa rappresentati nel rapporto tra le diverse confessioni e tradizioni religiose. Attraverso un approccio interdisciplinare, ecumenico e interreligioso, il lavoro di ricerca e di studio mira alla comprensione dei complessi intrecci che connettono la Sociologia della religione e la Sociologia del genere. Le relazioni tra genere maschile e genere femminile rivestono un ruolo cruciale nei libri sacri; ciononostante, la prospettiva gender-sensitive pare ancora scarsamente impiegata negli studi di Sociologia della religione. Di particolare interesse e rilevanza il confronto tra le diverse religioni e le diverse prospettive teoriche e di ricerca sociologica. In particolare il lavoro di ricerca empirica si è basato sull’analisi dei dati EVS (European Values Study) più recenti del 2009 per l’Italia. L’ipotesi principale che ha guidato il contributo è dunque quella di constatare la persistenza e l’ampiezza di una diversificazione tra uomini e donne, citata in letteratura, rispetto ad alcune dimensioni specifiche dell’esperienza religiosa, in un’epoca di forte trasformazione di quest’ultima.

I risultati sono presentati nel saggio del 2014 I. Crespi, Religiosità e differenze di genere in Italia: credenze, pratiche e cambiamenti generazionali, I. Crespi, E. Ruspini, Genere e religioni in Italia. Voci a confronto, FrancoAngeli, pp. 83-114.


Ottobre 2013-giugno 2014
Il rapporto tra famiglia, cultura e differenze di genere nelle esperienze migratorie
L’immigrazione rappresenta una realtà consolidata da molti anni nella società italiana ed è stata caratterizzata da momenti in cui ha prevalso la dimensione dell’emergenza da affrontare e da altri in cui si sono assunte decisioni sul lungo periodo, in relazione alle politiche di integrazione e di costruzione di una società sempre più multiculturale.
In tale contesto le ricerche nazionali e internazionali mostrano e confermano il ruolo centrale che la famiglia gioca nel progetto e nella strategia migratoria del singolo, nella scelta di emigrare e nella scelta su chi della famiglia deve partire o può partire. La famiglia assume un peso rilevante anche nella definizione delle eventuali successive modificazioni, nella durata e nella evoluzione del progetto migratorio. Il processo naturale di transizione a cui la famiglia è sottoposta, con le migrazioni, subisce un’accelerazione: in emigrazione cambiano i modelli di coniugalità e di coppia, le forme di convivenza e di coabitazione. Il processo migratorio scardina la famiglia allargata, determinando nuove forme, nuove dinamiche, nuove pratiche familiari, nuovi ruoli e una diversa distribuzione dei compiti coniugali, i cui contorni sono tutti da definire. Le famiglie tradizionali si affiancano a quelle interetniche, ed è frequente la costruzione di una sorta di parentela a base sociale, che origina una solidarietà e una protezione fra i membri della stessa comunità o tra individui della stessa zona di appartenenza; si forma una sorta di parentela sostitutiva, sociale e non genealogica.
La stabilizzazione degli individui nel paese di immigrazione, il modificarsi dei progetti e delle strategie migratorie, seguono percorsi e forme familiari molteplici: ricongiungimenti familiari, matrimoni misti, spose per corrispondenza, famiglie poco numerose, coppie senza prole. La famiglia migrante si colloca in un contesto, in un sistema sociale, in cui i ruoli e le relazioni non sono più quelli gerarchici della tradizione, o di una modernità vissuta differentemente, ma si sono modificati, o sono in fase di modificazione, assumono una nuova dislocazione con il conseguente processo di marginalizzazione del modello di famiglia più tradizionale, con l’insorgenza di conflitti nella coppia o a livello intergenerazionale. L’esperienza dell’emigrazione, con le sue rotture, culturali ed affettive, comporta la ridefinizione, la riorganizzazione dei reticoli e delle dinamiche relazionali, in particolare i rapporti uomo/donna, madre/padre, marito/moglie, padre/figli, madre/figli.
La scelta di trattare il tema delle famiglie straniere/migranti nasce, pertanto, dalla consapevolezza di affrontare un argomento attuale per il nostro paese e allo stesso tempo importante per comprendere non solo lo stato odierno della presenza straniera, ma anche i possibili esiti futuri dell’evoluzione in corso. Molte sono le chiavi di interpretazione di un fenomeno come l’immigrazione, che vanno da quella economica a quella sociale a quella politica e a quella legislativa. L’obiettivo di questo progetto è quello di fornire un quadro sintetico della situazione italiana alla luce di alcuni elementi particolari: le famiglie miste, i rapporti tra le generazioni di migranti e il tema della conciliazione famiglia/lavoro per le famiglie migranti.

Una prima parte di questo lavoro è stata pubblicata nel saggio I. Crespi, Foreign families in the Italian context: migration processes and strategies, Journal of Comparative families, vol. 1, Spring 2014.
La seconda parte del lavoro sarà pubblicato in un saggio dal titolo Famiglie, culture e ruolo delle donne nei processi migratori (I. Crespi, C. Santoni e M.L. Zanier) nel volume “Radicamenti discriminazioni e narrazioni di genere nel mediterraneo” (a cura di I. Bartholini e F. Bimbi) Guerini e associati (luglio 2015).


B. LE POLITICHE EUROPEE DI CONCILIAZIONE FAMIGLIA-LAVORO E DI GENERE

In questo filone di ricerca sono proseguiti gli studi già intrapresi da anni rispetto al tema della conciliazione e delle politiche di genere a livello sia nazionale che europeo. In particolare la riflessione si è arricchita con l’introduzione del tema delle diseguaglianze nell’età anziana attraverso l’analisi dei dati Share europei con un approccio comparativo tra paesi diversi e poi con un approfondimento specifico sui paesi del sud Europa (progetto b1). In secondo luogo il percorso ha visto l’approfondimento degli aspetti teorici che ridefiniscono il legame tra le politiche di conciliazione e gli strumenti di intervento anche in relazione alle politiche di genere mainstream e alla crescente soggettività familiare presente nelle buone pratiche (progetto b3).

B.1
Ottobre 2013- Luglio 2014
The impact of motherhood on women’s financial security in retirement in France, Belgium, Sweden, Germany, Spain and Italy
Concern with equity and adequacy in retirement income for men and women is a serious issue, especially due to the longer life expectancy of women in Europe and North America. Women not only face a higher risk of widowhood, but also the incidence of divorce has become greater. Older women, especially, are at risk of living in a single person household, a household that does not have the economies of scale of a two-person household. Important factors in retirement economic security and equity are linked to the work life of women in comparison with men. Under current conditions women are likely to have not only a less stable work life but also more limited access to better pensions linked to a stable work life. The most important factor impacting a women’s work life is motherhood in contrast to fathers who typically have a more stable work-life than non-fathers. Initial results indicate that where there is greater protection for mothers to sustain their work-force activity to contribute to pensions systems during maternity leave or leave to caregiving their pensions will be more similar to those of men. This is the case of Sweden where gender equity and gender mainstreaming have been a long established as policy goal. In Germany, however, mothers typically drop out of the workforce and have very limited access to pensions based on their own workforce history. In Spain and Italy where mothers of this generation typically did not work, widows will be more at risk although these widows may benefit, from living arrangements with adult children which can protect them from poverty. The situation in France and Belgium will also be analyzed. The data for this projectcome from SHARE (Survey of Health, Aging and Retirement in Europe) which allows a detailed analysis of the six contries.

A conclusione dell’intero percorso del punto B1, come sopra esposto, sono stati inviati e sono attualmente in revisione presso due riviste internazionali due saggi, di cui uno sulla comparazione europea ed uno specifico sull’analisi del contesto sud-europeo.
E’ inoltre già accettato per la pubblicazione nel 2015 un saggio I. Crespi e M.L. Zanier, Condizione femminile, percorsi di vita e politiche sociali: nuove diseguaglianze nell’età anziana, Sociologia e Politiche Sociali, n. 2, 2015, nel quale si presenta una riflessione teorica rispetto al tema della ricerca.

B.2
Nuove prospettive e problematiche della conciliazione famiglia-lavoro in Italia e in Europa
Le politiche di conciliazione e di pari opportunità, così come pensate e attuate oggi, a livello nazionale ma anche europeo, non sembrano essere in grado di garantire un reale sostegno alle donne e allo stesso tempo alle famiglie. Il tema della conciliazione rappresenta uno dei temi chiave per comprendere lo scarso radicamento nella nostra società della cultura della parità che prevede per il suo compiersi di un solidale patto sociale tra imprese, famiglie, istituzioni nazionali e locali e all'interno del quale donne e uomini condividano pratiche, principi e modalità. I recenti cambiamenti demografici quali l'invecchiamento della popolazione e la riduzione della natalità hanno reso tale quadro ancora più complesso. Partendo da questa analisi, questo filone di ricerca ha indagato i nodi storici dell'intreccio famiglia-lavoro e una serie di concetti di rilevante importanza che hanno accompagnato la programmazione europea in materia. Il cuore della questione appare sempre più la mancanza di una mediazione relazionale tra la sfera del mercato, dello stato e quella della famiglia orientata alla promozione delle relazioni di reciprocità tra generi e generazioni, nel rispetto dei diritti individuali e del corso di vita della famiglia. La nuova sfida della conciliazione deve ripartire dalle soggettività individuali per ragionare di una soggettività famigliare nuova, riconoscibile e condivisibile dalle donne e dagli uomini e all'interno della quale la ricerca del benessere esistenziale si compia nel rispetto della parità e delle pari opportunità.

Le pubblicazioni già edite relative a questo filone sono le seguenti:
2012 (with Bould S. and Schmaus, G.), The cost of a child, mother’s employment behaviour and economic insecurity in Europe, International Review of Sociology, vol. 22, n. 1, 2012; pp. 5-24;
2102 I. Crespi, A.M. Fontaine (eds.) Transition to parenthood and fertility intentions in Europe. Family choices and child-birth challenges, Themed section, International Review of Sociology, vol. 22, n. 1
2013 I. Crespi, G. Rossi (a cura di) Balancing work and family care: European experiences. Franco Angeli, Milano;
2013 I. Crespi, T. Miller, Family, Care and Work in Europe: an Issue of Gender?. p. 7-14, Edizioni Università di Macerata, Macerata;

Il risultato di questa riflessione teorica è in pubblicazione in un numero monografico de “La famiglia. Rivista di problemi familiari”, La Scuola, Brescia con il titolo Pratiche, significati e dilemmi della conciliazione: differenze di genere e soggettività familiare, pp. 77-110, n. 48/258, 2014 (in press).
   
  • Titolo: Italian Sociological Review
  • Tipologia: comitati di redazione di riviste
  • Parole chiave: sociologia
  • Anno di avvio: 2013
  • Sito Web:
  • Titolo: Advances in applied sociology
  • Tipologia: comitati di redazione di riviste
  • Parole chiave:
  • Anno di avvio: 2012
  • Sito Web:
  • Titolo: SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI
  • Tipologia: comitati di redazione di riviste
  • Parole chiave:
  • Anno di avvio: 1999
  • Sito Web:
  • MIUR
  • Altri organismi
  • Oggetto del finanziamento: The Wine Lab. Generating Innovation between Practice and Research
  • Tipologia: (11.02) progetti ue e internazionali
  • Bando competitivo: si
  • Settore ERC: sh1_2 development, economic growth
  • Parole chiave:
  • Anno di avvio: 2016
  • Durata: 36
  • Sito Web:
  • Oggetto del finanziamento: The Impact of Motherhood on Women's Retirement Income in EU Countries
  • Tipologia: (11.02) progetti ue e internazionali
  • Bando competitivo: si
  • Settore ERC: sh3_6 families and households
  • Parole chiave: differenze di genere, motherhood, politiche sociali, retirement, sociologia, unione europea
  • Anno di avvio: 2013
  • Durata: 24
  • Sito Web:
  • Oggetto del finanziamento: Gender and Ethnicity in EU-Non-Discrimination Policies. Bringing Social Theory and Empirical Research together
  • Tipologia: (11.02) progetti ue e internazionali
  • Bando competitivo: si
  • Settore ERC: sh3_7 migration
  • Parole chiave: europa, gender studies, race and ethnicity, sociologia
  • Anno di avvio: 2012
  • Durata: 3
  • Sito Web:
  • Oggetto del finanziamento: Families at stake: families and children in the context of the European social policies
  • Tipologia: (11.02) progetti ue e internazionali
  • Bando competitivo: si
  • Settore ERC: sh3_6 families and households
  • Parole chiave: children, europe, family, gender, sociology
  • Anno di avvio: 2009
  • Durata: 12
  • Sito Web: http://iriss.ceps.lu/research/research_projects/index.cfm?yn=2009
  • Oggetto del finanziamento: La negoziazione delle differenze e dell’identità nelle famiglie miste
  • Tipologia: (11.03) progetti con altri soggetti e rapporti con il territorio
  • Bando competitivo: si
  • Settore ERC: sh3_7 migration
  • Parole chiave: famiglia, migrazione, sociologia
  • Anno di avvio: 2010
  • Durata: 12
  • Sito Web:
  • Oggetto del finanziamento: IDENTITÀ E DIFFERENZE ETNICO-CULTURALI NELL’ESPERIENZA FAMILIARE
  • Tipologia: (11.03) progetti con altri soggetti e rapporti con il territorio
  • Bando competitivo: si
  • Settore ERC: sh2_3 kinship, cultural dimensions of classification and cognition, identity, gender
  • Parole chiave: famiglia, migrazione, sociologia
  • Anno di avvio: 2009
  • Durata: 12
  • Sito Web:
 Orari di ricevimento
  • martedì 4 aprile 18.00-19.30
  • mercoledì 19 aprile 18.00-19.30
  • Si avvisano gli studenti che sarò assente per motivi di studio/ricerca all'estero nei seguenti periodi: 24-28 Aprile 2017: mobilità Erasmus e conferenze in Belgio e 8 maggio- 9 giugno 2017: visiting research grant presso Gesis Institute Colonia. Per questioni urgenti e motivate è possibile inviare una email specificando il motivo dell'urgenza
  • mercoledì 3 maggio ore 18.00-19.30
  • marcoledì 14 giugno ore 18.00-19.30
  • Prenotarsi via email precisando brevemente il motivo dell'incontro. Stanza 308 Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo.
  • Controllare sempre eventali variazioni e segnalazioni negli avvisi in questa pagina
  • La docente risponderà alle email degli studenti, di norma, in orario di ricevimento e/o una volta a settimana. Gli studenti sono pregati quando contattano la docente di utilizzare la mail @studenti.unimc.it. Durante l'orario di ricevimento NON si verbalizzano i voti d'esame sul libretto. Vedere avviso date e orari per la verbalizzazione
 Download
 Notizie