Lingua e cultura inglese (livello avanzato)

  • A.A. 2015/2016
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea LM-89
Ludovica Briscese / Professoressa a contratto
Prerequisiti

A2+/B1 del quadro comune di riferimento per le lingue straniere

Obiettivi del corso

Il corso mira a fornire strumenti e conoscenze per consolidare competenze linguistiche, ma anche
interculturali, in lingua inglese a supporto di politiche per la valorizzazione sociale ed economica e
per la conservazione del patrimonio locale-nazionale e internazionale.
Verrà prestata particolare attenzione a codici, registri, strutture e lessici, anche specialistici,
necessari alla comprensione dei principali aspetti culturali e valoriali in lingua inglese.
Livello in uscita previsto: B1+/B2.1 del CEFR

Programma del corso

Il corso, insegnato in gran parte in inglese, si articola in moduli, ciascuno comprendente lezioni
teoriche e attività pratiche.

L'ENGLISH COMPLEX
tale modulo mira a stimolare un approccio consapevole all'uso della lingua inglese, nonché alla
varietà che porta con sé, con particolare attenzione all'Inglese lingua franca oggi in Europa e nel
mondo e alle sue ripercussioni sulle lingue-culture in inglese, ma anche su quelle dei non nativi.
In particolare:
-Riflessione su rischi e aperture legati alla/e lingua/e-cultura/e in inglese
-English Complex, inglese-inglesi, varietà linguistico-culturali, ibridazioni, stereotipi e
rappresentazioni
-culture in inglese: da UK all'ex Commonwealth, al mondo globale
-riflessione sulla lingua veicolare inglese, nonché sul rapporto lingua-cultura-identità:

MANAGEMENT DEI BENI CULTURALI
-analisi dell'uso della lingua inglese applicata al settore dei beni culturali (in musei, cineteche,
archivi...)
- la lingua inglese nella gestione/promozione di beni culturali locali


ESERCITAZIONI E PROGETTAZIONE
-rinforzare conoscenze e competenze linguistiche, con particolare attenzione alle competenze
trasversali alle lingue, in termini di mediazione plurilingue interculturale (attraverso esercitazioni
morfo-sintattiche, ascolto, case study, prendere appunti, lavori di gruppo, coppia e individuali, in
classe e da casa)
-conoscere e sviluppare la terminologia specifica del settore d'indirizzo
-lettura e analisi (skim, scan, traduzione, commento) di brani, articoli, saggi accademici e non,
cartacei e online, attinenti alle tematiche affrontate nel corso di studi in beni culturali, ma anche
lettura di articoli di attualità legati all'indirizzo di studio degli studenti.
-progettazione di un PPT di promozione di un bene culturale/luogo d'interesse nel campo dei beni
culturali.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (C) A.Oshima, A. Hogue Writing Academic English. Fourth Edition Pearson Longman , USA, 2005
  • 2.  (C) M. Hewings Advanced Grammar in Use Cambridge University Press, Cambridge , 2005
  • 3.  (C) Kramsch, C., Lévy, D., Zarate, G., (a c. di) Handbook of Multilingualism and Multiculturalism Éditions des Archives Contemporaines , Parigi, 2010
  • 4.  (C) Bhabha, H. I luoghi della cultura Biblioteca Meltemi., Roma, 2001
  • 5.  (C) Francesconi, S. English for Tourism Promotion: Italy in British Tourism Texts. Hoepli, Milano, 2007
  • 6.  (C) Bosinelli, R.M., Di Giovanni E., (a c. di) Oltre l'Occidente: Traduzione e Alterità Culturale Bompiani, Milano, 2009
  • 7.  (C) Gebhardt, F. English for cultural heritage Cafoscarina, Venezia, 2003 » Pagine/Capitoli: capitoli scelti
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

L'insegnante fornirà una dispensa con materiali di studio e di esercitazione. La docente integrerà settimanalmente materiali, pertanto gli studenti sono pregati di consultare la pagina docente e reperire tali materiali prima delle lezioni.
Le lezioni, tenute per la quasi totalità in inglese, hanno come fine quello di allenare gli studenti all'ascolto in lingua straniera.
Si presuppone la partecipazione di un apprendente attivo, in grado di gestire le competenze linguistico-culturali in inglese applicandole alle più svariate esigenze professionali, dovendo gestire situazioni lavorative locali, nazionali, internazionali, in Italia e all'estero. Dovrà essere in grado di comprendere input scritto o orale, proveniente da nativi ma soprattutto da non-nativi di lingua inglese, all'estero o in Italia. La flessibilità e la capacità di cogliere e produrre significato sono fondamentali.
Un dizionario italiano-inglese e uno monolingua inglese sono consigliati.
La mole di letture e di esercizi in dispensa sarà calibrata in base al numero di crediti da totalizzare.
Per quanto riguarda il progetto in classe, ciascuno studente concorderà la tematica con la docente.

Metodi didattici
  • -lezione frontale dialogata, con supporto di slide, realia e materiale audio-video.
    -esercitazioni in classe e da casa, individuali, in coppia e in gruppo
    -analisi e riflessione su brani e articoli di varia natura (dalla letteratura all' attualità)
    - Produzione di relazioni, progetti
    Gli studenti verranno coinvolti nel dialogo con l'insegnante, ma anche fra loro, sia in italiano che in
    lingua inglese.
Modalità di valutazione
  • -test propedeutico di lingua (pass/fail)
    -parziale intermedio: PPT presentation a gruppi in classe, in inglese, con scheda tecnica in word
    per la docente, di promozione di un luogo/bene culturale (da concordare cn la docente). Tale
    prova produrrà un voto individuale.
    -Scritto: lettura e analisi di un articolo/saggio legato alle tematiche d'interesse del corso di studi,
    traduzione dall'inglese, un esercizio di ESP in linea con le esercitazioni proposte durante il corso.

    Le due prove fanno media e valgono 50% ciascuna. Se lo scritto non è sufficiente va ripetuto.



Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

INGLESE

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

INGLESE

  Torna alla scheda
  Materiali didattici
  • esito finale esame 21/01/2016
  • end of course test results-PIM

    In allegato i risultati del test dell'11/12/15 col prof PIM (LM89) Non ho potuto inserire i risultati degli studenti erasmus, per motivi di privacy, non avendo il nr. matricola. Gli studenti erasmus sono pregati di contattare la sottoscritta prof.ssa Briscese Ludovica e comunicare il proprio nr di matricola (Erasmus students are kindly requested to send me their matricola nr via mail, so I can publish their results, too). Per coloro che non hanno superato il test, sarà comunicata a breve una nuova data in gennaio.

  • info utili: programma, obiettivi, esame e valutazione